preferenze utente

cerca nell'archivio del sito Cerca cerca nell'archivio del sito


Search comments

ricerca avanzata

Paesi Bassi / Germania / Austria - Evento comunista anarchico
mercoledì agosto 29 2018
11:00

Chiamata: „Disarmiamo Rheinmetall – La guerra inizia qui“

[English] [Ελληνικά] [Deutsch] [Castellano] [Français]

category paesi bassi / germania / austria | imperialismo / guerra | evento comunista anarchico author martedì agosto 07, 2018 09:55author by Rheinmetall entwaffnen Segnalare questo messaggio alla redazione

Le armi tedesche sono coinvolte nelle uccisioni in tutto il mondo. La Germania è il quarto***es**portatore***di armi al mondo ed il secondo nell’UE. Negli ultimi 10 anni, Rheinmetall è stato in grado di diventare – senza molte proteste – uno dei maggiori fornitori di munizioni al mondo.

Campeggio dal 29/08/2018 al 04/09/2018 vicino alla fabbrica di Rheinmetall in Germania, a Unterlues.
affiche_camp_antiarmes_1.jpg

Tramite filiali all’estero, la Rheinmetall riesce persino a eludere le poche normative e regole di esportazione di armi esistenti ed a vendere i suoi prodotti nelle regioni di guerra e di crisi.

Le conseguenze sono proficue e sanguinarie allo stesso tempo: nello Yemen, le persone muoiono per le bombe che Rheinmetall ha prodotto in Italia. La Turchia sta usando i carri armati Leopard 2 nella guerra nel /nord/della /Siria //ad Afrin/in violazione del diritto internazionale. L’esercito turco della NATOsta distruggendo le strutture sociali che hanno aperto la strada alla liberazione delle donne, alla democrazia di base e all’ecologia negli ultimi anni.

In cooperazione con questo regime turco, Rheinmetall punta alla costruzione di una fabbrica di munizioni e alla produzione di carri armati in Turchia. Rheinmetall sta costruendo una fabbrica per la produzione delveicolo blindato da trasporto“FUCHS” in Algeria. Questo elenco può essere continuato a lungo.

Non vogliamo continuarea permettere che lepersone muoianoattraversogli armamenti di Rheinmetall.

A prima vista, diventa chiaro che il discorso sui controlli delle esportazioni e sui diritti umani non ha alcun ruolo nella realtà. La politica tedesca non difende alti valori all’estero, ma solo le vendite di prodotti tedeschi – equipaggiamento bellico incluso.

Anche se circa l’80% della popolazione tedesca rifiuta queste esportazioni di armi, i responsabili non sono molto colpiti. Ci sono state diverse attività contro Rheinmetall in passato, ad es. campeggi di protestae azioni presso il centro di addestramento al combattimento della Rheinmetall (GÜZ) negli stabilimenti della brughiera Colbitz-Letzlingene presso le fabbriche di Rheinmetall. Quest’anno, vogliamo riagganciaresu questo con una manifestazione, un campeggiodi pace e una varietà di azioni presso ilsito di produzione di Rheinmetall a Unterlüß vicino Düsseldorf. Insieme, stiamo trasmettendoun segnale
chiaro controla produzione di armi e contro lesue conseguenze dirette quali guerra, terrore, fuga e povertà.

Le azioni intorno all’1 ° settembre, ilgiorno internazionalecontro la guerra, significano per noi non solo la resistenza contro una società di armamenti, ma la difesa di un altro mondo possibile. Vogliamo discutere il passaggio dell’industria distruttiva alla produzione civile ed ecologica. Vogliamo lottare per una coesistenza globale pacifica e sociale invece di omicidi e concorrenza amara. Non sopportiamo più un mondo di discriminazione e oppressione.

This page can be viewed in
English Italiano Deutsch
© 2001-2018 Anarkismo.net. Salvo indicazioni diversi da parte dell'autore di un articolo, tutto il contenuto del sito può essere liberamente utilizzato per fini non commerciali sulla rete ed altrove. Le opinioni espresse negli articoli sono quelle dei contributori degli articoli e non sono necessariamente condivise da Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]