user preferences

Upcoming Events

Economy

No upcoming events.
Note: Articles classified as "non anarchist press" are published in this section of the site. They do not usually reflect the opinions of Anarkismo.net nor of the organizations who run this site and are included by reason of their possible interest to readers. The opinions expressed in any such articles are exclusively those of the articles' authors.
internacional / economía / non-anarchist press Monday December 19, 2011 - 05:20 by Stally Burch
El destacado académico de las ciencias sociales, Immanuel Wallerstein, es uno de los más connotados exponentes del pensamiento crítico contemporáneo y durante su reciente visita a Ecuador, ALAI conversó con él sobre la actual crisis de deuda que golpea duramente a Estados Unidos y sus consecuencias para los países emergentes y América Latina. ... read full story / add a comment
italia / svizzera / economia / stampa non anarchica Saturday December 17, 2011 - 21:12 by Lucio Garofalo
Quale prova inequivocabile ed esemplare di “equità” e “rigore” offertaci dall’esecutivo in carica, abbiamo assistito all’immediato e prevedibile dietrofront, con la classica coda tra le gambe, in materia di cosiddette “liberalizzazioni”, uno storico cavallo di battaglia esaltato dall’ideologia bocconiana che è ascesa direttamente al governo della nazione. ... read full story / add a comment
internazionale / economia / stampa non anarchica Sunday December 11, 2011 - 20:09 by Lucio Garofalo
L’esclusione del Regno Unito dalle decisioni assunte nel corso dell’ultimo vertice europeo in materia di regime fiscale, è un segno inequivocabile dell’egemonia tedesca nell’area dell’euro ed avvalora la tesi secondo cui è sempre più diffuso e prevalente un orientamento politico a favore di una “germanizzazione” dell’eurozona, dietro cui si riparano e si consolidano gli interessi del grande capitale finanziario internazionale. ... read full story / add a comment
internazionale / economia / stampa non anarchica Friday December 09, 2011 - 18:02 by Lucio Garofalo
Il capitale internazionale ha individuato nella Germania il suo punto di forza e di riferimento, il bastione politico dietro cui si riparano gli interessi delle tecnocrazie e delle élite finanziarie mondiali. Se la Germania è l’interlocutore privilegiato del grande capitale all’interno dell’area dell’euro, la conseguenza è esattamente l’imposizione dall’alto di una linea politica di “germanizzazione” di tutti i Paesi che fanno parte dell’euro, perciò chi non si adegua agli “standard” richiesti dai vertici della BCE rischia di essere emarginato dall’euro, oppure di retrocedere in una “categoria” inferiore. ... read full story / add a comment
italia / svizzera / economia / stampa non anarchica Monday December 05, 2011 - 21:10 by Lucio Garofalo
Prime impressioni a caldo circa le “medicine amare” prescritte in conferenza stampa dal dottor Monti e dalla sua “equipe medica”. Temo che i dubbi siano legittimi e fondati. ... read full story / add a comment
internazionale / economia / stampa non anarchica Friday December 02, 2011 - 21:35 by Lucio Garofalo
Negli ultimi anni si è assistito alla trasformazione delle società cosiddette “opulente” ed “occidentali” in masse di lavoratori proletarizzati, con la liquidazione degli strati sociali intermedi. In altre parole, siamo giunti a quella situazione storica in cui la società si è drasticamente polarizzata, come aveva previsto Engels, tra il proletariato e i cosiddetti “tagliatori di cedole”, ossia il capitale finanziario. ... read full story / add a comment
internazionale / economia / stampa non anarchica Thursday December 01, 2011 - 18:04 by Mark Weisbrot
Se la BCE e le autorità europee insistono con la verga della loro suicida dottrina di austerità, allora è necessario che la Federal Reserve intervenga. [English] ... read full story / add a comment
internazionale / economia / stampa non anarchica Thursday December 01, 2011 - 16:50 by Lucio Garofalo
I mezzi di comunicazione ufficiali e la stragrande maggioranza dei partiti politici si mostrano asserviti ai poteri forti ed insistono nel raccontarci una moltitudine di ipocrisie e luoghi comuni (oltretutto banali) sulla crisi, sulle cause, sugli effetti e sui presunti rimedi, spacciati come “riforme”, ma che sono controriforme reazionarie che tendono ad abolire le più avanzate conquiste di civiltà e di progresso ottenute dai popoli europei, un bagaglio di preziosi successi storici conseguiti grazie alle lotte dei movimenti di massa sorti nel ‘68: stato sociale, diritti e tutele a beneficio del mondo del lavoro, ecc. ... read full story / add a comment
international / economy / non-anarchist press Wednesday November 30, 2011 - 18:20 by Mark Weisbrot
If the ECB and European authorities stick with their suicidal doctrine of austerity, then the Federal Reserve must intervene. [Italiano] ... read full story / add a comment
bolivia / peru / ecuador / chile / economía / non-anarchist press Monday November 28, 2011 - 20:25 by Safiqy
QUITO. Safiqy-Ecuador Urgente.- Paulina Muñoz, vocera de Ecuador Decide denunció la pretensión del gobierno del presidente Correa en firmar en el primer trimestre del próximo año, un TLC con la Unión Europea, igual al que se pretendió suscribir con EEUU hace pocos años.

