user preferences

mashrek / arabia / irak / lotte sul territorio / cronaca Thursday April 19, 2012 16:29 byIlan S.
Israele è nel panico di fronte ad una eventuale terza intifada. Lo si capisce dallo sforzo eccessivo fatto per impedire a poche centinaia di attivisti internazionali di entrare nel paese. I media se ne sono strumentalmente occupati, ma grande è stata la vergogna quando si è visto in un video un colonnello israeliano colpire brutalmente un ciclista danese che stava dentro una squadra di ciclisti in una manifestazione nella Valle del Giordano. [English] read full story / add a comment
mashrek / arabia / irak / lotte sul territorio / cronaca Friday April 13, 2012 18:13 byIlan S.
Dopo l'appello per la terza intifada non armata lanciato dal carcere dal dirigente palestinese Marwan Barghouti, la 7a Conferenza della lotta popolare tenutasi a Bil'in è sia la celebrazione del lungo cammino fin qui fatto, sia la commemorazione dei martiri uccisi dalle forze di stato israeliane, sia la solidarietà con gli attivisti in carcere come pure un'opportunità per augurare la guarigione a tutti i feriti durante la lotta che non demorde. [English] read full story / add a comment
italia / svizzera / lotte sindacali / comunicato stampa Sunday April 08, 2012 13:51 byCommissione Sindacale FdCA
La "magnifica riconquista", che ripristina un principio di civiltà giuridica, il prevedere la reintegra nel caso di licenziamenti economici insussistenti, su cui è costruita la nota della segreteria della CGIL, parte da questa modifica introdotta nella stesura definitiva del governo sull'articolo 18: la manifesta insussistenza del licenziamento per motivo economico. read full story / add a comment
italia / svizzera / lotte sindacali / opinione / analisi Saturday April 07, 2012 22:59 bymm
Dentro il licenziamento individuale per cause economiche c'è la mediazione alla Direzione Provinciale del Lavoro dove, se licenziamento economico è dubbio, si può ottenere risarcimento monetario che si riduce al massimo di 2 anni, a cui segue un percorso di rinserimento con agenzie del lavoro; in caso si vada dal giudice si rischia di perdere la monetizzazione della fuoriuscita, in ogni caso si modifica la causale del provvedimento. read full story / add a comment
italia / svizzera / vari / opinione / analisi Saturday April 07, 2012 22:38 bymm
Oltre la soddisfazione per la caduta infame di Bossi (o dell'infame Bossi?) e l'impasse di una gestione discutibile della cassa dentro la Lega che non ci stupisce ed in attesa dei dettagli, dopo aver visto nani e ballerine in parlamento, non ci si poteva aspettare che un giusto sostegno ai propri figli, economico e morale, includendo pure gli amici. read full story / add a comment
italia / svizzera / economia / opinione / analisi Thursday April 05, 2012 20:49 byviap
"La riforma del mercato del lavoro in una prospettiva di crescita" - così recita il titolo - risulta divisa in 3 parti: tipologie contrattuali (precarietà), ammortizzatori sociali, disciplina sulla flessibilità in uscita art.18. L'unicità del provvedimento raggiunge come risultato la liberalizzazione del mercato del lavoro attraverso un doppio passaggio di intervento, diretto, con soppressione e modifiche a leggi esistenti sommato alla soppressione e modifiche di diritti e tutele inerenti al diritto del lavoro e di derivazione contrattuale. read full story / add a comment
mashrek / arabia / irak / lotte sul territorio / cronaca Thursday March 29, 2012 22:55 byIlan S.
Non è una cosa facile far continuare la lotta di base popolare e non armata settimana dopo settimana, anno dopo anno... Ma, se c'è qualcosa che riesce a tenere la schiena dritta e lo spirito più alto questa è la tsumud (persistenza) nella lotta contro la repressione e le persecuzione da parte delle forze israeliane. Queste tengono in considerazione la lotta popolare, anche se sono più forti di noi, ma spesso oscillano tra feroci azioni di repressione e ritirate dovute a considerazioni più politiche. E' ancora vivo in me il ricordo di uno di questi intensi scontri. [English] read full story / add a comment
