user preferences

È finito il neoliberismo? Tutti a casa?

category italia / svizzera | economia | comunicato stampa author Monday November 14, 2011 18:44author by Segreteria Nazionale FdCA - Federazione dei Comunisti Anarchiciauthor email fdca at fdca dot it Report this post to the editors

In questi decenni l'accumulazione capitalistica è stata sempre più rapida e vorace, ha rosicchiato profitti ovunque, ha minato tutele, ha messo le mani sui beni comuni, la ricchezza si è sempre più concentrata, la forbice si è allargata, sempre meno persone hanno sempre di più, sempre più persone hanno sempre di meno. Meno reddito, meno diritti, meno lavoro. [Castellano] [English]

bermont.jpg


È finito il neoliberismo? Tutti a casa?


Decenni di sciagurato neoliberismo stanno presentando il conto alle economie occidentali.

Decenni di tagli ai salari, di privatizzazioni, di tagli ai servizi pubblici, di spostamento della ricchezza dalla produzione alla finanza stanno presentando il conto agli Stati.

Per decenni è stata raccontata la favola che il mercato arricchisse tutti, che tutti si potessero permettere tutto, che la Borsa, novello albero degli zecchini, fosse lo strumento giusto per permetterci una serena vecchiaia dopo una vita lavorativa precaria.

E in questi decenni l'accumulazione capitalistica è stata sempre più rapida e vorace, ha rosicchiato profitti ovunque, ha minato tutele, ha messo le mani sui beni comuni, la ricchezza si è sempre più concentrata, la forbice si è allargata, sempre meno persone hanno sempre di più, sempre più persone hanno sempre di meno. Meno reddito, meno diritti, meno lavoro.

E adesso che sta arrivando il conto, rispuntano gli Stati. Chiamati a rispondere del proprio debito pubblico, chiamati a sostenere le banche, sistemiche o no, chiamati a far ingoiare, a forza se necessario, ai propri cittadini misure draconiane invocate necessarie per la stabilità dei mercati (ma i mercati stabili non guadagnano, i mercati per essere stabili devono crescere). E se i politici locali non sono abbastanza bravi, la finanza presta alla politica direttamente i propri uomini.

Inutile ergersi tutti a esperti finanziari e affannarsi a trovare la cura per salvare il capitalismo da se stesso: il capitalismo si salverà, a spese nostre nelle sue intenzioni, e alla fine della crisi la forbice sarà ancora più larga. Si salverà se la BCE inietterà liquidità per salvare le banche e rassicurare i mercati; si salverà se la Grecia e magari l'Italia andranno in default, controllato o meno, se ridurranno parzialmente i debiti o se usciranno dall'euro e ricominceranno a battere moneta sovrana.

I costi di tutte queste operazioni saranno pagati da tutti noi, da chi lavora, dagli studenti, dai migranti, dall'anello debole di questa catena che non sarà mai forte finché non la spezzerà.

Siamo noi a doverci salvare, a difenderci dall'esproprio capitalistico e da una politica, forte dei propri interessi, sempre disposta a difendere i forti contro i deboli, i ricchi contro i poveri.

Dobbiamo dire che i soldi ci sono, bisogna andarli a prendere a chi ce li ha, e poi bisogna darli non alle banche, ma ai lavoratori e ai disoccupati; che scuola, sanità, ambiente vanno potenziati e non finiti di distruggere; che i tagli sono necessari, si, ma nelle fasce alte delle gerarchie; che sono i dirigenti, i manager, i politici, che sono coloro che hanno coscientemente guidato questa situazione, e non nelle fasce più basse, a colpire quelli che continuano a salvare il salvabile, a far funzionare la baracca, a garantire i servizi minimi.

Ricette troppo semplici? Forse, ma noi anarchici sappiamo che non sarà lo Stato a difenderci dal Capitale, sappiamo che solo l'autorganizzazione e la lotta possono cambiare quello che sembra un destino ineludibile, il baratro della miseria che poi è semplicemente il baratro dell'ingiustizia, e invertire questa nefasta spirale con le armi della solidarietà e dei diritti.