... read full story / add a comment
internacional / economía / non-anarchist press Monday November 21, 2011 - 21:05 by Andy Robinson
Ahora que la mayoría de españoles han elegido el partido más papista que el mismímismo vater de Francfort y Berlin, en lo que se refiere a la necesidad de la devaluación interna (lease, recortes del 20% de salarios, para empezar) en España. El partido que desmantelará convenios colectivos , recortará salarios privados y públicos y reducirá las dimensiones del estado para dejar florecer a los espiritus emprendedores del mercado y permitir a España ganar competitividad frente a sus rivales. Ahora que Mariano Rajoy es quien nos va a sacar de la crisis, pensaba que igual interesa reproducir este articulo publicado en La Vanguardia (sin acceso en edición digital, no me preguntes por qué), y en versión más larga que se ha publicado en la revista neoyorquina The Nation. Es la historia de dos países estrellas en devaluacion interna admirados por Esperanza Aguirre y por el Partido Popular: Letonia e Irlanda.

Porque, cuando Esperanza y la troika destacan su país como la prueba definitiva de que la austeridad y la devaluación interna sí funcionan, eso es cuando sabes que tienes problemas de verdad. ... read full story / add a comment
italia / svizzera / economia / stampa non anarchica Friday November 18, 2011 - 22:53 by Lucio Garofalo
Una volta i colpi di Stato li organizzavano ufficialmente i colonnelli, non a caso si chiamavano (giustamente) “golpe militari”. Oggi li ispirano e li eseguono direttamente i banchieri e i tecnocrati della finanza, affiancati anche da generali, emissari della Confindustria e referenti del Vaticano, ma ipocritamente sono definiti “governi tecnici”. ... read full story / add a comment
mario_monti.jpg
italia / suiza / economía / non-anarchist press Monday November 14, 2011 - 03:30 by Guillermo Almeyra   image 1 image
Evidentemente la caída de Silvio Berlusconi era la condición sine qua non para empezar a encontrar una solución a la crisis particular que vive Italia dentro de la del sistema capitalista mundial, pero todos los problemas que llevaron a los gobiernos de Berlusconi siguen en pie. En efecto, no sólo se puede apostar a que el primer ministro acusado hasta de pederastia y de fomento de la prostitución no irá a la cárcel, sino también a que el gobierno que le sucederá será en lo esencial un berlusconismo sin Berlusconi. ... read full story / add a comment
internazionale / economia / stampa non anarchica Saturday November 12, 2011 - 00:43 by Lucio Garofalo
Il professor Mario Monti non è stato ancora designato capo del governo dall’inquilino del Quirinale, che ha subito provveduto a nominarlo senatore a vita, ed è già osannato trionfalmente dai media nazionali e internazionali vicini alle élite finanziarie, come il “salvatore della Patria”. In sostanza, senza che il Nostro abbia fatto assolutamente nulla, si celebra con ampio anticipo un successo assunto e garantito come verità a priori. ... read full story / add a comment
internazionale / economia / stampa non anarchica Friday November 11, 2011 - 04:13 by Lucio Garofalo
