user preferences

Il gruppo originario di Lotta Comunista e la storia dei GAAP

category italia / svizzera | storia dell'anarchismo | recensione author Wednesday April 11, 2012 22:53author by Gino - FdCA (a titolo personale) Report this post to the editors

Breve recensione di "Lotta Comunista. Il gruppo originario. 1943-1952", di Guido La Barbera - Edizioni Lotta Comunista, 2012.

nsta_web.jpg


Lotta Comunista. Il gruppo originario. 1943-1952

Guido La Barbera

Edizioni Lotta Comunista, 2012
266 pagine
ISBN 978-88-96901-07-6
€ 10,00


Il libro appena uscito e curato da Guido La Barbera non è una storia dei Gruppi Anarchici di Azione Proletaria (GAAP): schematicamente se ne intravede lo sfondo d'azione e la genesi politica, tutta interna al movimento anarchico, ma che nel testo non assume mai l'importanza dovuta, non fosse altro che per la ricerca e l'innovazione che questi compagni tentarono di immettere nell'organizzazione politica anarchica.

Penso che con molta onestà peraltro, La Barbera isola nel dibattito Masini/Cervetto quelle che dovrebbero essere le future linee di fondazione del Partito leninista che dal 1965 si formalizza come Lotta Comunista, le letture del campo bordighista sull'imperialismo esercitano su Cervetto una ridefinizione analitica che lo porterà negli anni a trovare la chiave di volta per la strategia del partito, in una condizione di "invarianza" legata allo schema dell'imperialismo unitario, l'autore del libro, qui un po' stentatamente tende ad isolare la responsabilità di Cervetto dall'elaborazione collettiva dei GAAP, in modo particolare sul "Convegno di Pontedecimo", mettendo in rilievo la differenza di analisi e di carattere che lo ponevano di fronte al Masini come il futuro teorico del partito strategia che si materializzerà 15 anni dopo.

Ora, questo tipo di narrazioni non si esimono dal rischio di cadere in una facile operazione propagandistica da esaltazione del capo, solo chi ha potuto apprezzare, anche senza condividerla, l'onestà intellettuale di Cervetto nel suo percorso politico, evita di cadere in grossolani equivoci.

Appunto perché il libro si limita alla ricerca della conferma della genesi leninista non si vede in profondità lo scenario e l'ambiente anarchico, di questi giovani che usciti dalla guerra partigiana e segnati dallo scontro di classe aspro che vedeva cadere l'ipotesi rivoluzionaria, con un proletariato smarrito e confuso dalla politica del PCI e dall'esaltazione del modello sovietico era inevitabile che si cercasse tra gli anarchici il motore della rivolta proletaria.

Ma il movimento anarchico e la Federazione Anarchica Italiana (FAI) del dopoguerra - salvo alcune importantissime esperienze e figure di militanti - era ormai avvolto dal manto dell'opinionismo diffuso, fuori dalla lotta di classe, imbrigliato in sterili polemiche, e non fu in grado di cogliere stimoli e innovazioni che la fine della guerra imponeva ai rivoluzionari, rimanendo ancorata a tradizioni claniche che finirono con il mettere ai margini del movimento operaio buona parte degli anarchici e dei libertari.

Nel testo, l'esaltazione della riscoperta del leninismo viene posta come alternativa al percorso ed alla ricerca dei GAAP, che invece tentavano un minimo comune denominatore a partire dalla "Piattaforma di Arscinov", e che per questo subirono la scomunica ed il bando dalla FAI.

Sono passati 60 anni da quel tentativo di innovazione dell'anarchismo, che non dobbiamo dimenticare fu comune ad altri paesi, in modo particolare la Francia che vide la nascita della Fédération Communiste Libertaire (FCL) di Fontenis con lo stesso sforzo e con la stessa passione.

Il libro sulla storia dei GAAP si deve ancora scrivere. Quello edito da Lotta Comunista ne coglie solo alcuni aspetti e non entra a fondo nello scontro politico nel movimento anarchico, limitandosi a ritrovare appunto la genesi leninista di Cervetto nel dibattito sull'imperialismo.

Non potranno scriverlo coloro che per 60 anni nel movimento anarchico hanno taciuto questa esperienza così come hanno taciuto il ruolo di un settimanale come "Il Libertario", che ospitava costantemente gli interventi e le analisi di questo gruppo di giovani, caduto nell'oblio di una storia che ancora oggi dà fastidio e non si vuole affrontare se non con anatemi e scomuniche.

Gino

This page has not been translated into Català yet.

This page can be viewed in
English Italiano Deutsch
Revista "Socialismo Libertário" num. 2

Latest News

Italia / Svizzera | Storia dell'anarchismo | it

Wed 16 Apr, 15:44

browse text browse image

gaap.jpg imageNovità editoriale: I Figli dell'Officina 17:28 Mon 07 Oct by Centro Documentazione Franco Salomone 0 comments

copromasovvpiccweb.jpg imageRoma sovversiva. Anarchismo e conflittualità sociale dall'età giolittiana al fascismo (1900-1926) 18:27 Wed 14 Mar by Odradek Edizioni 0 comments

pontedecimo.jpg imageNovità editoriale: "Tesi di Pontedecimo" dei GAAP 18:22 Mon 13 Feb by Federazione dei Comunisti Anarchici 0 comments

bari.jpg imageNovità editoriale: Gli anarchici di piazza Umberto. La sinistra libertaria a Bari negli anni '70 23:03 Wed 12 Oct by Centro di Documentazione "Franco Salomone" 0 comments

malatesta.jpg imagePresentazione del primo volume delle Opere Complete di Errico Malatesta 16:07 Thu 15 Sep by Biblioteca Borghi 0 comments

textIn memoria di Lorenzo Parodi 18:11 Tue 16 Aug by Federazione dei Comunisti Anarchici 0 comments

salomone_sm.jpg imageNovità editoriale: "Un rivoluzionario di ponente" 21:10 Mon 11 Apr by Centro di Documentazione Franco Salomone 0 comments

Dadà, Cremaschi, Massari imageResoconto presentazione libro di Daniel Guérin 22:29 Mon 28 Sep by FdCA Sezione Luigi Fabbri, Roma 0 comments

domaschi.jpg imageLe mie prigioni e le mie evasioni 18:45 Wed 05 Dec by Giovanni Domaschi 0 comments

textConvegno su Camillo Berneri 22:38 Mon 07 May by Donato Romito 0 comments

more >>

Opinion and Analysis

textComunismo anarchico e comunismo libertario Jul 10 by Gruppo Comunista Anarchico di Firenze 0 comments

© 2005-2014 Anarkismo.net. Unless otherwise stated by the author, all content is free for non-commercial reuse, reprint, and rebroadcast, on the net and elsewhere. Opinions are those of the contributors and are not necessarily endorsed by Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]