Benutzereinstellungen

Neue Veranstaltungshinweise

Grecia / Turchia / Cipro

Es wurden keine neuen Veranstaltungshinweise in der letzten Woche veröffentlicht

Kommende Veranstaltungen

Grecia / Turchia / Cipro | Repressione / prigionieri

Keine kommenden Veranstaltungen veröffentlicht
Recent articles by Gianni Sartori

textBAKUR OPPRESSO E SFRUTTATO 0 comments

textI CURDI OPPRESSI SIA DA ANKARA CHE DA TEHERAN 0 comments

textCURDI E PALESTINESI UNITI CONTRO L'OPPRESSIONE 0 comments

Recent Articles about Grecia / Turchia / Cipro Repressione / prigionieri

Ενάντια στην &#... Dez 07 17 by Αναρχική Ομοσπονδία

Νίκη στους Nuriye Gülmen ... Okt 16 17 by Ελευθεριακή Πρωτοβουλία Θεσσαλονίκης

Αλληλεγγύη σ ... Sep 20 17 by Ελευθεριακή Πρωτοβουλία Θεσσαλονίκης

NURIYE LIBERA!

category grecia / turchia / cipro | repressione / prigionieri | cronaca author Dienstag Dezember 05, 2017 04:38author by Gianni Sartori Report this post to the editors

All'ottavo mese di sciopero della fame e dopo sei mesi di detenzione, Nuriye Gulmen torna in libertà, anche se condizionale.


NURIYE E’ LIBERA!
Gianni Sartori

Nuriye Gulmen è finalmente tornata a casa. Anche se soltanto in libertà condizionale, in attesa dell’appello. Infatti, contro ogni evidenza e senso della realtà, l'ex docente universitaria risulta condannata a sei anni e tre mesi per terrorismo (in quanto presunta appartenente all'organizzazione DHKP-C) nonostante i testimoni dell'accusa si siano contraddetti a vicenda e le accuse risultassero sostanzialmente infondate. Il regime, com'era prevedibile, non ha voluto sconfessare la sua opera repressiva. Ma ormai risultava evidente che la determinazione, la coerenza e il coraggio di questa donna di 35 anni, ridotta a 34 chili di peso, stavano diventando ingestibili per il governo di Erdogan.

Nuriye è stata liberata venerdì 1 ottobre, quasi all'ottavo mese di sciopero della fame e dopo sei mesi di detenzione.
Chi assisteva all'udienza ci ha parlato dell'emozione, quasi incredulità, dei presenti al momento del verdetto.
Anche in questa circostanza, come nelle udienze precedenti, non le hanno consentito di partecipare, se non in video conferenza dal reparto di cure intensive di un ospedale di Ankara. Sempre chi era in aula ha descritto pure l'incredulità, momentanea, di Nuriye stessa. Rimasta quasi attonita dopo la notizia, ritrovava la parola al momento di scendere dall'ambulanza (portata a braccia, non essendo in condizione di camminare): “Sono immensamente felice di ascoltare la vostra voce. Pensavo che non l'avrei mai più sentita”. Così, con un filo di voce, si è rivolta a quanti (amici, parenti, militanti solidali...) erano accorsi per accoglierla.
Ovviamente ci auguriamo che il suo fisico, duramente provato dal lungo sciopero della fame, sia in grado di recuperare quanto prima.
In ogni caso la sua epica testimonianza, la sua resistenza di prigioniera dissidente costituiscono un simbolo, un esempio per tutti coloro che “sentono sulla propria pelle ogni ingiustizia commessa contro chiunque in qualsiasi parte del mondo”.
E anche, aggiungo, una speranza per gli sfruttati, calpestati, umiliati e offesi di ogni luogo e tempo.

Gianni Sartori

author by Gianni Sartoripublication date Mo Dez 11, 2017 22:51Report this post to the editors

"...Nuriye è stata liberata venerdì 1 ottobre, quasi all'ottavo mese di sciopero della fame..."

ovviamente la data è sbagliata
Nuriye è tornata in libertà (per quanto provvisoria) il 1 dicembre

pardon
Gianni Sartori

 
This page can be viewed in
English Italiano Deutsch
#Nobastan3Causales: seguimos luchando por aborto libre en Chile

Hauptseite

Μετά την καταστροφή τι;

Aufruf zur Demonstration am 2.9.2018 in Unterlüß "Rheinmetall entwaffnen – Krieg beginnt hier"

Mass protest in central and southern Iraq

Ecology in Democratic Confederalism

[Colombia] Perspectivas sobre la primera vuelta de las elecciones presidenciales de Colombia 2018

Call for Solidarity with our Russian Comrades!

8 reasons anarchists are voting Yes to Repeal the hated 8th

Comunicado de CGT sobre la Nakba, 70 años de dolores para el Pueblo Palestino

[ZAD] Les expulsions ont commencé, la zad appelle à se mobiliser

Assassinato Político, Terrorismo de Estado: Marielle Franco, Presente!

La Huelga General del 8 de Marzo, un hito histórico

A intervenção federal no Rio de Janeiro e o xadrez da classe dominante

Halklarla Savaşan Devletler Kaybedecek

Σχετικά με τον εμπρησμό

Ciao, Donato!

[Uruguay] Ante el homicidio de un militante sindical: Marcelo Silvera

[Argentina] Terrorista es el Estado: Comunicado ante el Informe Titulado "RAM"

[Catalunya] Continuisme o ruptura. Sobre les eleccions del 21D

Reconnaissance par Trump de Jérusalem comme capitale d'Israël : de l'huile sur le feu qui brûle la Palestine

Noi comunisti anarchici/libertari nella lotta di classe, nell'Europa del capitale

Luttons contre le harcèlement et toutes les violences patriarcales !

