user preferences

Search author name words: militante

FAG (1995-2005) - 10 anni di lotta per il Socialismo e la Libertà!

category brasile/guyana/suriname/guiana francese | movimento anarchico | comunicato stampa author Wednesday November 30, 2005 19:27author by militante - Federação Anarquista Gaúchaauthor email secretariafag at vermelhoenegro dot org Report this post to the editors

In questi 10 anni siamo riusciti a fare dell'anarchismo uno strumento di rivendicazioni concrete. Oggi, pur conoscendo le difficoltà dei tempi in cui viviamo, è necessario procedere oltre. Abbiamo bisogno di forgiare, nella lotta quotidiana e nell'ideologia, una mentalità trasformatrice.


FAG (1995-2005)

10 anni di lotta per il Socialismo e la Libertà!

Sono ormai passati 10 anni da quel sabato, 18 novembre 1995. In una mattina di novembre, una come tante, compagni di varie parti di Rio Grande, insieme a un delegato della FAU realizzano un momento fondativo. Per arrivare a quel momento quasi un anno di contatti e relazioni ininterrotte, con i costi e le difficoltà di lettere senza fine, di esperienze buone e brutte, oltre a un viaggio del delegato gaucho per conoscere l'organizzazione sorella.

Per una coincidenza storica il 18 novembre è una data di lotta e sangue per la classe oppressa brasiliana. Nello stesso giorno, nel 1918, si ebbe a Rio de Janeiro un'insurrezione operaia. 67 anni dopo, per ostinazione e convinzione, l'ideologia comincia a incontrarsi di nuovo con la sua classe di origine nella zona più a sud del Brasile. Il processo organizzativo attraverso rapporti organici con i compagni della FAU uruguaiana, culmina a novembre del 1995 ma inizia da prima. Il suo significato oltrepassa le frontiere del Rio Grande del Sud, e di questo siamo ben coscienti.

Quest'organizzazione ancora giovane, chiamata Federazione Anarchica Gaucha, ha un impegno profondo con la classe e il popolo a cui appartiene. Nella sua breve ma ferma traiettoria reca impressa la dedizione di militanti anonimi, facendo semente della fermezza dei martiri dell'anarchismo latino-americano. La sua prima e permanente missione, insieme a gruppi e organizzazioni affini, è restituire l'ideologia al suo luogo d'origine, in seno al popolo, ricreando come strumenti di lotta popolare i principi di un processo di rottura attraverso l'autogestione socio-economica e il federalismo politico.

In questi 10 anni abbiamo operato riconoscendo l'importanza centrale della memoria storica, ma andando molto al di là dei ricordi e della triste nostalgia. Essendo, e sentendoci, parte dell'epopea dei primi anarchici dell'inizio del secolo XX, e portandone la lotta storica verso le necessità contemporanee. Assumendo la nostra condizione di origine, nell'ala federalista della I Internazionale, passando per l'Insurrezione ucraina e la Rivoluzione spagnola, ma affermando quest'identità politica di rivoluzione sociale e di classismo come radicata nelle lotte popolari della nostra America Latina. Cerchiamo così di essere, con tutta modestia ma con molta dedizione, la continuità dei primi sindacati combattivi del Brasile, della Rivoluzione Messicana, dell'Insurrezione Operaia e degli Scioperi del 1917 e 1918 a Porto Alegre e São Paulo, dei compagni che tanto lottarono e lottano per l'anarchismo in Cile, Messico Nicaragua, El Salvador, Cuba, Venezuela, Colombia, Perù, Bolivia, Paraguay, Argentina e Uruguay, così come in tutti gli angoli dell'America Latina.

La FAG cerca di essere uno strumento politico di accumulazione e sintesi di forze, per aumentare la capacità di lotta del popolo e costruire a lungo termine il Potere Popolare. Da sempre, con umiltà e modestia, prendiamo il nostro posto di lotta, costruendo il potere della classe in ogni barricata, antenna di radio comunitaria, marcia, lavoro anonimo nei centri abitati, lotte sindacali, e in tutti i fronti della lotta popolare. La nostra bandiera rossa e nera rappresenta una delle forme dei 500 anni di lotta popolare latino-americana. Partendo da Rio Grande, questo è un pezzo di mondo dove ci tocca lottare e organizzare.

