user preferences

Belgio: l’antiterrorismo prende di mira i libertari

category francia / belgio / lussemburgo | repressione / prigionieri | comunicato stampa author Wednesday May 29, 2013 23:39author by Alternative libertaire - AL Report this post to the editors

Solidarietà con i compagni vittime della repressione in Belgio ed ovunque.

A Bruxelles, il 22 maggio 2013, decine di poliziotti della sezione antiterrorismo della polizia giudiziaria federale hanno fatto irruzione e perquisito 3 abitazioni di compagni anarchici ed anti-autoritari e la biblioteca anarchica Acrata. [Français]
politie.jpg


Belgio: l’antiterrorismo prende di mira i libertari

Solidarietà con i compagni vittime della repressione in Belgio ed ovunque.


A Bruxelles, il 22 maggio 2013, decine di poliziotti della sezione antiterrorismo della polizia giudiziaria federale hanno fatto irruzione e perquisito 3 abitazioni di compagni anarchici ed anti-autoritari e la biblioteca anarchica Acrata. Tutte le persone presenti (11) sono state arrestate e condotte negli uffici della polizia federale. Le accuse sono: appartenenza ad una organizzazione terroristica, associazione cospirativa ed incendi volontari. Verso le ore 13, vengono tutti rilasciati senza dover comparire davanti al giudice istruttore.

Questo nuovo attacco contro il movimento libertario non è che l'ultimo di una lunga serie di atti repressivi. L'altro ieri in Grecia, poi in Spagna ed oggi in Belgio; di fronte alla montante rabbia popolare, lo Stato sa rispondere in un solo modo: col bastone e col carcere. Più il sistema sprofonda nella crisi, più si accentua la svolta autoritaria. Le cosidette leggi antiterrorismo emanate dopo l'11 settembre vengono utilizzate per ridurre le nostre libertà e per rinchiuderci nella fortezza della sicurezza interna. Per salvare questo marcio sistema, lo Stato non ha che una sola scelta, quella di inasprire il ricorso alla violenza. Ciò rivela il suo carattere classista ed il suo ruolo di garante dell'ordine del capitale. In tutta Europa, gli Stati capitalisti preferiscono sostenere direttamente o indirettamente le frange più reazionarie della borghesia contro coloro che vogliono resistere.

Questi attacchi prendono di mira in modo particolare quelle modalità di mobilitazione (occupazioni di alloggi, falciatura di coltivazioni OGM, occupazioni di fabbriche) che esulano dai canoni stabiliti dalle regole del gioco statuale. In tutta Europa, il potere colpisce in primo luogo coloro che non aspettano di partecipare alle elezioni per protestare, coloro che si rifiutano di assimilare la lotta dei politicanti alla lotta politica.

Non ci piegheremo alla repressione statale. Alternative Libertaire esprime tutta la sua solidarietà ai nostri compagni/e perseguitati/e dalla macchina repressiva in Belgio ed ovunque!

Se l'oppressione non conosce nè limiti nè confini, anche la nostra solidarietà deve essere internazionale!

Alternative Libertaire

27 maggio 2013

Traduzione a cura di FdCA-Ufficio Relazioni Internazionali.

Blog di AL Bruxelles: http://albruxelles.wordpress.com/

Related Link: http://alternativelibertaire.org

This page has not been translated into 한국어 yet.

This page can be viewed in
English Italiano Deutsch
Neste 8 de Março, levantamos mais uma vez a nossa voz e os nossos punhos pela vida das mulheres!
© 2005-2019 Anarkismo.net. Unless otherwise stated by the author, all content is free for non-commercial reuse, reprint, and rebroadcast, on the net and elsewhere. Opinions are those of the contributors and are not necessarily endorsed by Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]