user preferences

Mozione finale adottata all'unanimità dal X Congresso di AL

category francia / belgio / lussemburgo | lotte sindacali | documento politico author Thursday November 04, 2010 23:10author by 10° Congresso di Alternative Libertaire - AL Report this post to the editors
Il decimo congresso di Alternative Libertaire si svolge nel bel mezzo di un ampio movimento sociale contro il progetto di legge sulle pensioni. E' ancora presto per pronunciarsi sull'esito di questa lotta, ma una cosa è sicura: lascerà delle tracce nei movimenti sociali francesi. [Français]
logo_alternative_libertaire_1.gif

Tutti i settori della società, ciascuno a modo suo, si sono coinvolti nella lotta, a testimonianza della collera accumulata in tanti anni contro questo governo razzista e autoritario al servizio della borghesia e contro i padroni e i finanzieri che si accaparrano parti sempre più grandi delle ricchezze prodotte dal nostro lavoro. Manifestazioni raramente così affollate come adesso sono testimonianza della ferma opposizione alla riforma delle pensioni ma anche della profonda crisi di legittimità del governo e del sistema tutto.

E' stata la determinazione di alcune federazioni sindacali e di molti gruppi locali che ha permesso il reale scatenarsi dell'intervento. Così facendo, hanno di fatto impedito alla maggioranza dei sindacati istituzionali di mettersi in una prospettiva limitata alla semplice contrattazione sui contenuti della legge.

Per adesso, se è stata vinta la battaglia di opinione e se la partecipazione alle manifestazioni è stata massiccia, si è avuta comunque una reale difficoltà a allargare e rinnovare le lotte. Le associazioni sindacali istituzionali sono alla fine riuscite a riprendere in mano il movimento. I loro ultimi annunci, non riportando alcun sostegno agli scioperi rinnovati, condannando le azioni che avessero danneggiato "beni e persone" e distanziando tra loro le giornate di mobilitazione hanno dimostrato una evidente intenzione di seppellire progressivamente la protesta e di evitare una rimessa in causa reale della legittimità governativa, lasciando mano libera ai partiti di opposizione istituzionale per presentarsi alle le prossime scadenze elettorali come il solo possibile sbocco alla collera espressa.

Il movimento di massa attuale è stato reso messo in moto dall'esplosione di scioperi e di azioni di blocco che dimostrano di una radicalizzazione di una parte dei salariati/e e delle loro organizzazioni sindacali. Attentando al funzionamento dell'economia capitalista con l'arresto della produzione nelle raffinerie ed il blocco dei depositi di carburanti, le lavoratrici ed i lavoratori hanno riaffermato la loro importanza nel processo di produzione delle ricchezze. Tutti hanno potuto constatare che non sono gli azionisti né i manager che portano la benzina nelle stazioni di servizio. Queste azioni hanno sempre beneficiato del sostegno di una maggioranza della popolazione. Dobbiamo fare in modo che questa presa di coscienza e questa radicalizzazione nelle modalità di azione si concretizzi per una reale opposizione alle direzioni confederali in seno alle organizzazioni sindacali e per l'unità di azione dei sindacalisti di lotta all'interno e tra i diversi sindacati.

Le militanti e i militanti di Alternative Libertaire hanno messo tutta la loro parte nello spingere e animare questa lotta e la sua auto-organizzazione, così come nell'emergere di un'espressione di rottura col capitalismo. Ciò prova l'utilità di un'organizzazione comunista libertaria che intervenga nelle fabbriche e nelle imprese e tra i giovani. Chiamiamo tutti i giovani, tutti i lavoratori e le lavoratrici, occupati o disoccupati che si riconosce nell'attualità della lotta anticapitaliste ed autogestionaria a unirsi a Alternative Libertaire.

Adottato all'unanimità dal X Congresso di Alternative Libertaire il 31 ottobre 2010

Traduzione a cura di FdCA-Ufficio Relazioni Internazionali

Related Link: http://www.alternativelibertaire.org/

This page has not been translated into Kurdî / کوردی yet.

This page can be viewed in
English Italiano Deutsch

Front page

Reflexiones sobre la situación de Afganistán

Αυτοοργάνωση ή Χάος

South Africa: Historic rupture or warring brothers again?

Declaración Anarquista Internacional: A 85 Años De La Revolución Española. Sus Enseñanzas Y Su Legado.

Death or Renewal: Is the Climate Crisis the Final Crisis?

Gleichheit und Freiheit stehen nicht zur Debatte!

Contre la guerre au Kurdistan irakien, contre la traîtrise du PDK

Meurtre de Clément Méric : l’enjeu politique du procès en appel

Comunicado sobre el Paro Nacional y las Jornadas de Protesta en Colombia

The Broken Promises of Vietnam

Premier Mai : Un coup porté contre l’un·e d’entre nous est un coup porté contre nous tou·tes

Federasyon’a Çağırıyoruz!

Piştgirîye Daxuyanîya Çapemenî ji bo Êrîşek Hatîye li ser Xanîyê Mezopotamya

Les attaques fascistes ne nous arrêteront pas !

Les victoires de l'avenir naîtront des luttes du passé. Vive la Commune de Paris !

Contra la opresión patriarcal y la explotación capitalista: ¡Ninguna está sola!

100 Years Since the Kronstadt Uprising: To Remember Means to Fight!

El Rei està nu. La deriva autoritària de l’estat espanyol

Agroecology and Organized Anarchism: An Interview With the Anarchist Federation of Rio de Janeiro (FARJ)

Es Ley por la Lucha de Las de Abajo

Covid19 Değil Akp19 Yasakları: 14 Maddede Akp19 Krizi

Declaración conjunta internacionalista por la libertad de las y los presos politicos de la revuelta social de la región chilena

[Perú] Crónica de una vacancia anunciada o disputa interburguesa en Perú

Nigeria and the Hope of the #EndSARS Protests

© 2005-2021 Anarkismo.net. Unless otherwise stated by the author, all content is free for non-commercial reuse, reprint, and rebroadcast, on the net and elsewhere. Opinions are those of the contributors and are not necessarily endorsed by Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]