user preferences

New Events

Mashrek / Arabia / Irak

no event posted in the last week

Palestina-Israele, convegno mensile delle lotte unitarie a Nabi Saleh

category mashrek / arabia / irak | lotte sul territorio | cronaca author Sunday December 15, 2013 14:49author by Ilan S. - Anarchists Against the Wall, A-Infos, Ahdutauthor email ilan at shalif dot comauthor address Tel Aviv Report this post to the editors

Report del 10.12.13

La lotta unitaria degli Anarchici Contro il Muro con i comitati popolari dei villaggi che insiste con le settimanali lotte unitarie venne promossa per la prima volta quando si organizzò un comitato unitario che diede inizio alle prime sporadiche lotte. Questo mese si è svolta un'altra assise di promozione con un convegno mensile di tutti gli attivisti coinvolti - questa volta a Nabi Saleh. Questa settimana, visto l'intensificarsi degli sforzi israeliani per sgomberare i palestinesi, la lotta si è incentrata sul Piano Prawer che prevede la deportazione immediata di un 40.000 Beduini dentro i confini del 1948. [English]


Convegno mensile delle lotte unitarie a Nabi Saleh


La lotta unitaria degli Anarchici Contro il Muro con i comitati popolari dei villaggi che insiste con le settimanali lotte unitarie venne promossa per la prima volta quando si organizzò un comitato unitario che diede inizio alle prime sporadiche lotte. Questo mese si è svolta un'altra assise di promozione con un convegno mensile di tutti gli attivisti coinvolti - questa volta a Nabi Saleh. Questa settimana, visto l'intensificarsi degli sforzi israeliani per sgomberare i palestinesi, la lotta si è incentrata sul Piano Prawer che prevede la deportazione immediata di un 40.000 Beduini dentro i confini del 1948. Ci sono state manifestazioni in varie località israeliane che hanno radunato migliaia di manifestanti ad Hura e nella regione abitata dai Beduini. La lotta sociale all'interno di Israele che è stata di bassa intensità negli ultimi 2 anni, appare riprendere vigore.

Bil'in

Palestinesi, internazionali ed attivisti israeliani hanno manifestato a Bil'in vicino al muro della separazione. I soldati hanno cercato di impedirci di avvicinarci al cancello del muro ma una parte di noi è riuscita a passare. Lì ci hanno minacciato ed hanno usato gas lacrimogeni per farci andare via, ma noi siamo rimasti lì per lunghi minuti finché non ci hanno costretto gradualmente ad andarcene. Dopo un'ora la manifestazione è stata sciolta dagli organizzatori, mentre gli scontri a latere tra i giovani ed i soldati sono proseguiti per altre due ore.

Venerdì 06.12.13 un palestinese portava un ritratto dello scomparso presidente sudafricano Nelson Mandela mentre stava di fronte ai soldati israeliani durante gli scontri avvenuti nella manifestazione settimanale contro l'occupazione israeliana e contro il muro/recinto della separazione e dell'apartheid.

Rani Abdel Fatah https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10202728704721884

Habibi Abed Alqader Mohamed Abu rahma di 19 anni è stato arrestato: https://www.facebook.com/photo.php?fbid=3548435565122 .

Un fotografo è stato ferito al petto da un candelotto lacrimogeno. Dozzine di cittadini e di pacifisti stranieri hanno sofferto per le inalazioni di gas.
Foto: Issam Rimawi https://www.facebook.com/photo.php?fbid=247659392064986
Video https://www.facebook.com/photo.php?v=780046592011962

Qaddum

"Cari amici ogni venerdì va peggio e sono tanto addolorato: questo venerdì l'esercito israeliano ha messo un posto di blocco all'ingresso del villaggio, ha dichiarato la zona militare chiusa ed non ha permesso alla stampa, alle ambulanze ed agli internazionali di entrare a Kafr Qaddum.

La nostra manifestazione è iniziata alle 12.00, ma l'esercito non ci ha permesso di raggiungere il solito luogo ed ha iniziato a sparare lacrimogeni direttamente addosso a noi. Bashar Shtaiwi, di 43 anni, è stato ferito allo stomaco mentre Naser Braham di 43 anni è stato ferito al braccio, per non parlare delle decine rimasti soffocati dai lacrimogeni.
Gli scontri sono stati molto duri perché l'esercito ha attaccato il villaggio scatenando scontri in mezzo alle case. L'esercito ha preso di mira casa mia rompendo i vetri delle finestre e poi ha attaccato un'altra casa sempre nella stesso modo. Centinaia di candelotti lacrimogeni, di bombe assordanti e di proiettili metallici ricoperti di gomma nel corso della manifestazione.

