user preferences

New Events

Irlanda / Gran Bretagna

no event posted in the last week

Stiamo vincendo la battaglia sull'acqua

category irlanda / gran bretagna | lotte sul territorio | opinione / analisi author Wednesday September 02, 2015 17:47author by Brian Ancom - WSM Report this post to the editors

L'imminente nostra dimostrazione di forza a Dublino il 29 agosto sarà una grandiosa mobilitazione di popolo da ogni angolo dell'isola per dire un sentito "No" al programma di tassare l'acqua deciso dal governo di Fine Gael e Laburisti. [English]
La guerra dell'acqua
La guerra dell'acqua

"Le gente dovrebbe pagare per l'acqua che usa" è il ritornello che spesso sentiamo nelle dichiarazioni di certi professionisti della menzogna seduti nel Dáil (camera dei deputati irlandese), i quali ignorano del tutto il fatto che noi già paghiamo l'acqua che usiamo per circa 1,2 miliardi di euro all'anno. Altrimenti come diavolo uscirebbe l'acqua dai nostri rubinetti quando li apriamo?

"Abbiamo bisogno di fare investimenti strutturali!" dicono questi politici. E' vero. Ma allora perchè il governo non investe le centinaia di milioni di euro dei contribuenti in riparazioni, miglioramenti e manutenzione invece di sostenere un'impresa che ha causato più perdite di quelle previste? E' il caso di ricordare che quando ci sono delle perdite di acqua, non è la Irish Water a fermarle, bensì le amministrazioni locali.

Incidentalmente, chi è al corrente che 2/3 della tassa sulle strade che abbiamo pagato nel 2014 alle nostre amministrazioni comunali sono serviti per sovvenzionare la Irish Water?

Inoltre, se la Irish Water viene privatizzata, in futuro possiamo dimenticarci di vedere che i profitti che farà grazie ai nostri soldi verranno utilizzati in spese di manutenzione e riparazione della rete idrica. Chi investe in una impresa vuole massimizzare il ritorno del suo investimento il più rapidamente possibile. Il che significa alzare i prezzi e distribuire i dividendi alla classe degli speculatori e dei capitalisti che usano l'economia mondiale come se fosse il loro casinò assicurato di contribuenti.

Lo scopo finale è quello di fare della Irish Water una compagnia che vada sul mercato e portare la gente a pagare per l'acqua una "ragionevole" tassa all'inizio per poi aumentare le imposte al fine di generare un flusso significativo di guadagno per la compagnia.

Quando il tutto sarà confezionato come un assett dolce ed appetibile, sarà svenduto a qualsiasi compagnia internazionale che abbia gli agganci politici giusti. Incarichi manageriali o altri benefits del genere saranno distribuiti come compenso a chi sta al governo una volta che smetteranno di fare politica. Basta vedere come in questi giorni Brian Cowen del Fianna Fáil stia lavorando per Denis O'Brien.

Un'altra cosa interessante da notare e che potrebbe accadere è che i profitti della Irish Water verrebbero privatizzati, mentre l'infrastruttura della rete idrica potrebbe restare sotto il controllo statale. In questo modo, i privati si intascano i profitti senza avere nessun obbligo di cura della rete. E' pura speculazione, ma considerando che questo è proprio quello che sta accadendo con la privatizzazione della Bord Gáis (ma lo Stato mantiene la gestione della rete del gas), si tratta di un fattore che deve farci pensare.

Possiamo sempre stare sicuri che i partiti politici, i loro benefattori miliardari, i media ed i teppisti della polizia si daranno da fare contro gli interessi della classe lavoratrice. Succede in tutto il pianeta. E' necessario capire che se vogliamo un paese decente in cui abitare ed anche un mondo decente in cui vivere, occorre imparare come effettivamente auto-organizzarci al di fuori di questo sistema politico irrimediabilmente corrotto per poter lottare per una società migliore e per un mondo migliore.

Brian Ancom

Traduzione a cura di Alternativa Libertaria/FdCA - Ufficio Relazioni Internazionali.

Related Link: http://www.wsm.ie/water-charge

This page has not been translated into Polski yet.

This page can be viewed in
English Italiano Deutsch

Front page

Contre la guerre au Kurdistan irakien, contre la traîtrise du PDK

Meurtre de Clément Méric : l’enjeu politique du procès en appel

Comunicado sobre el Paro Nacional y las Jornadas de Protesta en Colombia

The Broken Promises of Vietnam

Premier Mai : Un coup porté contre l’un·e d’entre nous est un coup porté contre nous tou·tes

Federasyon’a Çağırıyoruz!

Piştgirîye Daxuyanîya Çapemenî ji bo Êrîşek Hatîye li ser Xanîyê Mezopotamya

Les attaques fascistes ne nous arrêteront pas !

Les victoires de l'avenir naîtront des luttes du passé. Vive la Commune de Paris !

Contra la opresión patriarcal y la explotación capitalista: ¡Ninguna está sola!

100 Years Since the Kronstadt Uprising: To Remember Means to Fight!

El Rei està nu. La deriva autoritària de l’estat espanyol

Agroecology and Organized Anarchism: An Interview With the Anarchist Federation of Rio de Janeiro (FARJ)

Es Ley por la Lucha de Las de Abajo

Covid19 Değil Akp19 Yasakları: 14 Maddede Akp19 Krizi

Declaración conjunta internacionalista por la libertad de las y los presos politicos de la revuelta social de la región chilena

[Perú] Crónica de una vacancia anunciada o disputa interburguesa en Perú

Nigeria and the Hope of the #EndSARS Protests

How Do We Stop a Coup?

Aλληλεγγύη στους 51 αντιφασίστες της Θεσσαλονίκης

No war on China

Women under lockdown all around the world

Solidarity with the Struggle of North American People!

A libertarian socialist view of the capitalist and health crisis in the Americas

© 2005-2021 Anarkismo.net. Unless otherwise stated by the author, all content is free for non-commercial reuse, reprint, and rebroadcast, on the net and elsewhere. Opinions are those of the contributors and are not necessarily endorsed by Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]