Si parla ormai abitualmente (e impropriamente) di “debito sovrano”. Ma non c’è nulla di più errato e fuorviante del concetto di “debito sovrano”, coniato non a caso in un momento storico in cui gli Stati nazionali hanno ceduto totalmente la loro sovranità e autonomia decisionale di fronte all’arroganza e allo strapotere dei mercati finanziari. ... read full story / add a comment
internacional / economía / non-anarchist press Monday November 07, 2011 - 19:08 by GARA
Editorial de hoy del periódico vasco "GARA" ... read full story / add a comment
internazionale / economia / stampa non anarchica Monday November 07, 2011 - 00:20 by Lucio Garofalo
Il premier greco George Papandreou ha abortito la sua idea. Non a caso, dopo aver dichiarato al mondo l’intenzione di indire un referendum, è stato immediatamente convocato in un incontro a margine del G20, a cui hanno partecipato il cancelliere tedesco Merkel, il presidente francese Sarkozy e i vertici del Fondo Monetario Internazionale. E’ assai probabile che sia stato indotto, se non costretto, a rinunciare alla sua proposta. Risultato: il referendum è annullato ancor prima d’essere proclamato. ... read full story / add a comment
internazionale / economia / stampa non anarchica Friday November 04, 2011 - 00:22 by Lucio Garofalo
All’indomani del crack finanziario del 2008 si levò un coro di voci “indignate” persino ai vertici delle più importanti istituzioni politiche mondiali (cito su tutti il presidente degli Usa) per reclamare interventi finalizzati a regolamentare e “moralizzare” i meccanismi della finanza globale, vista come “rea e perversa” e additata quale capro espiatorio. ... read full story / add a comment
greece2.jpg
grecia / turquía / chipre / economía / non-anarchist press Thursday November 03, 2011 - 23:06 by Ecologistas en Acción   image 1 image
Ecologistas en Acción saluda la victoria de los movimientos sociales griegos con la convocatoria de un referéndum para validar los cainitas ajustes impuestos por la troika. Del mismo modo, señala como la salida en tromba de la UE, el FMI y los mercados internacionales contra esta mínima medida de higiene democrática, demuestra que vivimos en una deudocracia en lugar de en una democracia. ... read full story / add a comment
internazionale / economia / stampa non anarchica Wednesday November 02, 2011 - 13:35 by Lucio Garofalo
Lo strapotere esercitato dalle cosiddette “agenzie di rating” è il sintomo più inquietante ed evidente di come il capitalismo sia ormai impazzito, ridotto alla mercé di una ristretta oligarchia di stampo mafioso, composta dai signori del denaro e della finanza. ... read full story / add a comment
This page can be viewed in
English Italiano Deutsch

Front page

Strike in Cachoeirinha

(Bielorrusia) ¡Libertad inmediata a nuestro compañero Mikola Dziadok!

DAF’ın Referandum Üzerine Birinci Bildirisi:

Cajamarca, Tolima: consulta popular y disputa por el territorio

Statement on the Schmidt Case and Proposed Commission of Inquiry

Aodhan Ó Ríordáin: Playing The Big Man in America

Nós anarquistas saudamos o 8 de março: dia internacional de luta e resistência das mulheres!

Özgürlüğümüz Mücadelemizdedir

IWD 2017: Celebrating a new revolution

Solidarité avec Théo et toutes les victimes des violences policières ! Non à la loi « Sécurité Publique » !