Segreteria Nazionale

Federazione dei Comunisti Anarchici

14 novembre 2011

Related Link: http://www.fdca.it

This page has not been translated into 中文 yet.

This page can be viewed in
English Italiano Deutsch
E

Front page

International call for solidarity with the case of Nicolás Neira

1º Congreso de la Federación Anarquista de Rosario (FAR)

María Esther Biscayard de Tello, nuestro homenaje

The party is haunting us again

[Colombia] Declaración Constitutiva de Acción Libertaria Estudiantil

Flora Tristán: precursora del feminismo y de la emancipación proletaria

Bil'in - 10 years of persistent joint struggle

In solidarity with the NO TAV struggle

Wave of arrests in Ireland as state tries to break water charges movement

Não se intimidar, não desmobilizar! Toda nossa solidariedade ao companheiro Vicente!

After the election of Syriza in Greece - Power is not in Parliament

[Chile] Movimiento Estudiantil: ¿En dónde debemos enfocar nuestros esfuerzos?

Je ne suis pas Charlie

México en llamas: raíces y perspectivas de una lucha que avanza y la crisis de un sistema político

Sobre la liberación de prisioneros y el restablecimiento de relaciones diplomáticas, por los gobiernos de Cuba y EE.UU.

No to Golden Dawn in Australia!

Abusos y arbitrariedad - retención de JOSÉ A. GUTIÉRREZ, en el bajo Caguán, Caquetá

Could a Revolution Happen in the US?

An Anarchist Communist Reply to ‘Rojava: An Anarcho-Syndicalist Perspective’

Lutar e vencer fora das urnas

In the Rubble of US Imperialism

Elementos da Conjuntura Eleitoral 2014

The experiment of West Kurdistan (Syrian Kurdistan) has proved that people can make changes

[Chile] EL FTEM promueve una serie de “jornadas de debate sindical”

Italia / Svizzera | Economia | Comunicato stampa | it

Sat 25 Apr, 08:25

browse text browse image

ttip.jpg imageNO al TTIP 15:58 Sat 08 Feb by FdCA - Fano/Pesaro 0 comments

Il Transatlantic Trade and Investment Partnership (Ttip), il trattato in corso di ratifica che vorrebbe creare tra Usa e Ue la più consistente area di libero scambio mai tentata nel pianeta (coprirebbe circa il 60% delle economie mondiali) sta per essere ratificato in questi giorni e deciderà delle nostre vite se non nasce una mobilitazione dal basso per contrastarlo.

text27 ottobre: No Monti Day a Fano 19:55 Mon 29 Oct by donato romito 0 comments

Sostegno alle spese legali per i processi in corso contro studenti e studentesse dell'Assemblea Permanente di Urbino, colpiti/e dalla repressione.

textAttraversando le contraddizioni del presente 00:18 Tue 16 Oct by Segreteria Nazionale FdCA 0 comments

Nel processo di ristrutturazione europeo, il centro del comando capitalistico sta determinando le politiche economiche - e quindi sociali - per il rientro del debito pubblico di tutti i paesi della zona Euro ed in particolare delle zone periferiche sconvolte dalle politiche di austerità imposta dal fiscal compact. Quelle stesse politiche, anticipate in maniera trasparente dalla lettera di BCE della scorsa estate, stanno determinando nel nostro paese fenomeni politici chiaramente riconducibili alla direzione di comando dell'oligarchia finanziaria europea stessa.

textMonti: Go Home! 17:41 Mon 09 Jan by FdCA di Reggio Emilia 1 comments

I lavoratori reggiani spolpati dalle vostre manovre economiche, i giovani senza lavoro, le centinaia di pensionati ormai costretti ad accedere alla carità per avere una minestra calda, e che scientificamente sono sacrificati sull'altare del profitto non saranno in piazza con voi per un inutile rituale.

