preferenze utente

cerca nell'archivio del sito Cerca cerca nell'archivio del sito


Search comments

ricerca avanzata

Nuovi eventi

Grecia / Turchia / Cipro

nessun evento segnalato nell'ultima settimana
Articoli recenti su Grecia / Turchia / Cipro Repressione / prigionieri

Ενάντια στην &#... dic 07 17 by Αναρχική Ομοσπονδία

Νίκη στους Nuriye Gülmen ... ott 16 17 by Ελευθεριακή Πρωτοβουλία Θεσσαλονίκης

Αλληλεγγύη σ ... set 20 17 by Ελευθεριακή Πρωτοβουλία Θεσσαλονίκης

NURIYE LIBERA!

category grecia / turchia / cipro | repressione / prigionieri | cronaca author martedì dicembre 05, 2017 04:38author by Gianni Sartori Segnalare questo messaggio alla redazione

All'ottavo mese di sciopero della fame e dopo sei mesi di detenzione, Nuriye Gulmen torna in libertà, anche se condizionale.


NURIYE E’ LIBERA!
Gianni Sartori

Nuriye Gulmen è finalmente tornata a casa. Anche se soltanto in libertà condizionale, in attesa dell’appello. Infatti, contro ogni evidenza e senso della realtà, l'ex docente universitaria risulta condannata a sei anni e tre mesi per terrorismo (in quanto presunta appartenente all'organizzazione DHKP-C) nonostante i testimoni dell'accusa si siano contraddetti a vicenda e le accuse risultassero sostanzialmente infondate. Il regime, com'era prevedibile, non ha voluto sconfessare la sua opera repressiva. Ma ormai risultava evidente che la determinazione, la coerenza e il coraggio di questa donna di 35 anni, ridotta a 34 chili di peso, stavano diventando ingestibili per il governo di Erdogan.

Nuriye è stata liberata venerdì 1 ottobre, quasi all'ottavo mese di sciopero della fame e dopo sei mesi di detenzione.
Chi assisteva all'udienza ci ha parlato dell'emozione, quasi incredulità, dei presenti al momento del verdetto.
Anche in questa circostanza, come nelle udienze precedenti, non le hanno consentito di partecipare, se non in video conferenza dal reparto di cure intensive di un ospedale di Ankara. Sempre chi era in aula ha descritto pure l'incredulità, momentanea, di Nuriye stessa. Rimasta quasi attonita dopo la notizia, ritrovava la parola al momento di scendere dall'ambulanza (portata a braccia, non essendo in condizione di camminare): “Sono immensamente felice di ascoltare la vostra voce. Pensavo che non l'avrei mai più sentita”. Così, con un filo di voce, si è rivolta a quanti (amici, parenti, militanti solidali...) erano accorsi per accoglierla.
Ovviamente ci auguriamo che il suo fisico, duramente provato dal lungo sciopero della fame, sia in grado di recuperare quanto prima.
In ogni caso la sua epica testimonianza, la sua resistenza di prigioniera dissidente costituiscono un simbolo, un esempio per tutti coloro che “sentono sulla propria pelle ogni ingiustizia commessa contro chiunque in qualsiasi parte del mondo”.
E anche, aggiungo, una speranza per gli sfruttati, calpestati, umiliati e offesi di ogni luogo e tempo.

Gianni Sartori

author by Gianni Sartoripublication date lun dic 11, 2017 22:51Segnalare questo messaggio alla redazione

"...Nuriye è stata liberata venerdì 1 ottobre, quasi all'ottavo mese di sciopero della fame..."

ovviamente la data è sbagliata
Nuriye è tornata in libertà (per quanto provvisoria) il 1 dicembre

pardon
Gianni Sartori

 
This page can be viewed in
English Italiano Deutsch
© 2001-2018 Anarkismo.net. Salvo indicazioni diversi da parte dell'autore di un articolo, tutto il contenuto del sito può essere liberamente utilizzato per fini non commerciali sulla rete ed altrove. Le opinioni espresse negli articoli sono quelle dei contributori degli articoli e non sono necessariamente condivise da Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]