user preferences

New Events

Nordafrica

no event posted in the last week

Egitto: Tre anni di carcere per 5 lavoratori del porto di Alessandria

category nordafrica | lotte sindacali | cronaca author Friday October 12, 2012 19:14author by Equipo de Trabajo para el Norte de África - Confederación General del Trabajo Report this post to the editors

Lo scorso 23 settembre, il tribunale di Alessandria ha condannato a tre anni di carcere 5 lavoratori di un'impresa che lavora con i container nel porto di Alessandria. La condanna è stata comminata in seguito allo sciopero dei lavoratori dell'impresa ed alla richiesta di dimissioni del Presidente del Consiglio di Amministrazione della autorità portuale di Alessandria, accusato di corruzione, nonché per le proteste contro la privatizzazione delle piattaforme portuali che sono state affittate a sconosciute imprese cinesi. [Castellano]
portuario.jpg


Tre anni di carcere per 5 lavoratori del porto di Alessandria


Lo scorso 23 settembre, il tribunale di Alessandria ha condannato a tre anni ci carcere 5 lavoratori di un'impresa che lavora con i containers del porto di Alessandria. La condanna è stata comminata in seguito allo sciopero dei lavoratori dell'impresa ed alla richiesta di dimissioni del Presidente del Consiglio di Amministrazione dell'autorità portuale di Alessandria, nonché per le proteste contro la privatizzazione delle piattaforme portuali affittate a sconosciute imprese cinesi.

Il Presidente del Consiglio di Amministrazione dell'Autorità Portuale di Alessandria ha denunciato i lavoratori, presentando un rapporto in cui accusava i membri della segreteria del Sindacato indipendente dei lavoratori di porre in pericolo e di causare danni a strutture pubbliche e di aver fatto dei picchetti per impedire le attività portuali di carico e scarico nel corso dello sciopero.

All'inizio, il procuratore generale non aveva accolto la denuncia ed aveva archiviato il procedimento. Ma l'impresa ha fatto ricorso contro la decisione del procuratore ed il procedimento giudiziario è stato riaperto. Per tre volte, i lavoratori sono stati chiamati a testimoniare e tutte e tre le volte sono stati scagionati. Gli avvocati del sindacato hanno chiesto una perizia indipendente da parte di esperti della Facoltà di Ingegneria di Alessandria per valutare i danni causati alle strutture, mettendo in dubbio il rapporto sui danni presentato dall'impresa.

Alla fine, il procuratore generale ha rimesso il caso al tribunale di Alessandria che ha emesso la sentenza di tre anni di carcere per questi 5 lavoratori: Ahmed Hassan Sadek (presidente del sindacato independente nell'impresa), Yusry Marouf (segretario generale), Ashraf Ibrahim, Mohamed Abdel Monem ed Essam Eldin Mohamed Mabrouk (rappresentanti dei lavoratori nelle trattative con i dirigenti della zona militare del Nord nonché latori delle rivendicazioni dei lavoratori durante lo sciopero dello scorso marzo).

Il Congresso Democratico dei Lavoratori Egiziani (EDLC) ed il Centro di Appoggio ai Sindacati dei Lavoratori (CTUWS) hanno assicurato il loro pieno appoggio e la loro solidarietà con i lavoratori e con i rappresentanti del sindacato indipendente nell'impresa, il quale non ha fatto altro che esercitare il diritto di sciopero secondo le norme e le convenzioni internazionali, rifiutando qualsiasi restrizione al diritto di sciopero dei lavoratori.

Il Congresso Democratico dei Lavoratori Egiziani ed il Centro di Appoggio ai Sindacati dei Lavoratori condannano la repressione diretta a colpire i sindacati indipendenti ed i rappresentanti sindacali eletti liberamente e senza intermediari dai lavoratori, per condurre le trattative con le imprese e con le amministrazioni statali.

Entrambe le organizzazioni si pongono a fianco dei lavoratori e si impegnano a fornire ogni tipo di sostegno nonché la necessaria assistenza giuridica. Al tempo stesso, sottolineano la necessità di una vasta campagna di solidarietà per denunciare questo feroce attacco contro i sindacati indipendenti e contro le conquiste della classe operaia egiziana che si sta esprimendo con la creazione libera e senza manipolazioni di sindacati indipendenti.

Gruppo di lavoro per il Nord Africa
Segreteria per le Relazioni Internazionali della Confederaciòn General del Trabajo - Spagna

Traduzione a cura di FdCA-Ufficio Relazioni Internazionali

Related Link: http://www.rojoynegro.info
This page can be viewed in
English Italiano Deutsch
George Floyd: one death too many in the “land of the free”
© 2005-2020 Anarkismo.net. Unless otherwise stated by the author, all content is free for non-commercial reuse, reprint, and rebroadcast, on the net and elsewhere. Opinions are those of the contributors and are not necessarily endorsed by Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]