user preferences

New Events

Italia / Svizzera

no event posted in the last week

"Roma combattente. Dal "biennio rosso" agli Arditi del Popolo"

category italia / svizzera | antifascismo | stampa non anarchica author Thursday April 29, 2010 00:54author by Alex Pietrogiacomi - Castelvecchi Editore Report this post to the editors

di Valerio Gentili

Nel 1915, la prima guerra mondiale devastò l’Europa ma non servì a risolvere le contraddizione che avevano spinto i diversi eserciti nazionali a schierarsi l’uno contro l’altro. Per una moltitudine di soldati italiani, inquadrati nei reparti di fanteria e destinati a sopportare in trincea la parte più dura e sanguinosa della battaglia, abbracciare la causa del conflitto aveva significato lottare affinché, insieme alle dinastie imperialiste, venisse sconfitto un ordine sociale ritenuto ingiusto...


Valerio Gentili

ROMA COMBATTENTE
Dal “biennio rosso” agli Arditi del Popolo, la storia mai raccontata degli uomini e delle organizzazioni che inventarono la lotta armata in Italia

Castelvecchi Editore
Collana: Analisi- pp.gg. 288- euro 15,00- 23 aprile
Nel 1915, la prima guerra mondiale devastò l’Europa ma non servì a risolvere le contraddizione che avevano spinto i diversi eserciti nazionali a schierarsi l’uno contro l’altro. Per una moltitudine di soldati italiani, inquadrati nei reparti di fanteria e destinati a sopportare in trincea la parte più dura e sanguinosa della battaglia, abbracciare la causa del conflitto aveva significato lottare affinché, insieme alle dinastie imperialiste, venisse sconfitto un ordine sociale ritenuto ingiusto. All’indomani della firma dei trattati di pace, quando fu chiaro che la guerra non si sarebbe mai trasformata in rivoluzione, gli uomini che avevano animato il fenomeno del combattentismo progressista insorsero e, da Roma, diedero origine alle organizzazioni a cui occorre fare riferimento per comprendere come, in Italia, ebbe origine, insieme alla resistenza al fascismo, anche il fenomeno della lotta armata: una storia scomoda che, con passione e rigore, Valerio Gentili sceglie finalmente di raccontare.

ESTRATTO: «Quando dalle prime file dell’esercito noi balzammo alle linee primissime non volemmo compiere un gesto di ardimento diretto al fine immediato della vittoria guerresca. Noi avevamo nel cuore una fede politica, una passione politica. Bisognava vincere l’austriaco e il tedesco, mercenari di un dispotismo che ispirava tutta la politica dell’Europa monarchica, per vincere il dispotismo, di ingiustizia, di violenza, di arbitrio, in ogni campo e in ogni luogo» Manifesto della Fratellanza tra gli Arditi d’Italia, Aprile 1919

VALERIO GENTILI
Nato a Roma nel 1978, si occupa di storia della resistenza e del movimento operaio. Tra le sue pubblicazioni, il saggio La legione romana degli Arditi del Popolo (Purple Press, 2009).


Ufficio Stampa Castelvecchi Editore, via Isonzo 34 - 00198 Roma
tel 06 8844749
Alex Pietrogiacomi, alex at castelvecchieditore dot com
Sabina de Gregori, sabinadegregori at castelvecchieditore dot com

This page can be viewed in
English Italiano Deutsch
© 2005-2023 Anarkismo.net. Unless otherwise stated by the author, all content is free for non-commercial reuse, reprint, and rebroadcast, on the net and elsewhere. Opinions are those of the contributors and are not necessarily endorsed by Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]