user preferences

New Events

Internazionale

no event posted in the last week

Palestina In Lotta, Sempre

category internazionale | lotte indigene | cronaca author Monday January 28, 2019 22:42author by Gianni Sartori Report this post to the editors

Un breve aggiornamento su alcuni recenti episodi inerenti alla questione palestinese, tra repressione di Stato e lotte popolari
palestine.jpg


ORDINARIA AMMNISTRAZIONE IN PALESTINA

(Gianni Sartori)

Altri due manifestanti palestinesi hanno perso la vita venerdì scorso per mano dei soldati israeliani. Il primo è stato abbattuto (ma si registrano anche numerosi feriti) nel corso delle ormai abituali manifestazioni settimanali al confine della Striscia di Gaza. Qui - il 25 gennaio - circa 10mila palestinesi si erano radunati per manifestare e alcuni di loro avrebbero lanciato non meglio specificati “proiettili” contro i militari appostati sulla linea confinaria.

L'altro palestinese, un ragazzo di 16 anni, è stato ucciso in Cisgiordania dove i soldati avevano aperto il fuoco contro un gruppetto di adolescenti. Stando alla ricostruzione ufficiale, questi ragazzi avevano lanciato dei sassi verso i veicoli israeliani transitanti sulla strada 60. Nella medesima circostanza – appare francamente eccessiva la definizione di “scontro” - altri due giovanissimi palestinesi sono rimasti feriti.

Da segnalare, forse in sintonia con quanto si applica nei confronti dei volontari anti-Isis e pro-curdi italiani, la repressione esercitata da Madrid su chi solidarizza con un altro popolo oppresso da decenni. Assieme ad altri due militanti, Angeles Maestro Martin, responsabile dell'associazione Red Roja, aveva organizzato una colletta a favore dei palestinesi. Una prima parte della modesta cifra raccolta era stata consegnata a Leila Khaled - figura storica, icona quasi, della resistenza - in occasione di un giro di conferenze nella penisola iberica. Il ricavato di una seconda colletta veniva invece consegnato direttamente all'Autorità nazionale palestinese.

L'accusa nei confronti degli esponenti di Red Roja (che dovranno presentarsi in tribunale il 5 febbraio) è piuttosto grave: “finanziamento del terrorismo”.

Addirittura.

Proseguono intanto, anche in Europa, le iniziative a favore della scarcerazione di Ahmad Sa'adat, segretario generale del FPLP (Fronte popolare per la Liberazione della Palestina). Dal 15 al 22 gennaio varie manifestazioni, sit-in e cortei si sono svolti in una quindicina di paesi. A Berlino, Goteborg, New York, Baltimora, Copenaghen, Bruxelles, Tolosa, Tunisi, Atene, Alicante, Milano, Dublino, Nottingham, Buenos Aires, Manchester...

A sostegno dell'esponente palestinese detenuto da 17 anni si sono espressi vari partiti e organizzazioni. Oltre ad altri prigionieri politici come il comunista libanese George Abdallah.

This page has not been translated into Català yet.

This page can be viewed in
English Italiano Deutsch
#Nobastan3Causales: seguimos luchando por aborto libre en Chile
© 2005-2019 Anarkismo.net. Unless otherwise stated by the author, all content is free for non-commercial reuse, reprint, and rebroadcast, on the net and elsewhere. Opinions are those of the contributors and are not necessarily endorsed by Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]