Solidaridad y Defensa de las Comunidades Frente al Avance del Paramilitarismo en el Cauca

A Conservative Threat Offers New Opportunities for Working Class Feminism

De las colectivizaciones al 15M: 80 años de lucha por la autogestión en España

False hope, broken promises: Obama’s belligerent legacy

Primer encuentro feminista Solidaridad – Federación Comunista Libertaria

Devrimci Anarşist Tutsak Umut Fırat Süvarioğulları Açlık Grevinin 39 Gününde

The Fall of Aleppo

Italia - Ricostruire opposizione sociale organizzata dal basso. Costruire un progetto collettivo per l’alternativa libertaria.

Recordando a César Roa, luchador de la caña

Prison Sentence to Managing Editor of Anarchist Meydan Newspaper in Turkey

Liberación de la Uma Kiwe, autonomía y territorio: una mirada libertaria para la comprensión de la lucha nasa

Misunderstanding syndicalism

American Anarchist and Wobbly killed by Turkey while fighting ISIS in Rojava

Devlet Tecavüzdür

Economy

Thu 27 Apr, 15:17

browse text browse image

textIRIS, i suoi primi 40 anni 03:21 Tue 28 Feb by Alternativa Libertaria/FdCA 0 comments

Dalla fine degli anni settanta, un gruppo di braccianti, manovali e artigiani, in maggioranza donne, ridà senso alla parola cooperazione. "Fanno cose rivoluzionarie tenendo fermi i propri valori fondativi: produzioni biologiche, proprietà collettiva , partecipazione, prassi libertarie e relazioni di economia solidale".

gasolinazo1024x683.jpe imageUn México en las calles, un México en rabia 16:51 Thu 12 Jan by Demián Revart 0 comments

"Desde el Ángel marcharon decenas de miles. Niños, jóvenes, adultos y algunos valientes en su silla de ruedas. La consigna sigue siendo, como desde mayo de 2012: ¡Fuera Peña! Hay que ver más a fondo la problemática, no es el régimen peñanietista, ¡es todo el Estado-Capital! Decimos sin tapujos que nuestra consigna es: ¡Que se vayan todos!"

textROMA 7 MAGGIO - La "strategia di Dracula" trafigge il TTIP! 13:13 Sat 07 May by Alternativa Libertaria/FdCA 0 comments

La Commissione europea voleva un divieto di 30 anni sull'accesso pubblico ai testi negoziali del TTIP, ora la "strategia di Dracula" imposta da movimento internazionale STOP TTIP ha esposto il vampiro alla luce del sole. Che muoia!

tppmickymouse342x350.jpg imageTTP: advierten que Bachelet violaría derecho de pueblos originarios 17:13 Thu 04 Feb by Solidaridad 0 comments

El próximo jueves Michelle Bachelet firmará dicho tratado en Nueva Zelanda. ¿Por qué decir no al acuerdo de libre comercio?

oxi.jpg imageOXI - No al colpo di stato economico in Grecia 08:32 Sat 04 Jul by Alternativa Libertaria/FdCA 0 comments

Per costruire un'Europa solidale delle classe lavoratrici, occorre una mobilitazione su scala continentale delle forze anticapitaliste, che utilizzi la contraddizione che si aprirebbe in seno all'UE, dopo una vittoria del NO al referendum greco.

textManifestation - Banque Centrale Européenne 19:00 Sun 15 Mar by Laurent 0 comments

L’inauguration du nouveau siège de la Banque centrale européenne est prévue le 18 mars prochain, à Francfort-sur-le-Main. La coalition Blockupy se prépare à jouer les trouble-fête.

elections_greece.jpg imageLe elezioni in Grecia fanno paura all'Unione Europea? 18:00 Tue 13 Jan by Alternativa Libertaria/FdCA 0 comments

Le elezioni ed i parlamenti come è noto non sono - per il loro carattere interclassista - strumenti in grado di rappresentare gli interessi della classe lavoratrice e degli sfruttati. E se mai si dovesse paventare che l'esito delle urne possa spostare un po' gli equilibri politici a sfavore degli interessi capitalistici internazionali o di quel singolo Stato, può persino accadere che le elezioni diventino un pericoloso momento di partecipazione e di democrazia da scongiurare.

marxes.jpg imageLas Marchas de la Dignidad acuerdan convocar huelga general 18:58 Tue 16 Dec by Confederación General del Trabajo 0 comments