mashrek / arabia / irak / lotte sul territorio / cronaca Wednesday March 28, 2012 18:10 byIlan S.
E' il secondo venerdì che un attivista di Anarchici Contro il Muro rimane seriamente ferito. Nel corso della manifestazione a Nabi Salih della scorsa settimana, fu un proiettile di gomma a colpire alla base del collo uno dei nostri. Il venerdì precedente fu una bomboletta di gas lacrimogeno a spezzare la gamba di un altro nostro attivista. Sembra che lo forze di stato non facciamo più differenza tra noi ed i palestinesi nel corso delle manifestazioni. Probabilmente vanno in cerca di un altro scandalo mediatico dopo il video con cui abbiamo documentato una loro aggressione contro un attivista israeliano. Sebbene non sia affatto facile, stiamo iniziando a partecipare anche alle nuove lotte persistenti iniziate in altri villaggi. Bil'in e Ni'lin che sono stati in prima fila nella lotta e nella repressione ora sono sullo sfondo. La maggiore pressione è oggi su Nabi Salih, e stiamo a vedere quello che potrebbe accadere a Qaddum ed ad-Dik. [English] read full story / add a comment
italia / svizzera / genero / opinione / analisi Tuesday March 27, 2012 18:42 byDiversamente Occupate
Circola in queste ore la relazione di Fornero sulla riforma del mercato del lavoro. E’ solo una relazione, non il testo di legge, ma già smaschera il trucco di quella che doveva essere la rivoluzione che parlava ai giovani e alle donne. A loro, le donne, Fornero dedica un intero paragrafo: Interventi per una maggiore inclusione delle donne nella vita economica. Ergo, la vita economica di questo paese passa per il lavoro, e le donne, ancora una volta, vanno “tutelate”, “incluse”. Vediamo come, secondo Fornero & co. read full story / add a comment
italia / svizzera / lotte sindacali / comunicato stampa Friday March 23, 2012 20:35 byCommissione Sindacale FdCA
Alla battaglia dei metalmeccanici, che sta continuando anche in questi giorni in diverse aree industriali del paese si stanno aggiungendo, in alcuni territori significativi, altre categorie. Questo rimane il punto di riferimento dirimente: scioperi, assemblee in sciopero, blocchi e manifestazioni, con uscite dai luoghi di lavoro sono esempi di autonoma espressione dei lavoratori. A prescindere ed indipendentemente dai tempi di decisione della Camusso e del rituale del dialogo sindacal-padronale-governativo che sta caratterizzando questa pseudo-trattativa. read full story / add a comment
mashrek / arabia / irak / lotte sul territorio / cronaca Thursday March 15, 2012 17:36 byIlan S.
Ci vuole un po' di tempo prima che un nuovo villaggio che entra a far parte della lotta popolare non-armata e persistente giunga a manifestazioni coerenti. Beit Dajan sembra essere la new entry, ma solo le prossime settimane potranno dirlo. Questa settimana il cuore delle manifestazioni è stato a Beit Ummar, Bil'in, ad-Dik, Ma'sara, Nabi Salih, Ni'lin, Qaddum, Sheikh Jarrah, a cui si sono aggiunte le azioni a Hebron sud in supporto alle famiglie maltrattate, e il quartiere di Silwan nella Gerusalemme occupata. Al posto di blocco di Qalandiya ci sono state diverse azioni anche questa settimana. L'intensificarsi dei tamburi di guerra negli attacchi a Gaza hanno fatto salire la tensione già alta per i fermenti in tutta la regione. [English] read full story / add a comment
italia / svizzera / repressione / prigionieri / comunicato stampa Sunday March 11, 2012 18:23 byUnione Sindacale Italiana
Solidarietà agli arrestati per i fatti del 9 marzo a Roma, libertà per Paolo e altri, a studenti aggrediti dai fascisti, difendiamo spazi di agibilità per il conflitto sociale e di classe. read full story / add a comment
mashrek / arabia / irak / lotte sul territorio / cronaca Thursday March 08, 2012 18:00 byIlan S.
