user preferences

New Events

Italia / Svizzera

no event posted in the last week
Recent articles by Zona Rischio
This author has not submitted any other articles.
Recent Articles about Italia / Svizzera Antifascismo

Fasciocapitalismo e Antifascismo Apr 04 20 by Alternativa Libertaria/fdca

Correggio, 2 dicembre 2017: quando cacciammo i fascisti da casa. Le ba... Nov 27 17 by Alternativa Libertaria/FdCA

Genova, 2 dicembre 2017: Neofascismo: contro la galassia reazionaria n... Nov 27 17 by Alternativa Libertaria/FdCA

La libertà è una bella differenza!

category italia / svizzera | antifascismo | altra stampa libertaria author Wednesday February 18, 2009 16:30author by Zona Rischio Report this post to the editors

Contro la politica dell'equidistanza

Invitiamo tutte le forze democratiche che considerano ancora l'antifascismo un valore fondante e irrinunciabile a partecipare - giovedì 19 febbraio 2009 alle ore 19.30 - ad un incontro con Mario Bottazzi (partigiano), Guido Caldiron (giornalista di "Liberazione") e il Comitato madri di Roma città aperta. A seguire: Aperitivo, cena e Video Antifascisti
zonarischio_last.jpg


La libertà è una bella differenza!

Contro la politica dell'equidistanza


Sabato 31 Gennaio, alle 10.30 del mattino, gli abitanti di Casalbertone hanno respinto con determinazione una provocazione dei fascisti del sedicente circolo futurista che, coltelli alla mano e telecamera accesa, hanno fatto irruzione in una assemblea pubblica indetta dal comitato di quartiere, accompagnati da esponenti del PDL, sul "piano di riqualificazione del quartiere". Senza mezzi termini sono stati vivamente invitati a lasciare il luogo dell'assemblea perché non appartenenti all'arco democratico che ha la legittimità di discutere e partecipare alle decisioni sul quartiere.

Del resto questi figli di Salò, più che di Marinetti, avevano espresso chiaramente e in diverse occasioni quale dovesse essere l'intervento sulla qualità della vita nel quartiere.

Non abbiamo dimenticato le famiglie che abitavano negli edifici scolastici occupati di via D. de Dominicis 6 prese a sassate e aggredite con sbranghe e coltelli. Una bella differenza tra questi nuovi portaborse di esponenti di centrodestra e i movimenti sull'emergenza abitativa della metropoli, contro la rendita, la speculazione edilizia e la cementificazione e il conseguente incremento dei prezzi degli affitti, delle vendite e delle cartolarizzazioni degli Enti.

Non abbiamo dimenticato le marcette a braccio teso e coretti del ventennio nelle manifestazioni sportive di Casalbertone. Una bella differenza tra chi pensa che una cultura sportiva ariana sia più urgente della necessità di palestre popolari, di spazi verdi, dove la pratica dello sport sia di tutti a prescindere dalle tasche, dalla religione o dalla provenienza geografica.

Come non abbiamo dimenticato Casalbertone quando ospitò, suo malgrado, i neonazisti di mezza Italia entusiasti di partecipare, prendendosi romanamente a cinghiate, alla performance musicale di uno dei pilastri fondatori del Circolo... la proposta culturale dei cosiddetti Futuristi!.. un grande insegnamento di coerenza artistica e ideale con la storia di questo paese: consegnare un quartiere ai neonazisti oggi segue le tracce dell'Italia consegnata ai nazisti di Hitler, quell'abominio, quel tradimento realizzato perfino attraverso la delazione e l'azione di polizia.

Diretta emanazione di Casapound, il Circolo futurista non è un insieme di reduci e nostalgici ma è un movimento di destra moderno, ampio, dal linguaggio contemporaneo ed in rapidissima espansione. Le violente e ripetute aggressioni contro migranti, militanti di sinistra, studenti e omosessuali che si sono ripetute nel quartiere dalla loro comparsa non ammette più ambiguità. Lo spazio culturale e politico, oltre che fisico, questi storici strumenti di controllo territoriale hanno acquisito negli ultimi anni è direttamente proporzionale alla presa di forza del concetto di equidistanza tra fascismo e antifascismo.

I conflitti che i movimenti attuano come pratica di democrazia non hanno nulla a che vedere con chi pratica lo squadrismo e e gli agguati con le lame.

E' la libertà che fa la differenza tra chi si batte e chi si è battuto per una società diversa e migliore, come Dax, Abba, Renato Biagetti, Valerio Verbano e i loro assassini.

Nessuno potrà fermare la nostra risposta alla deriva autoritaria e securitaria di questo paese, perché noi non abbiamo paura!

Invitiamo tutte le forze democratiche che considerano ancora l'antifascismo un valore fondante e irrinunciabile a partecipare:

Giovedì 19 Febbraio 2009
Ore 19.30

Incontro con:

Mario Bottazzi (partigiano)
Guido Caldiron (giornalista di "Liberazione")
Comitato madri di Roma città aperta

A seguire:

Aperitivo, cena e Video Antifascisti

ZONA RISCHIO

Via di Pietralatella snc, Casalbertone, Roma.

This page can be viewed in
English Italiano Deutsch
© 2005-2023 Anarkismo.net. Unless otherwise stated by the author, all content is free for non-commercial reuse, reprint, and rebroadcast, on the net and elsewhere. Opinions are those of the contributors and are not necessarily endorsed by Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]