user preferences

New Events

Internazionale

no event posted in the last week

Solidarietŕ con la lotta NO TAV

category internazionale | ambiente | comunicato stampa author Sunday February 22, 2015 17:39author by Anarkismo Report this post to the editors

Basta con le grandi opere inutili e con la repressione degli attivisti!

Fermare l'inutile progetto di alta velocitŕ tra Torino e Lione significa fermare le sue mortali conseguenze sull'ambiente e sulla natura. Occorre fermare tutte le grandi opere inutili. Bisogna fermare il sacco dei territori! Bisogna riprendere il controllo popolare sui territori!
Per tutto questo, il 21 febbraio grande manifestazione unitaria del movimento NO TAV a Torino. [English]
notav210215.jpg


Solidarietŕ con la lotta NO TAV

Basta con le grandi opere inutili e con la repressione degli attivisti!


Da piů di 20 anni, i residenti della Val di Susa, la gente comune e gli attivisti si oppongono alla costruzione di una ferrovia ad alta velocitŕ per collegare Torino a Lione. Questa inutile infrastruttura provocherebbe una catastrofe ambientale letale per la natura e per l'equilibrio del sistema ecologico. Lo scavo di alcune delle gallerie previste provocherŕ la produzione di polveri di uranio e di amianto che si diffonderanno in tutta la valle. Sono altresě previsti molti espropri, in particolare di terreni agricoli, per facilitare la costruzione della ferrovia.
E' stato dimostrato che i lavori per il TAV costeranno una fortuna per le popolazioni locali, mentre le linee attualmente in funzione potrebbero essere rese piů funzionali e meglio utilizzate, soprattutto per il trasporto delle merci, che attualmente avviene su gomma, con grave inquinamento ambientale.

Ogni metro di TAV costa 158.000 euro! Si tratta di risorse pubbliche sottratte ad opere ed a servizi socialmente utili per consegnarle nelle mani di mafie ed affaristi.

Fin dall'inizio del progetto ci sono state forti proteste che non si sono mai interrotte, coinvolgendo migliaia di manifestanti che hanno occupato la Val di Susa e si sono resi protagonisti di diversi atti di resistenza e di sabotaggio nei cantieri imposti alla popolazione locale.

Questo movimento č riuscito ad creare unitŕ di lotta tra gli attivisti della Valle, persone di ogni parte d'Italia ed anche collettivi francesi, diventando in questi 20 anni un punto di riferimento per i movimenti sociali italiani. Lo Stato italiano ha usato la mano pesante della repressione. Per anni, gli attivisti NO TAV sono stati colpiti da provvedimenti giudiziari, emessi con rabbioso zelo dalla magistratura italiana.

Anche se recentemente č caduta l'accusa di terrorismo, lo Stato italiano continua a colpire indiscriminatamente il movimento NO TAV, criminalizzando ogni manifestazione. Una vera e propria strategia tesa a colpire gli attivisti politici, sindacali e sociali in Italia, che si sta diffondendo in tutta Europa e nel mondo. Recentemente 48 militanti NO TAV sono stati condannati a oltre 140 anni complessivi di galera e ad un risarcimento di oltre 100.000 euro per le manifestazioni tenutesi tra il 27 giugno ed il 3luglio 2011. Si č trattato di una condanna politica costruita con intimidazioni e forzature.

In tutto il mondo stanno sorgendo movimenti popolari contro le grandi opere inutili come la Testet TAZ, i progetti per dighe, aereoporti, centrali nucleari e molti altri finalizzati ad una societŕ industrial-produttivistica che gli Stati ed il capitalismo ci stanno imponendo.

Poco tempo fa, un compagno ha perso la vita, ucciso da una granata lanciata dalla polizia. Questo compagno poteva essere uno di noi. Rémi č stato assassinato mentre difendeva una zona che sarebbe stata trasformata in diga per garantire gli interessi dell'industria agricola nel Testet; una prova eloquente di quanto lo Stato e le maggiori imprese capitalistiche abbiano poca considerazione per la vita umana, per non parlare della natura.

Fermare l'inutile progetto di alta velocitŕ tra Torino e Lione significa fermare le sue mortali conseguenze sull'ambiente e sulla natura!
Occorre fermare tutte le grandi opere inutili. Bisogna fermare il sacco dei territori!
Bisogna riprendere il controllo popolare sui territori!

Per tutto questo, il 21 febbraio grande manifestazione unitaria del movimento NO TAV a Torino.

Solidarietŕ internazionale!

Alternativa Libertaria/FdCA (Italy)
Alternative Libertaire (Francia)
Coordination des Groupes Anarchistes (Francia)
Organisation Socialiste Libertaire (Svizzera)
Collectif Communiste Libertaire Bienne (Svizzera)
Libertarian Communist Group (Galles)
Workers Solidarity Movement (Irlanda)
Melbourne Anarchist Communist Group (Australia)
Zabalaza Anarchist Communist Front (Sud Africa)
Coordenaçăo Anarquista Brasileira (Brasile)
federación Anarquista uruguaya (Uruguay)

Related Link: http://www.anarkismo.net
This page can be viewed in
English Italiano Deutsch
#Nobastan3Causales: seguimos luchando por aborto libre en Chile

Front page

Alan MacSimóin (1957-2018)- Rest In Power

[Colombia] Entre la crisis actual y las posibilidades latentes

Nota sobre o atual cenário da luta de classes no Brasil

Devrimci Anarşist Faaliyet: "The state’s project of eliminating revolutionary opposition hasn’t finished yet"

Μετά την καταστροφή τι;

Aufruf zur Demonstration am 2.9.2018 in Unterlüß "Rheinmetall entwaffnen – Krieg beginnt hier"

Mass protest in central and southern Iraq

Ecology in Democratic Confederalism

[Colombia] Perspectivas sobre la primera vuelta de las elecciones presidenciales de Colombia 2018

Call for Solidarity with our Russian Comrades!

8 reasons anarchists are voting Yes to Repeal the hated 8th

Comunicado de CGT sobre la Nakba, 70 ańos de dolores para el Pueblo Palestino

[ZAD] Les expulsions ont commencé, la zad appelle ŕ se mobiliser

Assassinato Político, Terrorismo de Estado: Marielle Franco, Presente!

La Huelga General del 8 de Marzo, un hito histórico

A intervençăo federal no Rio de Janeiro e o xadrez da classe dominante

Halklarla Savaşan Devletler Kaybedecek

Σχετικά με τον εμπρησμό

Ciao, Donato!

[Uruguay] Ante el homicidio de un militante sindical: Marcelo Silvera

[Argentina] Terrorista es el Estado: Comunicado ante el Informe Titulado "RAM"

[Catalunya] Continuisme o ruptura. Sobre les eleccions del 21D

Reconnaissance par Trump de Jérusalem comme capitale d'Israël : de l'huile sur le feu qui brűle la Palestine

Noi comunisti anarchici/libertari nella lotta di classe, nell'Europa del capitale

© 2005-2018 Anarkismo.net. Unless otherwise stated by the author, all content is free for non-commercial reuse, reprint, and rebroadcast, on the net and elsewhere. Opinions are those of the contributors and are not necessarily endorsed by Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]