user preferences

Upcoming Events

No upcoming events.
300_0___20_0_0_0_0_0_coyuntura.jpg
internazionale / movimento anarchico / opinione / analisi Thursday May 07, 2020 02:21 by Alternativa Libertaria/FdCA   image 1 image
Il 2020 è iniziato con alcuni cambiamenti a livello regionale, e soprattutto con la continuità dell'enorme e incredibile mobilitazione del popolo cileno. Quella rivolta popolare che ha attraversato più di 100 giorni ha cambiato la situazione sociale e politica di quel Paese, e ha avuto un impatto anche sull'intera regione. È apparso un nuovo scenario e, come abbiamo detto nell'analisi precedente, si inserisce nel quadro dell'enorme ondata di mobilitazioni popolari che si è dispiegata per le comunità latinoamericane (Haiti, Ecuador, e altri Paesi con minore intensità). Come si vede, è tempo per la gente in strada, questi sono tempi di lotta.
Allo stesso tempo, sta iniziando in tutto il mondo una nuova crisi economica che sta aumentando con il Coronavirus e il suo impatto sui mercati internazionali. La questione del petrolio e i suoi effetti sulle economie periferiche dell'America Latina possono avere un impatto anche sul costo della vita e sulla legittimità della tecnocrazia ultraliberale, che continua a far parte di questa nuova fase in tutto il nostro continente.
Ma la pandemia del coronavirus ha portato con sé anche una serie di cambiamenti in questa nuova fase, difficile e prematura da valutare. Tuttavia, il suo impatto ci costringe a discutere di una nuova situazione, una fase globale che sta cambiando con politiche di controllo di massa e misure repressive crescenti, ed è qui che i tre decenni di devastazione del neoliberismo diventano evidenti con il crollo della sanità pubblica e delle misure di sicurezza sociale.
Abbiamo diviso questa analisi in due sezioni: una prima dedicata alla mobilitazione cilena e ai cambiamenti sociali e politici nel continente; e una seconda con un'analisi preliminare sulla nuova situazione che si è venuta a creare dopo l'espansione di Covid-19. read full story / add a comment
ita.jpg
mashrek / arabia / irak / imperialismo / guerra / opinione / analisi Thursday April 16, 2020 04:45 by vários   image 1 image
COVID-19, che ha messo in quarantena un numero innumerevole di città e ha paralizzato interi settori economici, non ha ancora fermato la continua guerra sporca della Turchia e del suo alleato Daesh contro la popolazione della regione settentrionale della Siria, che ha dovuto continuare a difendersi senza alcuna tregua. In questo momento, l'assedio dormiente della Siria, promosso dalla Russia nel suo tentativo di essere egemone nella regione, è stato evidente, perché sta utilizzando questi territori come scenario di confronto contro l'imperialismo americano.

Attualmente, queste persone devono ora lottare contro la propagazione del nuovo coronavirus nei loro territori. L'amministrazione autonoma del Rojava affronta questo pericolo in uno stato di debolezza a causa della difficoltà di mantenere il suo sistema sanitario funzionante nonostante la guerra.

In questo momento tutte le organizzazioni popolari dovrebbero agire insieme per sfidare la guerra e aiutare il più possibile i popoli curdi, arabi e assiri, affinché la loro autonomia e il loro diritto all'autodeterminazione nei loro territori siano giustamente rispettati. Di fronte al silenzio cinico e ipocrita dello Stato e della borghesia, noi, anarchici del mondo, ribadiamo ancora una volta la nostra solidarietà internazionalista e dal basso con la rivoluzione del Rojava, così che essa trionfi sulla pandemia globale del coronavirus e sulla pandemia della guerra.
Di fatto, coloro che continuano a fare la guerra alle persone mentre i sistemi sanitari stanno crollando a causa di COVID-19 sono due volte più criminali.

Basta a tutte le guerre!