Se il primo passo già lo si sta compiendo, quello di consolidare l'organizzazione anarchica gaucha, d'ora in poi il cammino è più complesso e difficile. La FAG conosce il suo dovere storico, quello di essere una struttura stabile e solida che duri nel tempo, di aumentare l'inserimento sociale, la capacità di agitazione e confronto, il grado di unità e coordinamento con le altre organizzazioni affini del Brasile e dell'America Latina, di aprire ulteriori settori e fronti dentro il movimento popolare, di unificare i nostri fronti a partire dalla stessa solidarietà di classe e aumentare la capacità risolutiva della classe organizzata. Ossia, di andare costituendo nella lotta il Potere Popolare.

In questi 10 anni siamo riusciti a fare dell'anarchismo uno strumento di rivendicazioni concrete. Oggi, pur conoscendo le difficoltà dei tempi in cui viviamo, è necessario procedere oltre. Abbiamo bisogno di forgiare, nella lotta quotidiana e nell'ideologia, una mentalità trasformatrice. Attraverso la Lotta e l'Organizzazione, si pone un'istanza specifica, la sintesi della lotta materiale e immediata e del percorso a lungo termine. Spetta alla nostra militanza esser parte di questo sforzo di lotta popolare, di lotta politica e di seminagione dell'ideologia rivoluzionaria. Questa è la nostra intenzione, la nostra missione e il dovere a cui dobbiamo rispondere con fermezza e dignità. Perché per i "faghisti" ogni giorno è 18 novembre.

NON È MORTO CHI LOTTA!!!

FAG (1995-2005) - 10 ANNI DI LOTTA PER IL SOCIALISMO E LA LIBERTÀ!!!

Porto Alegre 18 novembre 2005
Segretariato Generale della Federação Anarquista Gaúcha

Related Link: http://www.fag.rg3.net
author by nestor - Anarkismopublication date Wed Nov 30, 2005 19:29Report this post to the editors

The original text in Portuguese:

Related Link: http://www.anarkismo.net/newswire.php?story_id=1829
 
This page can be viewed in
English Italiano Deutsch
Employees at the Zarfati Garage in Mishur Adumim vote to strike on July 22, 2014. (Photo courtesy of Ma’an workers union)

Front page

Reseña del libro de José Luis Carretero Miramar “Eduardo Barriobero: Las Luchas de un Jabalí” (Queimada Ediciones, 2017)

Análise da crise política do início da queda do governo Temer

Dès maintenant, passons de la défiance à la résistance sociale !

17 maggio, giornata internazionale contro l’omofobia.

Los Mártires de Chicago: historia de un crimen de clase en la tierra de la “democracia y la libertad”

Strike in Cachoeirinha

(Bielorrusia) ¡Libertad inmediata a nuestro compañero Mikola Dziadok!

DAF’ın Referandum Üzerine Birinci Bildirisi:

Cajamarca, Tolima: consulta popular y disputa por el territorio

Statement on the Schmidt Case and Proposed Commission of Inquiry

Aodhan Ó Ríordáin: Playing The Big Man in America

Nós anarquistas saudamos o 8 de março: dia internacional de luta e resistência das mulheres!

Özgürlüğümüz Mücadelemizdedir

IWD 2017: Celebrating a new revolution

Solidarité avec Théo et toutes les victimes des violences policières ! Non à la loi « Sécurité Publique » !

Solidaridad y Defensa de las Comunidades Frente al Avance del Paramilitarismo en el Cauca

A Conservative Threat Offers New Opportunities for Working Class Feminism

De las colectivizaciones al 15M: 80 años de lucha por la autogestión en España

False hope, broken promises: Obama’s belligerent legacy

Primer encuentro feminista Solidaridad – Federación Comunista Libertaria

Devrimci Anarşist Tutsak Umut Fırat Süvarioğulları Açlık Grevinin 39 Gününde

The Fall of Aleppo

Italia - Ricostruire opposizione sociale organizzata dal basso. Costruire un progetto collettivo per l’alternativa libertaria.

Recordando a César Roa, luchador de la caña

© 2005-2017 Anarkismo.net. Unless otherwise stated by the author, all content is free for non-commercial reuse, reprint, and rebroadcast, on the net and elsewhere. Opinions are those of the contributors and are not necessarily endorsed by Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]