user preferences

New Events

Irlanda / Gran Bretagna

no event posted in the last week

Ci sono ancora 650.000 famiglie che non pagano l'ingiusta tassa sulla casa

category irlanda / gran bretagna | economia | opinione / analisi author Monday May 27, 2013 21:09author by Dermot Freeman - Workers Solidarity Movement Report this post to the editors

A dispetto di una una lunga e pervicace campagna antipopolare condotta sull'imposizione di questa ingiusta e crudele tassa sulla casa, oltre 650.000 famiglie al 22 maggio 2013 non avevano ancora provveduto al pagamento della tassa. Né una legge draconiana né le minacce di multe hanno portato la gente a recarsi volontariamente agli uffici del catasto. [English]
Tassa sulla casa: pagata in rosso, non pagato/non registrato in verde
Tassa sulla casa: pagata in rosso, non pagato/non registrato in verde


Ci sono ancora 650.000 famiglie che non pagano la ingiusta tassa sulla casa


A dispetto di una una lunga e pervicace campagna antipopolare condotta sull'imposizione di questa ingiusta e crudele tassa sulla casa, oltre 650.000 famiglie al 22 maggio 2013 non avevano ancora provveduto al pagamento della tassa. Né una legge draconiana né le minacce di multe hanno portato la gente a recarsi volontariamente agli uffici esattoriali.

Il governo ha veicolato questa tassa nel sistema per portare la gente comune a pagare per una crisi economica di cui non ha responsabilità. Vi è una ingiustizia assoluta al centro di questa tassa sulla proprietà, imponendola a persone che sono state prese a martellate con le folli politiche di austerità degli ultimi cinque anni. La disoccupazione è "stabile" al 14%, l'emigrazione è l'unica opzione per molti giovani e quelli abbastanza fortunati ad avere un lavoro si ritrovano a portare a casa un salario sempre più basso.

La gente viene minacciata e spaventata da questo governo, e questo è reso evidente dai poteri che sono stati attribuiti alle esattorie per la riscossione della tassa sulla proprietà.

Quello che è diventato evidente è che il governo non ha nessun Piano B. Continuano a spremere le stesse persone mentre i ricchi, i grandi banchieri, gli autori e gli architetti di questo enorme crollo, se ne vanno in giro liberamente ad organizzare partite di golf. Per aggiungere la beffa al danno abbiamo John Bruton (ex-Taoiseach - capo del governo, ndt) il quale dice agli irlandesi di "stringere la cinghia e sopportare l'austerity". Così è facile sostenere la linea politica del Fine Gael [partito di centro-destra al governo, ndt], quando si gode di una pensione di €140.000 e si lavora come lobbysta per l'Irish Financial Services Centre (sicuramente non come volontario).

Il concetto di far pagare anche alle imprese una tassa ad un tasso basso del 12.5% sembra roba aliena per questo governo. Invece le imprese pagano una tassa media vicina al 6% e addirittura pare che si possa andare anche al di sotto se è quello che le imprese vogliono.

Ecco tre nomi di imprese che pagano una tassa inferiore all'1%

  • La Apple paga una tassa dello 0,05%
  • Google Ireland Limited paga lo 0,025%
  • Facebook Ireland paga lo 0,03%
Ma attenti a non sbagliare; non si tratta di giustizia perché questa è una decisione politica per aiutare le imprese a pagare per le loro perdite. Oltre mezzo milione di famiglie lo sanno ed hanno resistito con forza. Dobbiamo mantenere questa forza e costruire per le battaglie che verranno.

Dermot Freeman

Traduzione a cura di FdCA-Ufficio Relazioni Internazionali.

Related Link: http://www.wsm.ie
This page can be viewed in
English Italiano Deutsch
Neste 8 de Março, levantamos mais uma vez a nossa voz e os nossos punhos pela vida das mulheres!
© 2005-2019 Anarkismo.net. Unless otherwise stated by the author, all content is free for non-commercial reuse, reprint, and rebroadcast, on the net and elsewhere. Opinions are those of the contributors and are not necessarily endorsed by Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]