- Desde CGT se considera que se está ante un momento histórico en el devenir de las luchas obreras y sociales
- Se convocará una huelga general laboral, social y de consumo el 22 de octubre de 2015
- CGT entiende que la lucha es la única garantía de defensa de los derechos, gobierne quien gobierne

stopttip.jpg imageSiamo proprio trattati male! 14:52 Sun 12 Oct by Federazione dei Comunisti Anarchici 0 comments

Sabato 11 ottobre partecipiamo alla giornata europea contro i trattati economici in corso. TTIP, CETA, TISA, TTP. Acronimi che sembrano lettere accostate una alle altre prive di significato, a qualcuno ricorderanno il famigerato WTO del 1995, quel trattato sulla libertà degli scambi commerciali che con la deregolamentazione dei mercati finanziari creò la bomba sociale sulla quale siamo seduti. Fu un accordo che portò in tutto il mondo milioni di persone in piazza per denunciare quella che poi si dimostrò essere una grande rapina ai danni dei lavoratori e dei ceti subalterni. Ma chi si ricorda più i tanto vituperati e derisi No Global?

textChi dice che il futuro è finito? 15:28 Sun 13 Jul by Segreteri Nazionale FdCA 0 comments

I diversi fattori che al momento sembrano scollegati tra loro delineano il punto di caduta o, almeno, il tentativo del capitale di trovare un nuovo equilibrio internazionale per assicurare una nuova fase di accumulazione capitalistica, in area occidentale (USA-EU). Ciò che viene comunemente definita crisi e che dal 2008 affligge interi popoli sembra non poter uscire dalla propria dimensione monetaria. Una politica monetaria - che vede le banche commerciali protagoniste nella creazione di danaro attraverso il prestito reso possibile dall'aumento del debito - ha una funzione temporale necessaria a proteggere la capitalizzazione del sistema finanziario, ma ha il pregio di mostrare a tutti quali sono le dinamiche del potere finanziario.

more >>

imageBasic Income & Billionaire preppers Mar 30 by Andrew 0 comments

Our global society is broken. Donald Trump & Brexit are symptoms along with the rise of the far right elsewhere in Europe. In an old pattern, fundamental economic crisis often results in society becoming very much more brutal for most people.  In the age of nuclear weapons this current crisis could be our last.  And with a somewhat longer countdown to disaster we are also facing climate catastrophe.

imageL’incubo del futuro? Una bella patria populista, sovranista e protezionista per il ritorno a casa de... Mar 27 by Alternativa Libertaria/FdCA 0 comments

Le scorciatoie del sovranismo portano la sinistra in un vicolo cieco; invece occorre rilanciare una prassi internazionalista e combattere il capitalismo in ogni luogo di lavoro e di vita, costruendo orizzonti di alternativa sociale in cui donne ed uomini organizzati come classe di sfruttati ed oppressi sfidano il dominio capitalistico e populista e ricostruiscono solidarietà e partecipazione dal basso.

image2017 South African Budget Speech: No Pravin, it was not progressive nor redistributive Feb 26 by Shawn Hattingh 0 comments

On Wednesday, the Minister of Finance of South Africa stood up in the circus that passes itself off as a National Parliament and without any sense of irony what-so- ever declared that the South African state’s budget for 2017 was redistributive and progressive. If the Minister was to be believed, therefore, the budget was aimed at making a dent in the substantial class and racial inequalities that exist in the country. To back this up, supporters pointed out that the tax rate on top earners was raised marginally in the budget and people receiving dividends from shares would have to pay 5% more on these in tax. Despite this, one word could sum up the idea that the budget presented was redistributive and progressive: bullshit. Rather the budget presented by Minister Pravin Gordhan was yet again another attack on the working class. What the budget did was to favour corporations at the expense of the poor. In doing so, it remained based on the neoliberal dogma that has defined South Africa’s post-apartheid politics. In other words, the budget was a vivid demonstration of how the state is an instrument and weapon of the ruling class that functions to benefit that class. This can be seen throughout the budget, including how the state plans to raise money and how it plans to spend it.