A volte è come la fatica di Sisifo, ma la lotta persistente continua. Piccole conquiste ed il debole richiamo delle prime rondini che giungono in coda al vento invernale stanno portando la primavera in questo tormentato versante orientale del Mar Mediterraneo. Le notizie riguardo al successo della campagna B.D.S. [Boycott-Disinvestment-Sanctions, ndt]) e di altre azioni di solidarietà internazionale di sostegno ci incoraggiano a dispetto della nuova ondata dei tentativi dei coloni israeliani. [English] read full story / add a comment
mashrek / arabia / irak / lotte sul territorio / cronaca Wednesday March 07, 2012 16:56 byIlan S.
Il tema comune delle manifestazioni del week end è stato il 18° anniversario del massacro della Moschea Ibrahimi da parte del colono Dottor Goldstein e dell'intensa violenza che ne seguì... come se la punizione delle vittime palestinesi fosse la logica conclusione. La manifestazione a Hebron ha portato centinaia di Palestinesi, una consistente parte degli israeliani di anarchici contro il muro ed altri attivisti israeliani - più di 100, simile nei numeri a quelli della settimana precedente per il 7° anniversario delle manifestazioni a Bil'in. Sia la lotta nella Cisgiordania occupata contro l'occupazione, sia la lotta per la giustizia sociale in Israele montano per la sollevazione di primavera. [English] read full story / add a comment
grecia / turchia / cipro / repressione / prigionieri / comunicato stampa Monday March 05, 2012 21:14 byCompagni ed amici di Panagiotis Giannikakis
La storia dietro la brutale aggressione poliziesca contro il compagno Panagiotis Giannikakis (Atene, Grecia) [English] read full story / add a comment
italia / svizzera / lotte sindacali / comunicato stampa Monday March 05, 2012 21:02 byCommissione Sindacale FdCA
In pochi mesi, dal luglio al dicembre 2011, passando dal governo di destra al governo di techno-Monti, la scuola ed il pubblico impiego sono stati investiti da provvedimenti legislativi che hanno prodotto importanti effetti e drammatiche ripercussioni. Il pretesto fornito dalla situazione di attacco ai titoli di stato italiani e dalle pressioni dell'Unione Europea è stato preso al balzo per introdurre profonde decurtazioni agli organici, alle carriere, ai diritti (salute, pensioni) alla contrattazione, ai servizi pubblici. read full story / add a comment
italia / svizzera / lotte sul territorio / cronaca Sunday March 04, 2012 10:34 byDonato Romito
Sabato 3 marzo, una cinquantina di attivisti solidali con la lotta NO TAV in Val di Susa hanno dato vita a Pesaro ad un combattivo presidio in Piazzale Collenuccio. read full story / add a comment
grecia / turchia / cipro / economia / comunicato stampa Tuesday February 28, 2012 18:14 byConsiglio dei Delegati FdCA
Sosteniamo il popolo greco in lotta e auspichiamo per la Grecia e per tutti i Paesi un futuro di libertà, con un'economia al servizio degli esseri umani e non degli speculatori. read full story / add a comment
italia / svizzera / movimento anarchico / documento politico Tuesday February 28, 2012 17:45 byConsiglio dei Delegati FdCA
Il nostro compito resta quello di lavorare per una società comunista e libertaria, e sappiamo bene che non basterà invocarla nei nostri scritti perché ciò si avveri, non sarà un mantra che distruggerà il capitalismo e lo Stato, ma l'azione di uomini e di donne che riusciranno ad immaginarsi una uscita dalle maceria prodotte; dobbiamo ripartire, verso la costruzione di una nuova prassi rivoluzionaria, fatta di idee e di analisi critica dell'esistente aperta a quanti condividano con noi l'analisi e le finalità dell'impegno rivoluzionario. read full story / add a comment
mashrek / arabia / irak / lotte sul territorio / cronaca Friday February 24, 2012 19:00 byIlan S.
All'inizio ci fu il campeggio unitario a Mas'ha di anarchici israeliani con attivisti palestinesi locali. Ci sono voluti 2 anni di sporadiche lotte prima che prendesse vita la lotta persistente del villaggio di Bil'in. Dopo 3 anni di lotte alterne in parallelo con Bil'in è stata la volta di Ni'lin ad unirsi come secondo villaggio di lotta persistente... [English] read full story / add a comment

