user preferences

New Events

Italia / Svizzera

no event posted in the last week

Terremoto: perdere la vita in fabbrica durante il turno di notte

category italia / svizzera | lotte sindacali | opinione / analisi author Tuesday May 22, 2012 17:31author by Viap - FdCA Report this post to the editors

Hanno perso la vita 4 operai

Durante il turno di notte di sabato e domenica, nel ferrarese, a causa del terremoto, hanno perso la vita 4 operai: non si tratta di derubricare alla fatalità, piuttosto sono morti a causa del crollo di capannoni costruiti da un decennio.
italy.jpg


Terremoto: perdere la vita in fabbrica durante il turno di notte


Durante il turno di notte di sabato e domenica, nel ferrarese, a causa del terremoto, hanno perso la vita 4 operai: non si tratta di derubricare alla fatalità, piuttosto sono morti a causa del crollo di capannoni costruiti da un decennio.

Fabbriche costruite sul “meno costa meglio è”, in molti casi impeccabili e ben tenute all’esterno, organizzate e efficienti all’interno…., ma crollano.

La nostra è una denuncia precisa che si aggiunge alla rabbia e al dolore.

Sono decine le fabbriche e i laboratori crollati nel ferrarese, centinaia e centinaia quelle inagibili nelle tre province di Ferrara, Bologna e Modena nell’area interessata dal sisma; la sicurezza non esiste, è solo vuota retorica; sono i costi da comprimere e i profitti il solo riferimento.

Si tratta, inoltre, di una situazione drammatica per migliaia di lavoratori che rischiano di rimanere senza salario per mesi; la risposta da costruire per dare continuità al reddito e la tempestività della sua erogazione si basa sugli ammortizzatori sociali. Questi vanno istruiti con una procedura burocratica che deve contenere anche le parti in capo al singolo lavoratore, che sono diverse (8) e di competenza diversa INPS, Regione, Ministero.
Lavoro enorme che le strutture territoriali della CGIL stanno istruendo per non lasciare nessun lavoratore escluso.

Per ultimo, la stupida retorica mediatica sui monumenti: a parte le chiese, qui sì per colpa del sisma sono crollati o, nel caso di palazzi storici, irrimediabilmente lesionati; ma questi monumenti erano al centro della vita sociale e della partecipazione della popolazione. Contenevano biblioteche, sale di riunione , spazi per eventi di qualsiasi tipo,vissuti in quelle forme aggregative del vivere sociale e civile che esiste da sempre in queste terre.

22/05/12

viap

This page has not been translated into Kreyòl ayisyen yet.

This page can be viewed in
English Italiano Deutsch
Rojava: Mensaje urgente de un compañero anarquista en Afrin
© 2005-2018 Anarkismo.net. Unless otherwise stated by the author, all content is free for non-commercial reuse, reprint, and rebroadcast, on the net and elsewhere. Opinions are those of the contributors and are not necessarily endorsed by Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]