user preferences

New Events

Grecia / Turchia / Cipro

no event posted in the last week

BAKUR OPPRESSO E SFRUTTATO

category grecia / turchia / cipro | lotte indigene | opinione / analisi author Tuesday August 14, 2018 22:11author by Gianni Sartori Report this post to the editors

Nel Bakur (territori curdi sotto amministrazione-occupazione turca) il partito di Erdogan (AKP) continua a saccheggiare e sfruttare le risorse naturali (petrolio, minerali...) di questa regione curda. Anzi, le operazioni di estrazione negli ultimi mesi hanno subito una significativa accelerazione.

BAKUR OPPRESSO E SFRUTTATO

(Gianni Sartori)

In passato il Kurdistan – grazie anche alle sue abbondanti risorse naturali (acqua, terreni fertili, minerali...) – ha consentito a numerose comunitŕ e civiltŕ di autodeterminarsi, garantendo sia ai curdi che ad altri popoli presenti nella regione i mezzi per svilupparsi autonomamente.
Oggi - sotto forma di un “colonialismo interno” da manuale - i minerali estratti nel Kurdistan, una delle terre piů ricche al mondo di risorse naturali (disgraziatamente per i curdi, verrebbe da dire), vengono raffinati e lavorati all'ovest, nella Turchia propriamente detta. In particolare, da anni il petrolio estratto in Kurdistan viene dirottato verso la Turchia.
Come č – relativamente – noto la quasi totalitŕ del petrolio “turco” proviene dalle regioni curde (da Batman, Adiyaman, Amed, Sirnak- Silopi, Siirt, Urfa, Mardin-Nusaybin...) dove sono presenti anche grandi riserve di rame, cromo, piombo, argento, carbone, lignite...
Tutto questo ben di dio viene estratto per venir trasportato nell'ovest, in Turchia per essere poi venduto (previa raffinazione e lavorazione) all'estero.
Senza che alla popolazione curda ne derivi alcun beneficio.
Il petrolio, in particolare, viene sistematicamente incanalato - “dirottato” - grazie agli oleodotti verso le raffinerie turche di Izmir-Aliaga, Kocaeli, Iprash, Kirikkale e altre dell'Anatolia centrale e di Hatay, Dortyol...
E' ormai piů di un secolo che lo stato turco estrae petrolio dai giacimenti curdi e recentemente – come ho detto – questo sfruttamento ha subito un'impennata, un'accelerazione, con nuove campagne di esplorazione (promosse dall'AKP, per esempio a Hakkari-Van, ma anche a Çukurca, Şemdinli, Bitlis) per individuare e scavare nuovi pozzi.
Dietro tutto questo, la Turkish Petroleum Corporation (TPAO) che poco tempo fa – in maggio – ha realizzato un altro campo di estrazione petrolifere nel distretto di Çukurca(Hakkari). Berat Albayrak – ex ministro dell'Energia e delle Risorse naturali – aveva giŕ annunciato lo scavo dei primi pozzi in profonditŕ “nella regione di Semdinli e a Cizre e Van a Siirt, nel nord”.
Significativo – per quanto scontato – ciň che hanno dichiarato alcuni abitanti – curdi - delle regioni interessate dallo sfruttamento intensivo delle risorse da parte di Ankara:
“Noi non vogliamo che lo Stato turco estragga le nostre risorse. Vogliamo essere noi a utilizzarle”.
Soltanto puro, legittimo buonsenso direi.
Qualcuno lo vada a spiegare a Erdogan, per favore.
Gianni Sartori

This page has not been translated into Norsk yet.

This page can be viewed in
English Italiano Deutsch
#Nobastan3Causales: seguimos luchando por aborto libre en Chile

Front page

Μετά την καταστροφή τι;

Aufruf zur Demonstration am 2.9.2018 in Unterlüß "Rheinmetall entwaffnen – Krieg beginnt hier"

Mass protest in central and southern Iraq

Ecology in Democratic Confederalism

[Colombia] Perspectivas sobre la primera vuelta de las elecciones presidenciales de Colombia 2018

Call for Solidarity with our Russian Comrades!

8 reasons anarchists are voting Yes to Repeal the hated 8th

Comunicado de CGT sobre la Nakba, 70 ańos de dolores para el Pueblo Palestino

[ZAD] Les expulsions ont commencé, la zad appelle ŕ se mobiliser

Assassinato Político, Terrorismo de Estado: Marielle Franco, Presente!

La Huelga General del 8 de Marzo, un hito histórico

A intervençăo federal no Rio de Janeiro e o xadrez da classe dominante

Halklarla Savaşan Devletler Kaybedecek

Σχετικά με τον εμπρησμό

Ciao, Donato!

[Uruguay] Ante el homicidio de un militante sindical: Marcelo Silvera

[Argentina] Terrorista es el Estado: Comunicado ante el Informe Titulado "RAM"

[Catalunya] Continuisme o ruptura. Sobre les eleccions del 21D

Reconnaissance par Trump de Jérusalem comme capitale d'Israël : de l'huile sur le feu qui brűle la Palestine

Noi comunisti anarchici/libertari nella lotta di classe, nell'Europa del capitale

Luttons contre le harcčlement et toutes les violences patriarcales !

The Old Man and the Coup

Hands off the anarchist movement ! Solidarity with the FAG and the anarchists in Brazil !

URGENTE! Contra A Criminalizaçăo, Rodear De Solidariedade Aos Que Lutam!

© 2005-2018 Anarkismo.net. Unless otherwise stated by the author, all content is free for non-commercial reuse, reprint, and rebroadcast, on the net and elsewhere. Opinions are those of the contributors and are not necessarily endorsed by Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]