Video: https://www.facebook.com/AlMasira.KufurKaddom?fref=ts
TV palestinese: https://www.youtube.com/watch?v=EsBiza2t1kA

Murad Shtaiwi"

Vedi anche:
https://www.facebook.com/media/set/?set=a.7510344182589...18321
https://www.youtube.com/watch?v=EsBiza2t1kA

Ma'sara

Venerdì 06.12.13

Al-Ma'sra press: https://www.facebook.com/media/set/?set=a.5988576401612...79704

Nabi Saleh

06/07.12.13

Venerdì, dozzine di palestinesi con internazionali ed israeliani di Anarchici Contro il Muro hanno manifestato a Nabi Saleh contro l'occupazione israeliana, ricordando i 2 anni dalla morte di Mustafa Tamimi con un corteo che è partito dal cimitero. Mustafa venne colpito alla testa da un candelotto sparato da corta distanza nel corso di una manifestazione settimanale nel suo villaggio nel 2011. Israele ha annunciato di aver archiviato il caso sostenendo che il soldato che aveva sparato il candelotto non si era reso conto della presenza di Mustafa.

Il comitato popolare di Nabi Saleh invita gli attivisti ad unirsi a loro sabato per un evento commemorativo del quarto anniversario dell'inizio della lotta e della morte di Mustafa e Rushdi Tamimi.

Il nuovo raduno mensile degli attivisti della lotta unitaria a Bil'in, Ni'lin, Nabi Saleh, Qaddum e Ma'sara si è svolto questo sabato. E' iniziato con interventi in memoria di Nelson Mandela. Un tributo per Nelson Mandela a Nabi Saleh. "Sappiamo troppo bene che la nostra libertà è incompleta senza la libertà dei Palestinesi".

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10151709835332554

Dopo gli interventi, gli attivisti palestinesi, israeliani ed internazionali hanno fatto un corteo fino al luogo in cui Tamimi è stato colpito, dove si sono fermati a scandire il suo nome col battito di pietre. Il corteo è proseguito fino a giungere a contatto con l'esercito vicino al checkpoint, e da lì attraverso la valle per la fonte confiscata di al-Qaws. L'esercito ha risposto con raffiche di lacrimogeni, proiettili metallici ricoperti di gomma e granate assordanti. Nessun ferito grave.

Haim Schwarczenberg: https://www.facebook.com/media/set/?set=a.4595413941655...50543
Israel Puterman: http://www.youtube.com/watch?v=HJUrWdIxkSs
David Reeb: https://www.youtube.com/watch?v=tTNYlRqkT3s
Nabi Saleh scaccia i soldati, 07.12.13: https://www.youtube.com/watch?v=iVGPRtPSkTg

Tel Aviv

La sera di martedì 03.12.13, in 200 hanno partecipato al convegno degli attivisti della lotta sociale vicino all'edificio del teatro nazionale.

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10201677623475827
https://www.facebook.com/photo.php?fbid=263948150424283
yisraelpnm: http://www.youtube.com/watch?v=vy8284LPvew

Sabato, centinaia di attivisti si sono radunati nel centro di Tel Aviv per protestare contro il Piano Prawer che prevede il trasferimento di colpo di 40.000 Beduini nei ghetti dove nel corso degli anni erano stati deportati i Beduini del sud. La manifestazione era anche contro la repressione e l'arresto dei partecipanti nel corso della manifestazione del sabato precedente a Hura. Dopo parecchio tempo il corteo ha percorso le strade principali del centro della città ed intorno al teatro nazionale.

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10151789406272073

"Non dite che non lo sapevamo", n°391

La mezzanotte scorsa l'esercito ha messo un posto di blocco all'ingresso del villaggio.
'Izbet a-Tabib è un villaggio palestinese a est di Qalqilia, per lo più abitato da profughi del 1948 da Dubsur (vicino a Ra'anana). Trentatre case hanno ricevuto ordinanze di demolizione. Due sono già state demolite. Alcuni mesi fa, anche la scuola ha ricevuto un'ordinanza di demolizione. Così i residenti hanno eretto una tenda di protesta vicino alla scuola.

Domenica 24 novembre 2013, l'esercito ha messo un blocco stradale all'ingresso del villaggio per un'ora e mezza. Dopo, alcuni soldati hanno fatto diverse volte incursione nel villaggio. In uno dei raid, hanno cercato in modo aggressivo la tenda della protesta. Dopo mezzanotte, una piccola unità è entrata nel villaggio lanciando lacrimogeni in tutto il villaggio.
Occorre ricordare che l'attivismo del villaggio è strettamente non-violento, per cui non c'è bisogno di impiegare così tanti soldati e così tanti arresti.

Info: amosg@shefayim.org.il

 
Ilan Shalif
http://ilanisagainstwalls.blogspot.com/

Anarchici Contro Il Muro
http://www.awalls.org

Traduzione a cura di FdCA - Ufficio Relazioni Internazionali
Sito in italiano su Anarchici Contro il Muro:

Related Link: http://www.fdca.it/wall
This page can be viewed in
English Italiano Deutsch
George Floyd: one death too many in the “land of the free”
© 2005-2021 Anarkismo.net. Unless otherwise stated by the author, all content is free for non-commercial reuse, reprint, and rebroadcast, on the net and elsewhere. Opinions are those of the contributors and are not necessarily endorsed by Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]