user preferences

"NO MUOS" - Che la Sicilia sia ponte fra popoli in un Mediterraneo di pace

category italia / svizzera | imperialismo / guerra | comunicato stampa author Monday October 15, 2012 23:46author by Sezione "Delo Truda" - FdCA Palermo - Federazione dei Comunisti Anarchiciauthor email fdca at fdca dot it Report this post to the editors

Il 6 ottobre in più di 4.000 a Niscemi (CL) - contro la costruzione de MOUS - Mobile User Object System - sistema altamente strategico per la Marina USA, per il controllo satellitare e istantaneo di tutto il mondo Il MUOS che comprenderà quattro impianti di stazione a terra

1111.jpg


"NO MUOS" - Che la Sicilia sia ponte fra popoli in un Mediterraneo di pace

Il 6 ottobre in più di 4.000 a Niscemi (CL) contro la costruzione de MUOS (Mobile User Object System), sistema altamente strategico per la Marina USA per il controllo satellitare e istantaneo di tutto il mondo. Il MUOS comprenderà quattro impianti di stazione a terra:
  • Australia circa 30 km a est di Geraldton, dove nella stessa giornata c'è stata una analoga protesta popolare,
  • Sicilia a Niscemi, a circa 60 km dalla Naval Air Station di Sigonella,
  • Sud-Est della Virginia;
  • isole Hawaii.
Questo mostro, di guerra e distruzione, appena sarà completato avrà il compito di coordinare tutte le azioni di guerra a distanza, dromi, sommergibili, bombardieri e tutte le armi di distruzione saranno coordinate per intervenire in qualunque parte del mondo, colpendo a distanza distruggendo città e uccidendo, chiunque si opponga al dominio imperialistico.

Al grido "Noi il MUOS non lo vogliamo" un lungo corteo di donne, bambini, militanti, ha manifestato il proprio dissenso alla costruzione del MUOS - lavori che a dire il vero, grazie alle autorizzazioni della Regione Sicilia, all'iniziale complice silenzio delle amministrazioni locali e alle garanzie date dal governo italiano agli USA, sono quasi ultimati. Manca solo la posa delle gigantesche parabole.

La manifestazione è stata preceduta dalla notizia dell'intervento della magistratura che ha posto sotto sequestro l'area per la violazione dei vincoli ambientali, l'area interessata è dentro la riserva ambientale della Sughereta.

Sicuramente questo ha dato più slancio alla protesta, alla partecipazione popolare dei cittadini di Niscemi, anche se, come evidenzia il comunicato stampa del Coordinamento Regionale dei Comitati NO MUOS, non bisogna fermarsi e continuare fino alla definitiva rinuncia degli USA al loro progetto.

Come militanti Comunisti Anarchici presenti nel movimento NO MUOS, riteniamo che la comunicazione mostri un tempismo inquietante: a Niscemi il 6 ottobre bisognava dare una risposta al movimento e stopparlo, nel tentativo di rimettere in gioco la struttura salvifica dello Stato, insomma un contentino. Infatti nulla dice la magistratura sulle infiltrazioni mafiose nella costruzione del MUOS, nulla dice circa la latitanza dell'ARPA, sulle verifiche dell'impatto delle onde elettromagnetiche del MUOS che, per almeno 100 km, avranno un effetto devastante sulla salute dei cittadini, oltre a rappresentare un serio problema alla navigazione aerea dell'area, ignorando le pubbliche conclusioni a cui alcuni studiosi del Policlinico di Torino sono arrivati.

Insomma la lotta deve continuare, ci adopereremo, e in questo non siamo i soli, affinché nel movimento, cresca una maggiore consapevolezza internazionalista antimilitarista e antifascista, che si aggiunga alla legittima richiesta di autodeterminazione, della difesa della salute e della vita (la struttura sarebbe un obbiettivo principale in caso di conflitto), del sano sviluppo economico del territorio, per la difesa della libertà e della pace.

Sezione "Delo Truda" - FdCA Palermo


Related Link: http://www.fdca.it
This page can be viewed in
English Italiano Deutsch
Employees at the Zarfati Garage in Mishur Adumim vote to strike on July 22, 2014. (Photo courtesy of Ma’an workers union)

Italia / Svizzera | Imperialismo / Guerra | Comunicato stampa | it

Thu 30 Jun, 16:36

browse text browse image

textA Bruxelles si piangono i morti, mentre i governi della UE guidano la caccia alle nostre libertà! 05:56 Sat 26 Mar by Alternativa Libertaria/FdCA 0 comments

Da una parte, le guerre in Medio Oriente e in Africa, che stanno causando migliaia di morti in nome della "democrazia" e della "lotta al terrorismo". Col risultato almeno apparente di un evidente caos internazionale.
Dall'altra parte, le nostre libertà e i nostri diritti subiscono forti restrizioni, mentre il discorso sulla sicurezza non fa che alimentare il razzismo. In nome della difesa del "fronte interno", ogni giorno in più che passa si mangia un po' di "democrazia".

