preferenze utente

cerca nell'archivio del sito Cerca cerca nell'archivio del sito


Search comments

ricerca avanzata

Nuovi eventi

Indonesia / Filippine / Australia

nessun evento segnalato nell'ultima settimana
Articoli recenti su Indonesia / Filippine / Australia Antifascismo

MACG join PUSH! ott 15 18 by Melbourne Anarchist Communist Group

Rise and rise of the extreme right set 01 16 by Melbourne Anarchist Communist Group

Fascism, Anti-fascism, and a coffee shop full of white liberals giu 18 16 by GeorgeK

Australia: Manifestazione contro il razzismo sabato 4 aprile

category indonesia / filippine / australia | antifascismo | comunicato stampa author lunedì aprile 20, 2015 01:36author by MACG - Melbourne Anarchist Communist Group Segnalare questo messaggio alla redazione

Gli estremisti di destra di “Reclaim Australia” intendono fare una manifestazione anti-musulmana a Melbourne ed anche in altre città del paese. Vogliono far credere alle gente di essere nient'altro che “semplici australiani” i quali sono preoccupati dell'"islam radicale". Quello che NON vi dicono è che sono solo dei fascisti – di estrema destra, dei razzisti innamorati di Hitler i quali si avvolgono tatticamente nella bandiera australiana. [English]
rallynoticefinalsaturday4april2015a41e1427453761459.jpg

Gli estremisti di destra di “Reclaim Australia” intendono fare una manifestazione anti-musulmana a Melbourne ed anche in altre città del paese. Vogliono far credere alle gente di essere nient'altro che “semplici australiani” i quali sono preoccupati dell' "islam radicale". Quello che NON vi dicono è che sono solo dei fascisti – di estrema destra, dei razzisti innamorati di Hitler i quali si avvolgono tatticamente nella bandiera australiana.

Basta andare su Slackbastard blog per vedere di che razza di gente si tratta: http://www.slackbastard.anarchobase.com

Ovviamente, non tutti coloro che vanno alle loro manifestazioni sono dei fascisti a tutto tondo. Gli organizzatori hanno detto ai loro camerati di “lasciare a casa le svastiche e le T-shirts con l'orgoglio bianco” (cosa che la dice lunga da sola). Sperano di attrarre le persone che hanno dei pregiudizi nei confronti dei musulmani o che non sanno distinguere tra la maggioranza dei fedeli di una religione e gli atti che una minoranza compie in suo nome. Sperano di fare adepti dichiarando di essere gli unici “patrioti” che sono pronti ad agire contro quel fantasma della minaccia islamica contro cui sbavano.

E' interesse dei lavoratori australiani opporsi al razzismo islamofobico e prendere posizione a favore della libertà di religione – del diritto di credere ad una religione o di non credere a nessuna religione, di praticarla o di non praticarne nessuna. Oggi sono i musulmani che sono sono attacco per l'esercizio di questo diritto. Le donne vengono aggredite nelle strade perchè portano il velo, vengono sollevate obiezioni alla costruzione di moschee e vengono scatenate assurde fantasie sulla certificazione halal.

Il diritto ad essere musulmani in Australia è tutt'uno con la difesa della libertà di ognuno. Dobbiamo difendere la libertà di religione allo scopo di diffonderla in paesi come l'Arabia Saudita o l'Iran. Se qui viene distrutto il diritto di vivere secondo la propria coscienza, non possiamo pensare di vederlo rispettato altrove. Per cui venite alla contro-manifestazione per dire no alla islamofobia razzista e per bloccare i fascisti che cercano consenso presentandosi come cittadini rispettabili.


*Volantino prodotto dal Melbourne Anarchist Communist Group come contributo all'United Front Against Fascism.

Traduzione a cura di Alternativa Libertaria/FdCA - Ufficio Relazioni Internazionali

Link esterno: https://melbacg.wordpress.com/2015/03/27/rally-against-racism-sat-4-april/
This page can be viewed in
English Italiano Deutsch
© 2001-2020 Anarkismo.net. Salvo indicazioni diversi da parte dell'autore di un articolo, tutto il contenuto del sito può essere liberamente utilizzato per fini non commerciali sulla rete ed altrove. Le opinioni espresse negli articoli sono quelle dei contributori degli articoli e non sono necessariamente condivise da Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]