user preferences

Search author name words: AL

28 settembre, giornata internazionale per il diritto all’accesso all’aborto dovunque in Europa e nel mondo

category italia / svizzera | genero | comunicato stampa author Sunday October 01, 2017 00:55author by Alternativa Libertaria/FdCA Report this post to the editors

Alternativa Libertaria/fdca aderisce e partecipa alla giornata internazionale del 28 settembre per difendere ed estendere il diritto all’aborto, che è diritto all’accesso a un aborto sicuro, libero, e gratuito per tutte le donne.

Alternativa Libertaria/fdca aderisce e partecipa alla giornata internazionale del 28 settembre per difendere ed estendere il diritto all’aborto, che è diritto all’accesso a un aborto sicuro, libero, e gratuito per tutte le donne.
Anche all’interno dell’Unione Europea, che si propone come campione nella difesa dei diritti umani, il diritto delle donne a disporre liberamente dei propri corpi viene spesso limitato e posto dopo gli interessi del capitale e merce di scambio politico con le frange reazionarie e patriarcali. Proibito o molto limitato in 5 paesi europei, negli altri paesi il diritto all’aborto è messo in discussione dalle varie politiche di austerità e dalla crescita di idee reazionarie.
Se in Italia si è finora riuscite a rispondere agli attacchi manifesti alla legge 194 non si riesce ancora, a quasi 40 anni dalla promulgazione, a garantirne la applicazione sul territorio nazionale.
Il diritto all’aborto rimane costantemente disapplicato all’interno delle strutture sanitarie, con la presenza storica e inamovibile di percentuali da record di obiettori (strumentali) di coscienza, per cui l’Italia è stata periodicamente richiamata dal Tribunale europeo per i diritti sociali, come dall’assenza di qualunque forma di percorso che lo renda accessibile alla gran parte delle donne.
Il peso di una gravidanza non voluta e non cercata, sempre altissimo e, data lo stato di precarietà vigente, di fatto insostenibile, ricade sempre sulle donne (le più fragili, le giovani, le precarie, le migranti…) e sulla società: se le IVG legali diminuiscono anno dopo anno cresce il ricorso all’aborto clandestino, con le ovvie conseguenze sulla salute delle donne che lo praticano.
Il tutto in un contesto in cui non è garantito né gratuito, come invece avviene in altri paesi europei, il ricorso alla contraccezione, anche d’emergenza, e l’aborto chimico rimane fortemente osteggiato nelle strutture ospedaliere e vengono periodicamente alla luce, anche all’interno delle strutture pubbliche, gravi fatti di intimidazione, vessazione e mala sanità che hanno come vittime le donne che cercano di abortire.
Le donne in questo paese continuano a lottare per rendere effettivo il diritto di autodeterminazione, e questo è il momento di occupare anche lo spazio politico europeo: un’occasione è l’appello alla mobilitazione in tutta Europa lanciato e seguito da centinaia di associazioni, sindacati e organizzazioni politiche europee. Il 28 settembre, che in Italia si affianca alla mobilitazione “Ve la siete cercata” contro la violenza sessuale e la sua strumentalizzazione, è una data che deve segnare l’inizio di una campagna unitaria, a livello europeo, per fare pressione sulle differenti istanze statali e interstatali europee.
Della campagna europea non ci interessa tanto la petizione che sarà recapitata ai membri del Parlamento Europeo il 28 di settembre a Bruxelles, ma l’occasione di una mobilitazione reale che dovrà essere forte. Non abbiamo illusioni su cosa potrebbero portare le prossime elezioni europee nel 2019. Serve un movimento di grande portata di donne e di uomini per la difesa dell’autoderminazione e dei diritti sociali. Per questo da questo 28 settembre, come rete di Anarkismo, ci impegniamo in una campagna europea condivisa con l’obiettivo di ricordare che spetta a ogni donna decidere liberamente del proprio corpo, e a nessun altro.

This page can be viewed in
English Italiano Deutsch
¿Què està passant a Catalunya?

Front page

Noi comunisti anarchici/libertari nella lotta di classe, nell'Europa del capitale

Luttons contre le harcèlement et toutes les violences patriarcales !

The Old Man and the Coup

Hands off the anarchist movement ! Solidarity with the FAG and the anarchists in Brazil !

URGENTE! Contra A Criminalização, Rodear De Solidariedade Aos Que Lutam!

¡Santiago Maldonado Vive!

Catalunya como oportunidad (para el resto del estado)

La sangre de Llorente, Tumaco: masacre e infamia

Triem Lluitar, El 3 D’octubre Totes I Tots A La Vaga General

¿Què està passant a Catalunya?

Loi travail 2017 : Tout le pouvoir aux patrons !

En Allemagne et ailleurs, la répression ne nous fera pas taire !

El acuerdo en preparacion entre la Union Europea y Libia es un crimen de lesa humanidad

Mourn the Dead, Fight Like Hell for the Living

SAFTU: The tragedy and (hopefully not) the farce

Anarchism, Ethics and Justice: The Michael Schmidt Case

Land, law and decades of devastating douchebaggery

Democracia direta já! Barrar as reformas nas ruas e construir o Poder Popular!

Reseña del libro de José Luis Carretero Miramar “Eduardo Barriobero: Las Luchas de un Jabalí” (Queimada Ediciones, 2017)

Análise da crise política do início da queda do governo Temer

Dès maintenant, passons de la défiance à la résistance sociale !

17 maggio, giornata internazionale contro l’omofobia.

Los Mártires de Chicago: historia de un crimen de clase en la tierra de la “democracia y la libertad”

Strike in Cachoeirinha

© 2005-2017 Anarkismo.net. Unless otherwise stated by the author, all content is free for non-commercial reuse, reprint, and rebroadcast, on the net and elsewhere. Opinions are those of the contributors and are not necessarily endorsed by Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]