user preferences

italia / svizzera / scuola e università / opinione / analisi mardi août 30, 2016 02:16 par Lucio Garofalo
È ormai imminente l'avvio del nuovo anno scolastico. La sede in cui dovrò prestare servizio è quella dell'anno scorso: dista pochi chilometri dal luogo in cui attualmente abito ed è un ambiente, tutto sommato, vivibile e pacifico. Almeno per il momento, gli effetti velenosi della "Buona Scuola" non sono stati inoculati. Ecco il punto che mi preme sollevare: la spinosa e famigerata questione della "Buona Scuola", com'è stata ribattezzata la "riforma" renziana della scuola... read full story / add a comment
italia / svizzera / lotte sul territorio / opinione / analisi lundi août 29, 2016 06:14 par Lucio Garofalo
Non mi dispiacerebbe affatto se si risvegliasse una vivace e sincera dialettica democratica e pluralistica nella comunità lionese... read full story / add a comment
italia / svizzera / ambiente / opinione / analisi vendredi août 26, 2016 01:53 par Lucio Garofalo
Tra le abitazioni private e gli edifici pubblici che sono crollati a causa del sisma dell'altra notte, rientra addirittura una scuola costruita nel 2012, per cui dovrebbe essere stata, almeno in teoria, una struttura antisismica. In ogni caso, alcuni giorni fa si è verificata in Giappone una scossa della stessa entità (magnitudo 6 scala Richter), ma non si sono registrati danni alle persone... read full story / add a comment
italia / svizzera / ambiente / opinione / analisi mercredi août 24, 2016 23:02 par Lucio Garofalo
La terra trema ancora in Italia, ma non abbiamo imparato nessuna lezione... read full story / add a comment
mashrek / arabia / irak / lotte indigene / cronaca lundi août 22, 2016 09:59 par Ilan S.
Dopo tanti anni è dura abituarsi alla sostituzione dei lacrimogeni e dei proiettili con la minaccia di essere arrestati se uno supera una certa linea immaginaria. Per molti anni ci siamo preoccupati di quando sarebbe arrivato il giorno in cui chi prende le decisioni nello Stato di Israele avrebbe ridotto al minimo e persino interrotto la dura repressione delle manifestazioni unitarie settimanali contro l'occupazione, contro i coloni e contro il muro della separazione. Il 27-5-16 a Bil'in fu la prima volta in cui le forze di stato non spararono su una manifestazione. Ce ne vollero altre dodici così perchè capissimo che eravamo davanti ad un vero cambiamento di strategia. Lo scorso venerdì loro ci hanno persino "invitato" a tornare a manifestare nell'area del nuovo muro della separazione - proibita a tutti noi da almeno un anno. Pare che i tanti milioni investiti nella lotta per contrastare la campagna B.D.S. (boicottaggio, disinvestimento, sanzioni contro le merci israeliana, ndr) siano serviti ad assumere dei managers più intelligenti in grado di costringere l'esercito a ingoiare il proprio orgoglio ed a smettere di maltrattare le manifestazioni del venerdì e gli attivisti internazionali che
vi prendono parte. read full story / add a comment
mashriq / arabia / iraq / indigenous struggles / news report dimanche août 21, 2016 15:49 par Ilan S.   text 1 comment (last - lundi août 22, 2016 03:27)
After so many years it is hard to get used to the replacement of tear gas and bullets with threat of arrests if we cross an imaginary line. For many years we worried about the day when the Israeli state decision makers will minimise or even stop the the harsh repression of the weekly joint demonstrations against the occupation, the settlers and the separation wall. On 27-5-16 was the first demo in Bil'in the state forces did not shoot us. It took a dozen such non shootings to realize it is a real strategic shift. The last Friday they even "invited" us to return the demo to the area near the new separation wall - forbidden for us for about a year. It seems the multi millions invested in the struggle against the B.D.S. recruited a more intelligent managers who was able to force the army to swallow their pride and stop harassing the Friday demos and the international activists participating in them. read full story / add a comment
italia / svizzera / cultura / recensione jeudi août 18, 2016 02:50 par Lucio Garofalo
Ho letto il libro di un autore irpino, intitolato "Lettera a un Giudice". È un romanzo scritto in forma epistolare che racconta l'amara vicenda, non autobiografica, di un "secchione" (inteso in un'accezione simpatica e goliardica) che, non essendo raccomandato, fallisce la prova di un concorso per dirigenti pubblici, per cui decide di rivolgersi ad un magistrato per offrire libero sfogo al suo sdegno contro la corruzione ed il malcostume della società... read full story / add a comment
italia / svizzera / scuola e università / opinione / analisi mercredi août 17, 2016 23:34 par Lucio Garofalo
L'ideologia che ispira la politica del renzismo, che definire "vandalico" sarebbe un eufemismo, è riconducibile ad una propensione ad assecondare i "poteri forti" (in primis, la Confindustria), ma anche gli umori e gli istinti più irrazionali e viscerali delle fasce sociali più retrograde, qualunquiste e rozze della popolazione italiota. Le spinte retrive si possono riassumere in una volontà di azzerare o neutralizzare quelli che sono gli effetti ancora vivi, in termini di progresso e di emancipazione civile e culturale, generati dalle battaglie sociali e dai movimenti politico-sindacali sorti dal biennio 1968/69... read full story / add a comment
