preferenze utente

cerca nell'archivio del sito Cerca cerca nell'archivio del sito


Search comments

ricerca avanzata

Nuovi eventi

Mashriq / Arabia / Iraq

nessun evento segnalato nell'ultima settimana

The Turkish army is attacking Yezd Kurds and Rojava villages

category mashriq / arabia / iraq | imperialism / war | news report author marted aprile 25, 2017 20:09author by KNK Segnalare questo messaggio alla redazione

Turkish warplanes bombed Şengal (Sinjar-Iraq/Kurdistan) and Drik (Karaok-Rojava/Kurdistan).

According to the latest information, 26 Turkish warplanes attacked Amd and Geliy Kers of Şengal/Sinjar. The bombardment is still going on. It has been learned that prior to the aerial operation, communication networks had been completely cut in Drik and its surrounding areas.
gal_14771.jpg

Many civilian Kurds and Kurdish fighters were killed and wounded

Last night, Turkish warplanes bombed Deng Roajva Radio and IRA-FM and also YPG headquarter in Karaok of Drik city. In relation to the attack, YPG general commander released a statement in which he called upon the Rojavian people to stand up for themselves. YPG statement declared; On Tuesday 25 April, at 02:00 oclock, Turkish warplanes launched an intensive air attack on YPG headquarter in Karaok in the vicinity of Drik. The press and publication centre, the radio, the communication centre and a number of military organisations are located in Karaok. As a result of this brutal attack, a number of our fighters lost their lives while some others got wounded. Their identity will be announced later.

As the YPG, the statement continued, we reiterate that such a coward attack will not affect our will and determination for freedom against terror. Also, we call upon the Rojavian people with all its diversities to align themselves with their legitimate defence forces, reinforcing them in the face of such offensive.

Turkish state terror must end and the coalition forces should not be silent.

PYDs co-president announced that such air attacks are carried out in order to provide support to the ISIS. Owing to this, he continued, the coalition forces should clarify their stance. He also added; They [Turkish warplanes] attack a society that is fighting against terrorism. The coalition forces should not remain silent against this. Nobody should accept this attack.
Turkey wants to neutralise Raqqa Operation

The Syrian Democratic Assembly (MSD) affirmed in a statement that such attack would only serve to strengthen their determination against terror.
The MSDs statement reads as follow: While the Raqqa operation is underway and our forces are gaining upper hand against the ISIS, Turkish warplanes are bombing our headquarters in Karaok and Şengal areas. These attacks show that the Turkish state wants to neutralise Raqqa Operation in order to give a breathing space to the ISIS.

author by Alternativa Libertaria/FdCA - Ufficio Relazioni Internazionalipublication date mer apr 26, 2017 01:48Segnalare questo messaggio alla redazione

Attacco aereo turco sui Curdi Yezd e sui villaggi in Rojava
25 aprile 2017 - by KNK

Gli aerei turchi hanno bombardato Şengal (Sinjar-Iraq/Kurdistan) and Drik (Karaok-Rojava/Kurdistan).

Secondo le ultime informazioni, 26 aerei turchi hanno bombardato Amd e Geliy Kers nel Şengal/Sinjar. Il bombardamento ancora in corso. Si appreso che prima delle operazioni aeree, le comunicazioni erano state del tutto interrotte a Drik e nelle aree circostanti.

Molti civili e combattenti curdi risultano uccisi e feriti.

La scorsa notte, aerei turchi hanno bombardato Radio Deng Roajva e IRA-FM come pure i quartieri generali della YPG a Karaok nei pressi della citt di Drik. In relazione all'attacco, il generale delle YPG ha rilasciato un comunicato in cui chiama il popolo del Rojava alla resistenza. Il comunicato delle YPG dice: Marted 25 aprile, alle 2.00, aerei turchi hanno lanciato un attacco intensivo sul quartier generale delle YPG a Karaok nelle vicinanze di Drik. Il centro stampa, la radio ed il centro comunicazioni ed un certo numero di organismi militari sono dislocati a Karaok. In conseguenza di questo brutale attacco, diversi nostri combattenti hanno perso la vita mentre altri sono rimasti feriti. La loro identit verr comunicata pi in l.

Come YPG, prosegue il comunicato, ribadiamo che tali attacchi vigliacchi non mineranno la nostra volont e la nostra determinazione per la libert contro il terrorismo. Inoltre, facciamo appello al popolo del Rojava, in tutte le sue diversit, a sostenere le sue legittime forze di difesa, rafforzandole di fronte a questo attacco.

Il terrorismo dello Stato turco deve finire e le forze della coalizione non dovrebbero rimanere silenziose.

Il co-presidente del PYD ha dichiarato che tali attacchi sono finalizzati a dare supporto all'ISIS. A causa di ci, ha aggiunto, le forze della coalizione dovrebbero chiarire la loro posizione. Ha inoltre dichiarato che Gi aerei turchi attaccano una societ che sta combattendo contro il terrorismo. Le forze della coalizione non dovrebbero restare silenti di fronte a casi simili. Nessuno dovrebbe accettare questi attacchi.
La Turchia vuole neutralizzare l'Operazione Raqqa.

L'Assemblea Democratica Siriana (MSD) ha affermato in un suo comunicato che tale attacco serve solo a rafforzare la determinazione contro il terrorismo.
Il comunicato della MSD dice anche: mentre l'Operazione Raqqa in corso e le nostre forze stanno guadagnando terreno contro l'ISIS, gli aerei turchi stanno bombardando i nostri quartier generali nelle zone di Karaok e Şenga. Questi attacchi mostrano come lo stato turco vuole neutralizzare l'operazione Raqqa allo scopo di dare respiro all'ISIS.

(traduzione a cura di Alternativa Libertaria/fdca - Ufficio Relazioni Internazionali)

 
This page can be viewed in
English Italiano Deutsch
2001-2017 Anarkismo.net. Salvo indicazioni diversi da parte dell'autore di un articolo, tutto il contenuto del sito pu essere liberamente utilizzato per fini non commerciali sulla rete ed altrove. Le opinioni espresse negli articoli sono quelle dei contributori degli articoli e non sono necessariamente condivise da Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]