This page has not been translated into Türkçe yet.

This page can be viewed in
English Italiano Deutsch
E

it

Thu 28 Aug, 09:05

browse text browse image

textPalestina-Israele, l'attacco militare a Gaza è stato un fallimento rispetto alle aspettative ma anch... 18:11 Mon 25 Aug by Ilan S. 0 comments

La guerra di Israele su Gaza intendeva indebolire Hamas ma renderlo indipendente dall'Autorità in Cisgiordania. Un mese e mezzo è passato ed Israele non riesce a fermare il lancio di razzi di Hamas su Israele. Hamas ha chiesto ad alta voce la rimozione dell'assedio ed il primo ministro israeliano non ha avuto l'appoggio necessario dalla sua coalizione per il necessario compromesso. Per diminuire le perdite e per salvare la faccia Israele con il sostegno degli USA stanno ora delegando la questione a quel Consiglio di Sicurezza dell'ONU di cui Israele non si è curato per molti anni. [English]

textPalestina-Israele, l'attacco israeliano a Gaza finisce con la sconfitta della sua arrogante dimostra... 17:03 Fri 15 Aug by Ilan S. 0 comments

Israele aveva iniziato il suo attacco a Gaza per sabotare il compromesso tra Hamas e l'Autorità Palestinese e per restaurare un governo indipendente di un indebolito Hamas sulla Striscia di Gaza. Il compromesso di Hamas doveva essere una risposta al blocco egiziano finalizzato a smantellare Hamas stesso. Il fallito attacco israeliano porterà ad una significativa apertura del confine tra Israele e la Striscia di Gaza laddove prima dell'attacco passa lo stretto necessario in una situazione sull'orlo di una catastrofe umanitaria. [English]

textPalestina-Israele, la lotta unitaria in tempi di guerra 17:07 Wed 06 Aug by Ilan S. 0 comments

Le lotte unitarie nelle solite località di Bil'in, Ni'lin, Ma'sara, Sheikh Jarrah, Nabi Saleh, Qaddum, le colline a ovest di Hebron, svoltesi nel weekend ed in settimana, si sono focalizzate sulla guerra a Gaza e sugli aspetti più evidenti dell'occupazione. Ad oggi, sembra che Israele abbia fallito l'obiettivo di insediare a Gaza un governo di Hamas indipendente ma indebolito, dato che le atrocità commesse su Gaza non sono riuscite a suscitare una pressione internazionale sufficiente a spingere l'Egitto ad allentare l'assedio su Gaza. Pare che tra Hamas e l'Autorità Palestinese in Cisgiordania verrà rinnovato quel patto che Israele ha così strenuamente cercato di sabotare. [English]

gaza.jpg imagePalestina, l'ostaggio perenne 00:06 Wed 23 Jul by Federazione dei Comunisti Anarchici 0 comments

Continua la guerra nella Striscia di Gaza governata da Hamas, anche se in tutto il mondo continuano le manifestazioni contro le scelte guerrafondaie di Israele. Dalla scomparsa dei tre coloni da Gush Etzion, (colonia per soli ebrei sotto il controllo totale dello stato di Israele in Cisgiordania), Israele ha posto sotto assedio quattro milioni di palestinesi, bombardando ospedali, scuole, ogni sorta di obiettivi civili, distruggendo e saccheggiando case, rubando, effettuando sequestri, ferendo e uccidendo sia in modo mirato che indiscriminato al di fuori di ogni legislazione internazionale.

textPalestina-Israele - conflitto senza fine tra il colonialismo sionista ed i palestinesi 17:56 Tue 22 Jul by Ilan S. 0 comments

Siamo al 13° giorno di guerra nella Striscia di Gaza governata da Hamas. In tutto il mondo continuano le manifestazioni contro le scelte guerrafondaie di Israele. Tutto quello che Israele vuole da questa guerra è rompere l'unità di governo palestinese ed evitare l'accelerazione degli accordi di pace. Il problema causato dalla resa di Hamas, messa in ginocchio dalla crisi economica, alla Autorità Palestinese, deriva dalle scelte del governo egiziano, il quale minaccia molto seriamente quel progetto di divisione permanente dei Palestinesi a cui Israele ha dedicato tanti sforzi. Il solo totale collasso del governo di Hamas nella Striscia di Gaza spaventa Israele più di ogni altra cosa. [English]

pal.jpg imagePalestina: nessuna giustizia, nessuna pace! 14:47 Thu 17 Jul by Alternative Libertaire 0 comments

Da molti giorni l'esercito israeliano bombarda la striscia di Gaza, in seguito al lancio di razzi sul territorio israeliano. Col pretesto di prendersela con i "terroristi", o con "quelli che rifiutano la pace", i bombardamenti colpiscono in realtà la popolazione civile, bambini compresi, e servono a scoraggiare con il terrore ogni volontà di resistenza. [Français]

textChi dice che il futuro è finito? 15:28 Sun 13 Jul by Segreteri Nazionale FdCA 0 comments

I diversi fattori che al momento sembrano scollegati tra loro delineano il punto di caduta o, almeno, il tentativo del capitale di trovare un nuovo equilibrio internazionale per assicurare una nuova fase di accumulazione capitalistica, in area occidentale (USA-EU). Ciò che viene comunemente definita crisi e che dal 2008 affligge interi popoli sembra non poter uscire dalla propria dimensione monetaria. Una politica monetaria - che vede le banche commerciali protagoniste nella creazione di danaro attraverso il prestito reso possibile dall'aumento del debito - ha una funzione temporale necessaria a proteggere la capitalizzazione del sistema finanziario, ma ha il pregio di mostrare a tutti quali sono le dinamiche del potere finanziario.