italia / svizzera / religione / opinione / analisi mercredi août 17, 2016 00:47 par Lucio Garofalo
Com'è noto, il calendario cristiano rievoca oggi la festività di san Rocco, patrono di Lioni, il mio borgo natio. Ma, a quanto pare, san Rocco è un santo venerato ed onorato in numerosi luoghi d'Italia e all'estero... read full story / add a comment
greece / turkey / cyprus / miscellaneous / opinion / analysis dimanche août 14, 2016 19:20 par Huseyin Civan
Istanbul Yenikapi Rally that was realized last Sunday is an important example showing the extent of political mobilization in Turkey, happening in the last month. The rally, which was joined by five million people and the leaders of opposition parties (except HDP), showing "unity of the protectors of democracy", actually had multiple messages targeting both domestic and foreign politics. During the coup process, which can be described as the clashing of power groups inside the state, it looks like president Erdogan and AKP Government managed to talk different political groups into their "politics for coup process". read full story / add a comment
internazionale / cultura / opinione / analisi dimanche août 14, 2016 01:50 par Lucio Garofalo
Da sempre sono convinto che le droghe e le discoteche forniscano una sorta di arma subdola e solo apparentemente incruenta, che è abilmente impiegata per alienare, rincitrullire e controllare le giovani generazioni, vale a dire per sedare il dissenso e soffocare la rabbia giovanile, senza far ricorso alle forze dell'ordine, alla repressione carceraria, all'azione coercitiva di quelle istituzioni che per natura e vocazione sono deputate proprio a funzioni di ordine pubblico: cito in primis la polizia. Sia ben chiaro, a scanso di equivoci, che non è una mia intenzione colpevolizzare le discoteche, e tantomeno chi le frequenta... read full story / add a comment
internazionale / economia / opinione / analisi vendredi août 12, 2016 00:02 par Lucio Garofalo
Che cos'è il PIL? Il Prodotto Interno Lordo indica un dato statistico assolutamente falsato, nel senso che è distorto e manipolato ad arte dai vari "istituti di ricerca" (che non sono affatto indipendenti, checché se ne dica altrimenti), ad uso e consumo delle élites eurocratiche dell'alta finanza: la Trojka, la Commissione Europea, la BCE, il FMI. La stima del PIL è un esercizio che giova soprattutto alle oligarchie capitaliste che hanno l'interesse a massimizzare costantemente i loro profitti. Infatti, il prodotto interno lordo non è mai distribuito in modo equo tra le classi sociali di una nazione. Un Paese come la Cina, che vanta il più alto PIL del mondo, possiede oltre un miliardo di poveri... read full story / add a comment
aotearoa / pacific islands / miscellaneous / press release mardi août 09, 2016 08:44 par AWSM
After a bit of a hiatus, we have published an August 2016 issue of our news sheet Solidarity. read full story / add a comment
aotearoa / pacific islands / the left / opinion / analysis mardi août 09, 2016 08:35 par AWSM
This article looks at the centenary of the Labour Party in New Zealand/Aotearoa and the outcome of the party's actions in that time. read full story / add a comment
internazionale / vari / opinione / analisi mardi août 09, 2016 01:51 par Lucio Garofalo
Chiunque pensi di discutere della questione giovanile nella società contemporanea, trattandola in un senso troppo generico o superficiale, rischierebbe di essere sterile, vacuo, inefficace, mescolando nel calderone una serie di tematiche diverse come politiche giovanili, forum dei giovani, musica e cultura giovanile, discoteche, tossicodipendenze e devianze giovanili, attività sportive, formazione culturale, alternanza scuola-lavoro, stage professionali ed altre forme subdole di sfruttamento dei giovani e via discorrendo. Alla fine è come non discuterne affatto. Non serve se non si focalizza il tema centrale, che è la precarietà, il concetto-chiave che descrive e riassume la drammatica e crudele situazione di fragilità e ricattabilità vissuta da intere generazioni di giovani... read full story / add a comment
internazionale / imperialismo / guerra / opinione / analisi mardi août 02, 2016 01:53 par Lucio Garofalo
Chi ha tutto l'interesse ad arruolare, addestrare e strumentalizzare i miliziani jihadisti, temo che non insegua affatto delle finalità religiose. Mi riferisco a quei manovratori politici che siedono nelle "alte sfere" del potere che agiscono sul terreno internazionale. L'Isis si insinua dentro i conflitti intestini al mondo islamico, in primis nello scontro secolare tra sunniti e sciiti, per rovesciare i rapporti di forza vigenti nel quadro politico arabo-islamico, in regioni geopolitiche e strategiche assai delicate e determinanti per le sorti del capitalismo, quali il Medio Oriente o il Golfo Persico, non soltanto perché ricche di materie prime e giacimenti petroliferi. Da noi, nelle società secolarizzate occidentali, gli ideali religiosi sono stati soppiantati da altri moventi, che costituiscono dei veri e propri surrogati della dimensione religiosa. Mi viene in mente il tifo calcistico, giusto per indicare un esempio... read full story / add a comment
aotearoa / pacific islands / anarchist movement / link to pdf lundi août 01, 2016 19:18 par Aotearoa Workers Solidarity Movement
Kia ora,