The Old Man and the Coup

Hands off the anarchist movement ! Solidarity with the FAG and the anarchists in Brazil !

URGENTE! Contra A Criminalização, Rodear De Solidariedade Aos Que Lutam!

Grecia / Turchia / Cipro | Repressione / prigionieri | Cronaca | it

Fr 21 Sep, 04:06

browse text browse image

textORA I TURCHI BOMBARDANO ANCHE I CIMITERI 05:52 Mo 10 Apr by Gianni Sartori 0 comments

PROSEGUE DA UN MESE LO SCIOPERO DELLA FAME DI PRIGIONIERI E PRIGIONIERE CURDE NELLA QUASI TOTALE INDIFFERENZA DELL'OPINIONE PUBBLICA OCCIDENTALE. INTANTO LA TURCHIA, MEMBRO DELLA NATO, BOMBARDA OGNI SIMBOLO DELLA RESISTENZA CURDA

16426075_1841964542686094_3875616516575574301_n_1.jpg imageUmut Fırat Süvarioğulları, il rivoluzionario anarchico in carcere, ha messo fine allo... 00:06 Di 21 Feb by Devrimci Anarşist Faaliyet 0 comments

Umut Fırat Süvarioğulları, il rivoluzionario anarchico in carcere nonchè editore del giornale anarchico Meydan ha messo fine allo sciopero della fame che aveva iniziato l'11 dicembre 2016, contro le condizioni di detenzione dello Stato d'emergenza (SOE) a cui era sottoposto all'interno della prigione di Izmir Yenisakran T Type numero 4, dove era stato "trasferito per l'esilio", costretto insieme ad altre 20 persone a stare in una cella da 14 persone e a dormire su letti sporchi di sangue, in condizioni di continue pressioni psicologiche, tortura e mancato riconoscimento della sua identità di rivoluzionario anarchico. [Türkçe] [English]

meydan_30_3.jpg imageTurchia: condannato a pena detentiva l'editore responsabile del giornale anarchico Meydan 08:26 Mi 28 Dez by Devrimci Anarşist Faaliyet 0 comments

L'inchiesta era partita dall'ufficio del procuratore in capo di Istanbul in relazione al contenuto degli articoli "Lo Stato non fa che diffondere ed usare la paura", "Proibito fino a nuovo ordine" e "Ricreando la vita" all'interno del n°30 del nostro giornale pubblicato nel dicembre 2015 col titolo "Proibire tutto". Alla sentenza si è giunti dopo quasi un anno di indagini e di udienze.
[Castellano] [Ελληνικά] [Türkçe] [English]

168224917.jpg imagePolizia e terrore di Stato in scena a Istanbul, ma la lotta cresce 20:10 Mi 12 Jun by Devrimci Anarsist Faaliyet 0 comments

Polizia e terrore di Stato in scena a Istanbul.
La polizia ha caricato in Piazza Taksim e a Gezi Park. Continuiamo a lottare a Istanbul, la nostra lotta va avanti. [English]

Attività Anarchica Rivoluzionaria per il Primo maggio anarchico imageArrestati anarchici in Turchia 21:39 So 20 Mai by Lazar Isotakis 0 comments

Il 14 maggio, la polizia turca ha arrestato 60 persone, tra le quali molt@ compagn@ che hanno partecipato al Primo maggio anarchico a Istanbul.

thodor_2.jpg imageThodoris Iliopoulos (Italiano) 22:13 Fr 21 Aug by Solid@rity 0 comments

LIBERTA A THODORIS ILIOPOULOS CHE FA SCIOPERO DELLA FAME DAL 10 LUGLIO 2009

textTurchia: Mehmet Tarhan, anarchico e obiettore di coscienza, liberato! 18:41 Fr 10 Mär by B.Ö. 0 comments

Oggi, giovedì 9 marzo 2006, l'anarchico omosessuale e obiettore di coscienza, Mehmet Tarhan, è stato liberato in seguito ad una decisione della Corte di Cassazione Militare di Ankara.

Sorry, no stories matched your search, maybe try again with different settings.

image[Turchia] 39° giorno di sciopero della fame in carcere per il rivoluzionario anarchico Umut Fır... Jan 22 0 comments

In un tempo in cui le lacrime non si sono asciugate e la rabbia non si è ancora placata per le città distrutte dai carri armati e dai bombardamenti, per le centinaia di persone uccise, per le migliaia di vecchi, bambini, donne ed uomini feriti e sfollati, vivono nella nostra memoria le immagini dei colpevoli che si ricoprono di medaglie; in un tempo in cui i carri armati e gli aerei che hanno distrutto città ed ucciso le persone prendono di mira Ankara ed Istanbul lo scorso 15 luglio, gli eroi vengono accusati di tradimento nel giro di una notte. Migliaia di persone vengono stipate nelle carceri, decine di migliaia hanno perso il loro posto di lavoro. [Türkçe] [English] [Ελληνικά]

textGiù le mani dai nostri compagni! Mär 05 0 comments

La storia dietro la brutale aggressione poliziesca contro il compagno Panagiotis Giannikakis (Atene, Grecia) [English]

© 2005-2018 Anarkismo.net. Unless otherwise stated by the author, all content is free for non-commercial reuse, reprint, and rebroadcast, on the net and elsewhere. Opinions are those of the contributors and are not necessarily endorsed by Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]