user preferences

New Events

Internazionale

no event posted in the last week

Appello per l'inserimento sociale degli anarchici nella People's Climate Change March

category internazionale | ambiente | opinione / analisi author Wednesday September 24, 2014 16:48author by Jane Smith Report this post to the editors

Appello per un inserimento sociale anarchico nella People's Climate Change March e movimenti correlati, per far sì che l'anarchismo ne diventi l'idea-guida.

Gli anarchici devono far parte della People's Climate Change March e fare in modo che la loro idea orienti questo movimento. [English]

Il 2 settembre 2014, Noam Chomsky ha pubblicato un articolo intitolato "La fine della storia?" in cui si legge:

La probabile fine dell'era della civilizzazione viene adombrata in una anteprima del report dell'Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC), la agenzia, in genere conservatrice, che monitora quello che sta accadendo al mondo fisico.

Il report afferma che le crescenti emissioni di gas serra portano al rischio di “un grave, pervasivo ed irreversibile impatto sulle persone e sugli ecosistemi” nei prossimi decenni. Il mondo si sta avvicinando alla temperatura in cui lo scioglimento della vasta coltre di ghiaccio sulla Groenlandia sarà irreversibile. In concomitanza con lo scioglimento dei ghiacci antartici, questo potrebbe portare ad un innalzamento del livello dei mari tale da inondare le maggiori città costiere come pure le piane lungo le coste. ...

... Il report dell'IPCC ribadisce che la "grande maggioranza" delle riserve energertiche conosciute deve essere lasciata nel sottosuolo per evitare intollerabili rischi per le future generazioni. Nel frattempo le più grandi imprese dell'energia non nascondono il loro scopo di sfruttare tali riserve e di scoprirne di nuove...

... Una delle più temute conseguenze di un riscaldamento globale di origine antropica è lo scioglimento delle regioni di permafrost. Uno studio della rivista Science avverte che "persino un minimo aumento delle temperature [minore di quanto previsto per i prossimi anni] potrebbe innescare lo scioglimento del permafrost, con l'ulteriore minaccia di provocare il rilascio delle gigantesche quantità di gas serra intrappolate nei ghiacci”, con possibili “conseguenze fatali” per il clima globale...[1]

E' tenendo ben presente dunque che il cambiamento climatico causerà il collasso della civiltà per come la conosciamo, che è cresciuta la consapevolezza che ha portato lo scorso weekend persone di 166 diversi paesi a manifestare sotto la bandiera della People's Climate Change March per suscitare l'attenzione sui cambiamenti climatici e sul profilarsi di una crisi ecologica [2]. Queste manifestazioni, tuttavia, non sono esenti da qualche problema.

In quanto anarchici, sappiamo che in un mondo capitalista, un sistema basato sulla crescita infinita senza preoccuparsi del futuro non può che portare ad una inevitabile catastrofe climatica. Sappiamo che c'è una sola soluzione per il cambiamento climatico: la rivoluzione sociale. Dobbiamo abolire il capitalismo ed al suo posto costruire una società ecologica basata sul mutuo appoggio e sull'uguaglianza. Non riusciremo a fermare il cambiamento climatico finchè si è in un mondo capitalista. Con questa consapevolezza, gli anarchici ed i socialisti di varie tendenze dovrebbero preoccuparsi di riflettere sul fatto che le 350 ONG ed Avaaz, che si sono fortemente impegnate nella Marcia dei Popoli per il cambiamento climatico, possano cooptare e capitalizzare questo nuovo movimento che si sta sviluppando [3]. Il rischio di un tentativo del capitalismo"verde", in un modo o in un altro, di trarre profitto da un movimento agli inizi come la People's Climate Change March appare tanto reale quanto lo sono le potenzialità per il capitalismo di fare profitti. Come sempre.

Preoccupati di quanto sia reale questo pericolo, il partecipare alla People's Climate Change March significa assicurarsi che vi siano al suo interno dei forti sentimenti anticapitalisti che provengono dal basso e dalla base. Tutti coloro che hanno preso parte alle manifestazioni dello scorso weekend avranno visto banchetti e stand messi su dai molti e diversi anarchici, marxisti e socialisti presenti tra gli stand delle ONG capitaliste. Esiste una notevole sotterranea corrente anticapitalista. La People's Climate Change March offre un'opportunità unica per far prendere coscienza che capitalismo significa catastrofe climatica e che ci sono delle alternative ad esso.

Con queste poche righe si vuole lanciare un appello all'azione. Gli anarchici devono iniziare a praticare l'inserimento sociale nella People's Climate Change March e nei movimenti correlati. Dobbiamo farvi parte e fare in modo che l'anarchismo ne diventi l'idea-guida da contrapporre alla evidente devastazione ambientale inerente al sistema capitalistico. Come Naomi Klein scrive nel suo ultimo libro "This Changes Everything", sono solo i movimenti di base che possono impedire e prevenire i cambiamenti climatici. E non le classi dominanti.[4]

Jane Smith

Traduzione a cura di FdCA-Ufficio Relazioni Internazionali.


Pagina di Wikipedia sull'inserimento sociale:

https://en.wikipedia.org/wiki/Social_insertion

Note:

1. http://inthesetimes.com/article/17137/the_end_of_history
2. http://peoplesclimate.org/
3. http://wrongkindofgreen.org/2014/09/15/this-changes-nothing-why-the-peoples-climate-march-guarantees-climate-catastrophe/
4. http://inthesetimes.com/article/17183/naomi_klein_this_changes_everything_manual_for_movement

This page can be viewed in
English Italiano Deutsch
Neste 8 de Março, levantamos mais uma vez a nossa voz e os nossos punhos pela vida das mulheres!
© 2005-2019 Anarkismo.net. Unless otherwise stated by the author, all content is free for non-commercial reuse, reprint, and rebroadcast, on the net and elsewhere. Opinions are those of the contributors and are not necessarily endorsed by Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]