textPalestina-Israele, settimane tumultuose inibiscono gli sforzi di Israele per scatenare una terza int... 14:34 Sun 13 Jul by Ilan S. 0 comments

Proprio quando la pressione dell'Europa su Israele per un compromesso con il governo palestinese stava cogliendo il momento giusto favorito dal calo in atto delle esportazioni israeliane, Israele ha cercato di trarre vantaggio dal rapimento dei tre giovani coloni applicando i "piani nel cassetto" nel tentativo di incendiare una intifada armata. Quasi tre settimane di propaganda basata su menzogne (come se sapessero già della morte dei tre giovani) hanno inondato i media. Quando alla fine i corpi sono stati "trovati", le bugie sono risultate per quello che erano e le intimidazioni per far accendere l'intifada hanno fallito l'obiettivo. I crescenti crimini di odio dell'estrema destra israeliana e l'uccisione di un giovane palestinese a Gerusalemme Est occupata hanno scatenato una dura reazione nella città e nelle zone palestinesi all'interno dei confini del 1948. [English]

oabubakralbaghdadi570.jpg imageSulla crisi in Iraq 16:22 Sun 29 Jun by Kurdish Anarchists Forum 0 comments

La crisi in Iraq risale al regime di Saddam Hussein ed è proseguita con "l'attuale regime democratico" dopo l'invasione del 2003. Non c'era libertà, né giustizia sociale; nessuna uguaglianza e pochissime opportunità per coloro che erano indipendenti dai partiti al potere. Oltre alle violenze ed alle discriminazioni contro le donne e la gente comune si è creata una forbice enorme tra i ricchi ed i poveri, con i ricchi sempre più ricchi ed i poveri sempre più poveri. [English]

textPalestina-Israele: Lotta senza fine per bloccare l'avanzata del progetto coloniale sionista 15:51 Sun 29 Jun by Ilan S. 0 comments

Negli ultimi 12 giorni la macchina propagandistica israeliana ha pompato alla grande sul caso del sequestro dei 3 giovani coloni al fine di giustificare ulteriori sforzi per spingere i palestinesi ad un trasferimento "volontario". Hanno finto di usare il sequestro per spezzare Hamas. In realtà hanno usato entrambi nel tentativo disperato di provocare una terza Intifada. Far confluire 700 soldati nel villaggio di Na'ama (vicino Bil'in) che conta 2000 abitanti per arrestare due attivisti di Hamas è una cosa davvero ridicola a cui è difficile dare credito. Falliti i tentativi di far scoppiare una terza Intifada e di bloccare il compromesso tra Hamas e Fatah (uno dei più importanti pilastri della politica israeliana del divide et impera), si fa sempre più invasiva la pressione delle potenze imperialiste mondiali su Israele per mettere fine all'occupazione del 1967. [English]

more >>

textIsraele ha dato fuoco al paiolo Aug 02 by Ilan S. 0 comments

Gia prima dell'attuale attacco, la guerra era stata iniziata dal blocco egiziano sulla Striscia di Gaza, con l'intento di far cadere il governo di Hamas in quanto organizzazione facente parte del movimento dei Fratelli Musulmani. [English] [Türkçe]

imageSoluzione finale per la Palestina Aug 02 by José Antonio Gutiérrez D. 0 comments

Benyamin Netanyahu ha dichiarato che l'esercito è giunto alla fase finale di questa operazione. Ufficialmente, fase "finale" significa chiudere i tunnel attraverso cui ai progionieri del ghetto di Gaza possono giungere cibo, medicine e tutte quelle cose che si sono rese inaccessibili a causa dell'assedio medioevale imposto loro da Israele, con l'appoggio europeo, nordamericano ed egiziano. Significa tagliare le vene che ancora fanno vivere Gaza, rendere irreversibile tale grave situazione ed accelerare la morte lenta di questa comunità di circa 2 milioni di esseri umani per fame, malattie e mancanza di acqua. Sembra che Israele stia proprio cercando la "soluzione finale" alla "questione palestinese". [Castellano]

imageIsraele/Palestine: dietro l'attuale conflitto Jul 28 by Ilan S. 0 comments

L'Egitto insiste nel voler annientare il governo di Hamas, propaggine dei Fratelli Musulmani, sulla Striscia di Gaza. Israele vuole "solo" sabotare il cedimento/compromesso di Hamas verso l'Autorità Palestinese sulla Cisgiordania. Per capire l'importanza del contesto politico degli eventi in corso bisogna rifarsi al novembre 2012, con l'accordo tra Israele ed Hamas sponsorizzato dall'Egitto. [English]

imageI Curdi, tra accerchiamento islamista e progressi politici Jul 26 by Elisenda Panadés 0 comments

