user preferences

Paesi Bassi / Germania / Austria - Evento comunista anarchico
Wednesday August 29 2018
11:00 AM

Chiamata: „Disarmiamo Rheinmetall – La guerra inizia qui“

[English] [Ελληνικά] [Deutsch] [Castellano] [Français]

category paesi bassi / germania / austria | imperialismo / guerra | evento comunista anarchico author Tuesday August 07, 2018 09:55author by Rheinmetall entwaffnen Report this post to the editors

Le armi tedesche sono coinvolte nelle uccisioni in tutto il mondo. La Germania è il quarto***es**portatore***di armi al mondo ed il secondo nell’UE. Negli ultimi 10 anni, Rheinmetall è stato in grado di diventare – senza molte proteste – uno dei maggiori fornitori di munizioni al mondo.

Campeggio dal 29/08/2018 al 04/09/2018 vicino alla fabbrica di Rheinmetall in Germania, a Unterlues.
affiche_camp_antiarmes_1.jpg

Tramite filiali all’estero, la Rheinmetall riesce persino a eludere le poche normative e regole di esportazione di armi esistenti ed a vendere i suoi prodotti nelle regioni di guerra e di crisi.

Le conseguenze sono proficue e sanguinarie allo stesso tempo: nello Yemen, le persone muoiono per le bombe che Rheinmetall ha prodotto in Italia. La Turchia sta usando i carri armati Leopard 2 nella guerra nel /nord/della /Siria //ad Afrin/in violazione del diritto internazionale. L’esercito turco della NATOsta distruggendo le strutture sociali che hanno aperto la strada alla liberazione delle donne, alla democrazia di base e all’ecologia negli ultimi anni.

In cooperazione con questo regime turco, Rheinmetall punta alla costruzione di una fabbrica di munizioni e alla produzione di carri armati in Turchia. Rheinmetall sta costruendo una fabbrica per la produzione delveicolo blindato da trasporto“FUCHS” in Algeria. Questo elenco può essere continuato a lungo.

Non vogliamo continuarea permettere che lepersone muoianoattraversogli armamenti di Rheinmetall.

A prima vista, diventa chiaro che il discorso sui controlli delle esportazioni e sui diritti umani non ha alcun ruolo nella realtà. La politica tedesca non difende alti valori all’estero, ma solo le vendite di prodotti tedeschi – equipaggiamento bellico incluso.

Anche se circa l’80% della popolazione tedesca rifiuta queste esportazioni di armi, i responsabili non sono molto colpiti. Ci sono state diverse attività contro Rheinmetall in passato, ad es. campeggi di protestae azioni presso il centro di addestramento al combattimento della Rheinmetall (GÜZ) negli stabilimenti della brughiera Colbitz-Letzlingene presso le fabbriche di Rheinmetall. Quest’anno, vogliamo riagganciaresu questo con una manifestazione, un campeggiodi pace e una varietà di azioni presso ilsito di produzione di Rheinmetall a Unterlüß vicino Düsseldorf. Insieme, stiamo trasmettendoun segnale
chiaro controla produzione di armi e contro lesue conseguenze dirette quali guerra, terrore, fuga e povertà.

Le azioni intorno all’1 ° settembre, ilgiorno internazionalecontro la guerra, significano per noi non solo la resistenza contro una società di armamenti, ma la difesa di un altro mondo possibile. Vogliamo discutere il passaggio dell’industria distruttiva alla produzione civile ed ecologica. Vogliamo lottare per una coesistenza globale pacifica e sociale invece di omicidi e concorrenza amara. Non sopportiamo più un mondo di discriminazione e oppressione.

This page has not been translated into 한국어 yet.

This page can be viewed in
English Italiano Deutsch
Neste 8 de Março, levantamos mais uma vez a nossa voz e os nossos punhos pela vida das mulheres!

Front page

[Colombia] Declaración XI Asamblea Semestral Grupo Estudiantil Anarquista

Encuentros Ácratas: Reflexiones sobre el Paro Cívico Nacional de 1977

Η Κοινωνική Αναπαράσταση των Αναρχικών

Building Working Class Unity in South Africa: Lessons from United Fronts in Germany, Italy and Russia

Anarquismo, militância y arte: Entrevista con Juan Pilo (FAU)

Las llamas de la Amazonía y el avance del capitalismo.

Declaración ante la represión en la marcha contra la injerencia de UPM en la educación

Fascism and its cure

DEBATENDO O CONCEITO DE IMPERIALISMO NO SÉCULO XXI

Class struggle, the Left and power – Part 2

Should the Anti-Capitalists Contest Elections?

Carta Opinión de la fAu – agosto 2019

Nota da CAB ao mês da Visibilidade Lésbica

Todo apoio à luta contra a intervenção de Bolsonaro na UFSS

The struggle continues

Αλληλεγγύη στους πρόσφυγες

Για την άμυνα του Αμαζονίου!

La crisis del proceso de paz colombiano como coartada para la intervención militar en Venezuela

En caso de incendio, queme al terrateniente y al imperialismo: ¡en defensa del Amazonas!

Em caso de incêndio queime o latifúndio e o imperialismo: em defesa da Amazônia!

Αντίσταση στην κρατική καταστολή



Un año del gobierno Duque

The latest message from Ocalan and my opinion

«Le soldat est tombé»: disparition de Mandla Khoza, militant anarchiste-communiste et activiste du ZACF et du Swaziland

© 2005-2019 Anarkismo.net. Unless otherwise stated by the author, all content is free for non-commercial reuse, reprint, and rebroadcast, on the net and elsewhere. Opinions are those of the contributors and are not necessarily endorsed by Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]