textItalia - Il giustificato motivo oggettivo Jan 10 by Alternativa Libertaria/fdca 0 comments

Il 7 dicembre 2016 la Corte di Cassazione stabilisce in una sentenza: “si può licenziare per fare più profitti”; il padrone, per aumentare efficienza e produttività, per meglio organizzare la produzione, può procedere ai licenziamenti monetizzando. Ovviamente versando al lavoratore il meno possibile.

imageΗ Απάτη της Οικονομ&... Dec 07 by Yavor Tarinski - Μετάφραση: Ιωάννα Μαραβελίδη 0 comments

Μας λένε πως χρειαζόμαστε ακόμα μεγαλύτερη ανάπτυξη ώστε να ξεπεράσουμε την υπάρχουσα πολυεπίπεδη κρίση. Συγκεκριμένα το ακούμε αυτό εδώ και πολύ καιρό. Τόσο οι δεξιές όσο και οι αριστερές, καπιταλιστικές και σοσιαλιστικές κυβερνήσεις προωθούν τις θεωρίες τους για το πόσο πολύ χρειαζόμαστε μεγαλύτερη παραγωγή και κατανάλωση έτσι ώστε οι κοινωνίες μας να εξελιχθούν και να αφήσουν πίσω τις σημερινές δυσκολίες.

more >>

textIRIS, i suoi primi 40 anni Feb 28 federazione cremonese 0 comments

Dalla fine degli anni settanta, un gruppo di braccianti, manovali e artigiani, in maggioranza donne, ridà senso alla parola cooperazione. "Fanno cose rivoluzionarie tenendo fermi i propri valori fondativi: produzioni biologiche, proprietà collettiva , partecipazione, prassi libertarie e relazioni di economia solidale".

textROMA 7 MAGGIO - La "strategia di Dracula" trafigge il TTIP! May 07 0 comments

La Commissione europea voleva un divieto di 30 anni sull'accesso pubblico ai testi negoziali del TTIP, ora la "strategia di Dracula" imposta da movimento internazionale STOP TTIP ha esposto il vampiro alla luce del sole. Che muoia!

imageOXI - No al colpo di stato economico in Grecia Jul 04 0 comments

Per costruire un'Europa solidale delle classe lavoratrici, occorre una mobilitazione su scala continentale delle forze anticapitaliste, che utilizzi la contraddizione che si aprirebbe in seno all'UE, dopo una vittoria del NO al referendum greco.

imageLe elezioni in Grecia fanno paura all'Unione Europea? Jan 13 0 comments

Le elezioni ed i parlamenti come è noto non sono - per il loro carattere interclassista - strumenti in grado di rappresentare gli interessi della classe lavoratrice e degli sfruttati. E se mai si dovesse paventare che l'esito delle urne possa spostare un po' gli equilibri politici a sfavore degli interessi capitalistici internazionali o di quel singolo Stato, può persino accadere che le elezioni diventino un pericoloso momento di partecipazione e di democrazia da scongiurare.

imageSiamo proprio trattati male! Oct 12 FdCA 0 comments

Sabato 11 ottobre partecipiamo alla giornata europea contro i trattati economici in corso. TTIP, CETA, TISA, TTP. Acronimi che sembrano lettere accostate una alle altre prive di significato, a qualcuno ricorderanno il famigerato WTO del 1995, quel trattato sulla libertà degli scambi commerciali che con la deregolamentazione dei mercati finanziari creò la bomba sociale sulla quale siamo seduti. Fu un accordo che portò in tutto il mondo milioni di persone in piazza per denunciare quella che poi si dimostrò essere una grande rapina ai danni dei lavoratori e dei ceti subalterni. Ma chi si ricorda più i tanto vituperati e derisi No Global?

more >>
© 2005-2017 Anarkismo.net. Unless otherwise stated by the author, all content is free for non-commercial reuse, reprint, and rebroadcast, on the net and elsewhere. Opinions are those of the contributors and are not necessarily endorsed by Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]