monti.jpg imageManovra Monti: il rigore dell'impoverimento e dell'ingiustizia 23:22 Wed 07 Dec by Segreteria Nazionale FdCA 0 comments

La dimensione europea della crisi ci chiama ad un impegno più ampio, ad una grande vertenza internazionale per diritti e tutele, salariali e giuridiche che attraversino l'intera Europa, che impediscano lo scaricare della crisi sulle classi lavoratrici dei singoli paesi.

monty.jpg imageMario Monty (Python) e il senso della vita 15:58 Thu 24 Nov by Segreteria Nazionale FdCA 0 comments

Il nuovo governo Monti, quello che troppi si ostinano a vedere come post- Berlusconiano attribuendogli una capacità salvifica morale, politica ed economica, non è altro che la risposta dei poteri forti dell'area euro atlantica alla crisi finanziaria, poteri che, dopo aver scaricato sulle casse statali la salvezza dall'indebitamento delle banche, ora non fanno altro che presentare il conto, scaricando sulle spalle dei lavoratori, dei pensionati, dei disoccupati e dei precari la garanzia dell'accumulazione del potere economico Europeo.

sg.jpg imageSciopero Generale - 2 Dicembre 2011 13:33 Sun 30 Oct by USB, SLAI COBAS, CIB-UNICOBAS, SNATER 1 comments

USB, SLAI COBAS, CIB-UNICOBAS e SNATER hanno indetto lo Sciopero generale di tutte le categorie pubbliche e private per intera giornata del 2 dicembre 2011.

15o.jpg imageRapina a mano armata 22:59 Tue 27 Sep by Federazione dei Comunisti Anarchici 0 comments

La FdCA sostiene gli appuntamenti che preludono alla giornata di protesta del 15 ottobre, ed oltre, il loro percorso preparatorio nei vari territori e la loro auspicabile futura radicalizzazione anche grazie al contributo dei militanti anarchici, libertari e di classe.

indignati.jpeg imageSocialismo o barbarie 14:51 Thu 18 Aug by Federazione dei Comunisti Anarchici 0 comments

La manovra economica di ferragosto e l'affondo portato alle condizioni del proletariato segnano una sorta di non ritorno per quanti si battono per la difesa dei diritti dei lavoratori e per l'esistenza di forme organizzate a difesa dei ceti subalterni.

indignati.jpeg imageChirurgia di classe 22:11 Fri 08 Jul by Segreteria Nazionale FdCA 0 comments

"Sarete ancora voi a pagare la nostra crisi". Questo è il beffardo messaggio contenuto nella manovra varata dal governo, che colpisce chirurgicamente in profondità e fa strazio degli interessi delle classi popolari, mentre salvaguarda privilegi e prebende delle classi al potere. Per 3 anni il governo di centro-destra ha lasciato credere che il paese fosse fuori dalla crisi ed ora presenta un conto salatissimo da €47 miliardi che, scaglionati con tempi e modalità che vanno ben oltre le prossime elezioni politiche, verranno trovati estirpando dalla scena sociale diritti, tutele e garanzie delle classi sfruttate.

more >>

imageUE: timeo Danaos et dona ferentes Feb 09 by Donato Romito 0 comments

Cogliere l'opportunità e l'utilità di una crepa, di uno spazio politico e sociale che potrebbe aprirsi nel monolite del fiscal compact e dell'economia del debito, per rilanciare le difficili lotte sindacali ed ampliare e sostenere le lotte urbane in tutta Europa, al fine di ricostruire la coscienza di classe necessaria ad una rottura democratica.

imageSottili incrinature Jan 02 by Toni Iero 0 comments

Buona parte del mondo istituzionale continua a fingere (magari qualcuno lo crede anche …) pensando che sia sufficiente aspettare l’arrivo di una mitica ripresa economica per ritornare a stare come prima, mentre chi analizza con onestà intellettuale e libertà di giudizio il contesto economico non può che trarre considerazioni di ben altra natura.