Il Kurdistan della Siria, solo di fronte agli attacchi jihaidisti, lancia un appello alla solidarietà internazionale. [Castellano]

imageI Brics e il nuovo asse di espansione capitalista Jul 26 by BrunoL 0 comments

Dalla 6ª Riunione del Vertice dei leader del blocco di paesi composto da Brasile, Russia, India, Cina e Sud Africa (Brics) sono uscite indicazioni per un obiettivo e per due certezze. Il fatto concreto è dare ordine alla redistribuzione geografica del capitalismo mondiale. Fondare i pilastri di una Nuova Banca per lo Sviluppo ed un Fondo di Contingenza sono passi importante per sovrapporsi al moribondo ordine scaturito da Bretton Woods. [Português]

more >>

imagePalestina, l'ostaggio perenne Jul 23 FdCA 0 comments

Continua la guerra nella Striscia di Gaza governata da Hamas, anche se in tutto il mondo continuano le manifestazioni contro le scelte guerrafondaie di Israele. Dalla scomparsa dei tre coloni da Gush Etzion, (colonia per soli ebrei sotto il controllo totale dello stato di Israele in Cisgiordania), Israele ha posto sotto assedio quattro milioni di palestinesi, bombardando ospedali, scuole, ogni sorta di obiettivi civili, distruggendo e saccheggiando case, rubando, effettuando sequestri, ferendo e uccidendo sia in modo mirato che indiscriminato al di fuori di ogni legislazione internazionale.

imagePalestina: nessuna giustizia, nessuna pace! Jul 17 AL 0 comments

Da molti giorni l'esercito israeliano bombarda la striscia di Gaza, in seguito al lancio di razzi sul territorio israeliano. Col pretesto di prendersela con i "terroristi", o con "quelli che rifiutano la pace", i bombardamenti colpiscono in realtà la popolazione civile, bambini compresi, e servono a scoraggiare con il terrore ogni volontà di resistenza. [Français]

textChi dice che il futuro è finito? Jul 13 Federazione dei Comunisti Anarchici 0 comments

I diversi fattori che al momento sembrano scollegati tra loro delineano il punto di caduta o, almeno, il tentativo del capitale di trovare un nuovo equilibrio internazionale per assicurare una nuova fase di accumulazione capitalistica, in area occidentale (USA-EU). Ciò che viene comunemente definita crisi e che dal 2008 affligge interi popoli sembra non poter uscire dalla propria dimensione monetaria. Una politica monetaria - che vede le banche commerciali protagoniste nella creazione di danaro attraverso il prestito reso possibile dall'aumento del debito - ha una funzione temporale necessaria a proteggere la capitalizzazione del sistema finanziario, ma ha il pregio di mostrare a tutti quali sono le dinamiche del potere finanziario.

imageSulla crisi in Iraq Jun 29 KAF 0 comments

La crisi in Iraq risale al regime di Saddam Hussein ed è proseguita con "l'attuale regime democratico" dopo l'invasione del 2003. Non c'era libertà, né giustizia sociale; nessuna uguaglianza e pochissime opportunità per coloro che erano indipendenti dai partiti al potere. Oltre alle violenze ed alle discriminazioni contro le donne e la gente comune si è creata una forbice enorme tra i ricchi ed i poveri, con i ricchi sempre più ricchi ed i poveri sempre più poveri. [English]

imageContro i Mondiali e contro la repressione: seminare lotta e organizzazione! Jun 26 CAB 0 comments

L'insieme di lotte e conflitti sindacali e sociali in corso nel paese prima e durante i Mondiali di Calcio tiene sotto pressione il governo federale, alcuni governi statali, municipi e padroni, generando una guerra dei nervi nei principali centri urbani del paese. [Português

more >>
© 2005-2014 Anarkismo.net. Unless otherwise stated by the author, all content is free for non-commercial reuse, reprint, and rebroadcast, on the net and elsewhere. Opinions are those of the contributors and are not necessarily endorsed by Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]