you can download our August 2016 news sheet on our website: http://www.awsm.nz/wp-content/uploads/2016/08/Solidarit...8.pdf

Feel free to print some out and distributed them around your workplace or community centre.

Articles:
- The fight for anarchism is the fight for peace
- A better paid wage slave is still a wage slave
- Plastic Free or Capitalism Free
- Zero hours = Zero dollars = pissed off

Love and rage from the deep South Pacific
Aotearoa Workers Solidarity Movement - http://awsm.nz read full story / add a comment
italia / svizzera / scuola e università / opinione / analisi samedi juillet 30, 2016 02:56 par Lucio Garofalo
Da poche ore sono stati ufficializzati gli esiti della mobilità interprovinciale nella scuola e mi pare che ci sia chi esulta per il trasferimento ottenuto nelle vicinanze di casa propria (avendone tutte le ragioni, ovviamente), attribuendo i meriti al MIUR ed al ministro Giannini, di fatto già santificata. Ciò è un torto, nel senso che è un ragionamento errato e deviante: un diritto non può essere spacciato come un favore elargito arbitrariamente, a discrezione di qualche "santo", per quanto potente esso sia. Insomma, se hai raggiunto finalmente lo scopo della tua vita, la tanto attesa ed agognata stabilità professionale e persino la vicinanza della sede lavorativa, questo risultato non è certo ascrivibile al governo in carica, ma è evidentemente un tuo diritto finalmente riconosciuto e a lungo negato... read full story / add a comment
greece / turkey / cyprus / anarchist movement / news report vendredi juillet 29, 2016 01:34 par APO
In the crack of dawn on 27th of July, strong police forces carried out a coordinated eviction operation of 3 squatted buildings in Thessaloniki, these are migrants' housing squat "Orfanotrofio", new migrants' housing squat "Huriya" on C. Dill str. and the housing squat on Nikis blvrd. The forces of repression arrested 83 people and 75 of them are accused with "social peace disturbance". In between the arrested, there is one of our comrades, member of the Collective for Social Anarchism "Mavro & Kokkino" ("Black & Red"). The operation of repression was continued with the demolition of the space of "Orfanotrofio". read full story / add a comment

This page has not been translated into Français yet.

This page can be viewed in
English Italiano Deutsch
Rojava: Mensaje urgente de un compañero anarquista en Afrin
© 2005-2018 Anarkismo.net. Unless otherwise stated by the author, all content is free for non-commercial reuse, reprint, and rebroadcast, on the net and elsewhere. Opinions are those of the contributors and are not necessarily endorsed by Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]