textFigli di Troika Oct 12 by Toni Iero 0 comments

Riusciranno gli italiani a svegliarsi dal loro torpore per cacciare questi improvvisati piloti prima che facciano schiantare l’aereo di cui siamo malauguratamente passeggeri?

imageIl vigile del fuoco Aug 30 by Toni Iero 0 comments

Il peggio è ormai passato. È una frase che sento ripetere dall’autunno del 2007, qualche mese dopo l’estate in cui la caduta delle quotazioni azionarie di Wall Street segnava la fine della bolla immobiliare americana e l’inizio della peggiore crisi economica dopo quella degli anni ’30 del secolo scorso.
Davvero c’è una luce in fondo al tunnel?
Per formarsi un’opinione motivata, è opportuno comprendere le diverse dinamiche che caratterizzano i mercati finanziari e il sistema produttivo.

textFuoco di sbarramento Feb 16 by Segreteria Nazionale FdCA 0 comments

Di nuovo (ma abbiamo mai smesso di esserlo?) sotto il fuoco di sbarramento dell'oligarchia economica. E le forti richieste che arrivano dai banchieri e governi hanno nuovi vassalli da impiegare nella guerra di classe dei ricchi contro i lavoratori ed i ceti meno abbienti, anche in Italia. Come leggere, senza perdere di vista l'affermazione autoritaria delle scelte del novello Renzi, l'evoluzione politico in atto?

more >>

imageNO al TTIP Feb 08 Federazione dei Comunisti Anarchici 0 comments

Il Transatlantic Trade and Investment Partnership (Ttip), il trattato in corso di ratifica che vorrebbe creare tra Usa e Ue la più consistente area di libero scambio mai tentata nel pianeta (coprirebbe circa il 60% delle economie mondiali) sta per essere ratificato in questi giorni e deciderà delle nostre vite se non nasce una mobilitazione dal basso per contrastarlo.

text27 ottobre: No Monti Day a Fano Oct 29 FdCA-Fano/Pesaro 0 comments

Sostegno alle spese legali per i processi in corso contro studenti e studentesse dell'Assemblea Permanente di Urbino, colpiti/e dalla repressione.

textAttraversando le contraddizioni del presente Oct 16 Federazione dei Comunisti Anarchici 0 comments

Nel processo di ristrutturazione europeo, il centro del comando capitalistico sta determinando le politiche economiche - e quindi sociali - per il rientro del debito pubblico di tutti i paesi della zona Euro ed in particolare delle zone periferiche sconvolte dalle politiche di austerità imposta dal fiscal compact. Quelle stesse politiche, anticipate in maniera trasparente dalla lettera di BCE della scorsa estate, stanno determinando nel nostro paese fenomeni politici chiaramente riconducibili alla direzione di comando dell'oligarchia finanziaria europea stessa.

textMonti: Go Home! Jan 09 Federazione dei Comunisti Anarchici 1 comments

I lavoratori reggiani spolpati dalle vostre manovre economiche, i giovani senza lavoro, le centinaia di pensionati ormai costretti ad accedere alla carità per avere una minestra calda, e che scientificamente sono sacrificati sull'altare del profitto non saranno in piazza con voi per un inutile rituale.

imageManovra Monti: il rigore dell'impoverimento e dell'ingiustizia Dec 07 Federazione dei Comunisti Anarchici 0 comments

La dimensione europea della crisi ci chiama ad un impegno più ampio, ad una grande vertenza internazionale per diritti e tutele, salariali e giuridiche che attraversino l'intera Europa, che impediscano lo scaricare della crisi sulle classi lavoratrici dei singoli paesi.

more >>
© 2005-2015 Anarkismo.net. Unless otherwise stated by the author, all content is free for non-commercial reuse, reprint, and rebroadcast, on the net and elsewhere. Opinions are those of the contributors and are not necessarily endorsed by Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]