user preferences

Search author name words: femminismi

Sarà più libera tua sorella!

category italia / svizzera | genero | altra stampa libertaria author Tuesday March 29, 2011 16:15author by Femminismi - Donne di Fano-Pesaro-Urbino Report this post to the editors

Comunicato stampa di Femminismi: comune di Cartoceto patrocina iniziativa reazionaria.

Il comune di Cartoceto concede il proprio patrocinio ad una iniziativa dal titolo singolare "Era molto più libera mia nonna. La donna dal '68 ai giorni nostri" con tanto di foto stile Mulino bianco di una fanciulla in gonnella su bici di altri tempi.

nonnina.jpg


Sarà più libera tua sorella!


Il comune di Cartoceto concede il proprio patrocinio ad una iniziativa dal titolo singolare "Era molto più libera mia nonna. La donna dal '68 ai giorni nostri" con tanto di foto stile Mulino bianco di una fanciulla in gonnella su bici di altri tempi.

In questa "sceneggiata" i due relatori sono sponsorizzati dal Movimento per la vita, l'associazione antiabortista che da sempre si batte per la cancellazione della legge 194 in Italia, la legge che ha anche permesso alle donne italiane di uscire all'incubo dell'aborto clandestino. Lo stesso movimento e la sua organizzazione dottrinale, "Scienza e vita", ha fortemente voluto che la legge 40 sulla fecondazione assistita vietasse in Italia la fecondazione eterologa alle coppie, impedendo così l'accesso all'assistenza sanitaria pubblica a molte persone desiderose di avere figli.

Sempre gli stessi, è ovvio, osteggiano i consultori pubblici, servizio essenziale per garantire l'informazione sulla contraccezione soprattutto alle fasce di reddito più basse. Ricordiamo che opporsi alla contraccezione "chimica", che dà la possibilità di scegliere con totale sicurezza quando avere figli e che permette di avere una vita sessuale anche al di fuori della procreazione, significa impedire (una parte di) libertà per le donne.

Che adesso costoro ci vengano a raccontare che il concetto di emancipazione femminile lo vogliono riscrivere loro, e col patrocinio di un'amministrazione pubblica, non ci va. E' molto facile giocare sulle contraddizioni della vita di noi donne nell'epoca attuale (superlavoro, stereotipi maschilisti ancora vivi, crisi economica che ricade sulle spalle di noi donne...) ma da qui a sconfessare, oltre che ignorare, decenni di emancipazione e femminismo per la conquista dell'autonomia del corpo e del pensiero ce ne corre!

Specularmente, mentre le donne hanno lottato contro la cultura sessista e patriarcale, molti uomini sembrano regrediti, il femminicidio è all'ordine del giorno e i rapporti tra sesso e potere si sono infittiti, non c'è libertà dove i corpi e la sessualità sono merce di scambio.

Ma mentre le nostre nonne spesso non erano libere di scegliere SE e CHI sposare, ed erano costrette a vivere dentro la famiglia come se la loro realizzazione fosse solo fare figli... noi non vogliamo oggi sentirci dire da persone che speculano sulle foto al microscopio elettronico degli ovuli fecondati che il nostro destino è soprattutto quello di essere contenitore e che "andava meglio quando andava peggio". Non permettiamo che chi ogni giorno si impegna a toglierci i diritti conquistati venga a farci la predica sulla nostra LIBERTA'.

Se questi signori usano la data del "'68" come inizio, secondo loro, della battaglia per la libertà sessuale, oltretutto, falsificano ancora una volta di più la storia: le nonne suffragiste, le nonne che hanno contribuito alla nascita del concetto di pianificazione familiare, le nonne che hanno riflettuto e dibattuto sulla libertà sessuale, quelle che hanno voluto in Italia la fine del delitto d'onore ed il nuovo diritto di famiglia QUELLE sono le nostre nonne, sicuramente più libere di coloro che si fanno infinocchiare oggi da questa retorica da controriforma, patrocinata dal "moderno" Comune di Cartoceto. Ci aspettiamo comunque che il Sindaco di Cartoceto si impegni anche a patrocinare le nostre iniziative.

Femminismi, donne di Fano-Pesaro-Urbino

Related Link: http://femminismi.wordpress.com
This page can be viewed in
English Italiano Deutsch
Employees at the Zarfati Garage in Mishur Adumim vote to strike on July 22, 2014. (Photo courtesy of Ma’an workers union)

Front page

Democracia direta já! Barrar as reformas nas ruas e construir o Poder Popular!

Reseña del libro de José Luis Carretero Miramar “Eduardo Barriobero: Las Luchas de un Jabalí” (Queimada Ediciones, 2017)

Análise da crise política do início da queda do governo Temer

Dès maintenant, passons de la défiance à la résistance sociale !

17 maggio, giornata internazionale contro l’omofobia.

Los Mártires de Chicago: historia de un crimen de clase en la tierra de la “democracia y la libertad”

Strike in Cachoeirinha

(Bielorrusia) ¡Libertad inmediata a nuestro compañero Mikola Dziadok!

DAF’ın Referandum Üzerine Birinci Bildirisi:

Cajamarca, Tolima: consulta popular y disputa por el territorio

Statement on the Schmidt Case and Proposed Commission of Inquiry

Aodhan Ó Ríordáin: Playing The Big Man in America

Nós anarquistas saudamos o 8 de março: dia internacional de luta e resistência das mulheres!

Özgürlüğümüz Mücadelemizdedir

IWD 2017: Celebrating a new revolution

Solidarité avec Théo et toutes les victimes des violences policières ! Non à la loi « Sécurité Publique » !

Solidaridad y Defensa de las Comunidades Frente al Avance del Paramilitarismo en el Cauca

A Conservative Threat Offers New Opportunities for Working Class Feminism

De las colectivizaciones al 15M: 80 años de lucha por la autogestión en España

False hope, broken promises: Obama’s belligerent legacy

Primer encuentro feminista Solidaridad – Federación Comunista Libertaria

Devrimci Anarşist Tutsak Umut Fırat Süvarioğulları Açlık Grevinin 39 Gününde

The Fall of Aleppo

Italia - Ricostruire opposizione sociale organizzata dal basso. Costruire un progetto collettivo per l’alternativa libertaria.

© 2005-2017 Anarkismo.net. Unless otherwise stated by the author, all content is free for non-commercial reuse, reprint, and rebroadcast, on the net and elsewhere. Opinions are those of the contributors and are not necessarily endorsed by Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]