PER LA VITA E LA LIBERTÀ! LUNGA VITA AL ROJAVA! read full story / add a comment
_111366331_gettyimages1207345948.jpg
italia / svizzera / vari / documento politico Sunday March 29, 2020 18:52 by Igle   image 1 image
La logica privatistica introdotta nella sanità pubblica, l’estensione del concetto della competitività con il corrispettivo allargamento di quella privata, ha portato ad una costante ed ineluttabile riduzione di posti letto complessivi.
Oltre a questa falcidia nel 2015 il Governo Renzi nel regolamento per gli standard ospedalieri definito con decreto (Decreto n70 del 02\04\2015) ha stabilito che un utilizzo medio dell’ 80/90 % dei posti letto durante l’anno deve essere ritenuto sufficiente.
Quindi basta che i pazienti di Covid-19 raggiungano il 10/20 % dei posti letto di rianimazione a disposizione per saturare i Reparti. read full story / add a comment
cala_3.jpg
internazionale / movimento anarchico / opinione / analisi Wednesday December 18, 2019 03:38 by Ig   image 1 image
Dopo una serie di incontri e occasioni, le organizzazioni politiche anarchiche in America Latina hanno deciso di rilanciare il Coordinamento Anarchico Latinoamericano (CALA), nel quadro di questo complesso contesto politico e sociale che il nostro continente sta vivendo.
[Castellano] [English] [Ελληνικά] [Türkçe] read full story / add a comment
italia / svizzera / storia / opinione / analisi Tuesday July 23, 2019 17:13 by Lucio Garofalo
A proposito del tema della violenza, in questi giorni, a 18 anni di distanza dal 2001, vengono rievocate le drammatiche giornate di Genova, segnate dalle terribili violenze della repressione poliziesca, dall'assalto alla scuola Diaz, dalle torture nel carcere di Bolzaneto, dall'assassinio di Carlo Giuliani, ecc. read full story / add a comment
d1a7tr8844d17b000345539be5273f2110f598.gif
italia / svizzera / repressione / prigionieri / opinione / analisi Monday July 22, 2019 00:21 by Lucio Garofalo   image 1 image
18 anni fa, il 20 luglio del 2001, Carlo Giuliani era un ragazzo di 23 anni. Era nato nel 1978, un anno di notevoli e straordinari mutamenti della società italiana anzitutto sul terreno dei diritti e delle conquiste civili... read full story / add a comment
copertina libro
internazionale / storia dell'anarchismo / cronaca Monday June 17, 2019 17:15 by leo   image 1 image
Questo volume ci offre un capitolo piuttosto sconosciuto nel mondo libertario italiano: il ruolo dei volontari anarchici di madre lingua tedesca durante la guerra civile spagnola 1936-39.
Molto spazio viene dedicato alla rivoluzione libertaria e sociale con numerosi contributi sulla collettivizzazione. Inoltre giornalisti, scrittori e fotoreporter raccontano la rivoluzione culturale ed artistica nonché la campagna dell’alfabetizzazione. Ci siamo messi anche sulle tracce di anarchici tedeschi in esilio che sono andati in spagna in aiuto della repubblica (e avevo descritto nel mio saggio precedente: "Contro Hitler-gli anarchici e la resistenza tedesca dimenticata").

Con una dozzina di testimonianze dirette i volontari anarchici e della sinistra rivoluzionaria ci accompagnano al fronte, nelle giornate sanguinose del maggio 1937 di Barcellona, nella repressione comunista e nelle prigioni staliniane in Spagna, di nuovo in esilio, nei campi in Francia e nei campi di concentramento tedeschi.
read full story / add a comment
This page can be viewed in
English Italiano Deutsch
Neste 8 de Março, levantamos mais uma vez a nossa voz e os nossos punhos pela vida das mulheres!
© 2005-2020 Anarkismo.net. Unless otherwise stated by the author, all content is free for non-commercial reuse, reprint, and rebroadcast, on the net and elsewhere. Opinions are those of the contributors and are not necessarily endorsed by Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]