textUrbino (PU): Il secolo dei genocidi 00:07 Mon 22 Feb by Alternativa Libertaria/FdCA 0 comments

i crimini perpetrati nei territori della ex Yugoslavia e la guerra etnica che ha sconvolto i Balcani. :Un genocidio così vicino da non essere considerato

textParigi 13 novembre: il braccio armato del terrore 02:03 Mon 16 Nov by Alternativa Libertaria/FdCA 0 comments

L'ISIS ha massacrato 140 persone inermi a Parigi nella notte di venerdì 13 novembre. Una giornata di preghiera per il mondo musulmano usata invece da Daesh per una strage di civili di ogni nazionalità e religione in luoghi come uno stadio di calcio, una discoteca frequentata da proletari delle periferie parigine, ristoranti e bar all'aperto, come in qualsiasi città.

textContro tutte le guerre 18:34 Tue 29 Sep by FdCA Sezione Nord-Est 0 comments

Testo del volantino distribuito dalla Sez. Nord-Est della FdCA a Treviso e Vittorio Veneto in occasione del presidio contro le guerre a Treviso il 23 settembre 2009, organizzato dall'Associazione Ya Basta.

textSulle manifestazioni di Vicenza 16:40 Fri 19 Oct by Federazione dei Comunisti Anarchici 1 comments

Le mobilitazioni di Vicenza per bloccare l'apertura di una nuova base militare nell'area Dal Molin hanno segnato una tappa importante per tutto il movimento contro la guerra, facendo emergere due aspetti importanti.

textGuerra al salario e guerra imperialista 19:02 Thu 22 Mar by Federazione dei Comunisti Anarchici 0 comments

Il paese dei santi, dei poeti e dei navigatori è lì, insieme agli altri squali, chi con i denti più grandi, chi più piccoli, ma tutti ugualmente affamati, a garantirsi la loro fetta di torta di petrolio, di gas, di affari legati alla ricostruzione. Il succo del gioco non è difficile da individuare: rafforzarsi entro i confini dello Stato per ottenere il più possibile fuori.

no_dal_molin_1.gif imageVicenza in lotta. No Dal Molin! 17:23 Thu 08 Feb by Federazione dei Comunisti Anarchici 1 comments

La Federazione dei Comunisti Anarchici aderisce e partecipa alla manifestazione nazionale del 17 febbraio ed esprime la sua solidarietà e il suo sostegno a tutta la Vicenza in lotta.

no_dal_molin.gif imageManifestazione contro la base statunitense del 2 dicembre a Vicenza 18:02 Wed 29 Nov by Federazione dei Comunisti Anarchici 2 comments

La Federazione dei Comunisti Anarchici aderisce alla manifestazione nazionale contro le basi militari e per la difesa del territorio dagli effetti nefasti del militarismo in programma a Vicenza per il prossimo 2 dicembre.

Sorry, no stories matched your search, maybe try again with different settings.

textA Bruxelles si piangono i morti, mentre i governi della UE guidano la caccia alle nostre libertà! Mar 26 0 comments

Da una parte, le guerre in Medio Oriente e in Africa, che stanno causando migliaia di morti in nome della "democrazia" e della "lotta al terrorismo". Col risultato almeno apparente di un evidente caos internazionale.
Dall'altra parte, le nostre libertà e i nostri diritti subiscono forti restrizioni, mentre il discorso sulla sicurezza non fa che alimentare il razzismo. In nome della difesa del "fronte interno", ogni giorno in più che passa si mangia un po' di "democrazia".

textUrbino (PU): Il secolo dei genocidi Feb 22 sezione "Silvia Francolini" di Fano-Pesaro 0 comments

i crimini perpetrati nei territori della ex Yugoslavia e la guerra etnica che ha sconvolto i Balcani. :Un genocidio così vicino da non essere considerato

textParigi 13 novembre: il braccio armato del terrore Nov 16 0 comments

L'ISIS ha massacrato 140 persone inermi a Parigi nella notte di venerdì 13 novembre. Una giornata di preghiera per il mondo musulmano usata invece da Daesh per una strage di civili di ogni nazionalità e religione in luoghi come uno stadio di calcio, una discoteca frequentata da proletari delle periferie parigine, ristoranti e bar all'aperto, come in qualsiasi città.

textContro tutte le guerre Sep 29 Federazione dei Comunisti Anarchici 0 comments

Testo del volantino distribuito dalla Sez. Nord-Est della FdCA a Treviso e Vittorio Veneto in occasione del presidio contro le guerre a Treviso il 23 settembre 2009, organizzato dall'Associazione Ya Basta.

textSulle manifestazioni di Vicenza Oct 19 FdCA 1 comments

Le mobilitazioni di Vicenza per bloccare l'apertura di una nuova base militare nell'area Dal Molin hanno segnato una tappa importante per tutto il movimento contro la guerra, facendo emergere due aspetti importanti.

more >>
© 2005-2016 Anarkismo.net. Unless otherwise stated by the author, all content is free for non-commercial reuse, reprint, and rebroadcast, on the net and elsewhere. Opinions are those of the contributors and are not necessarily endorsed by Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]