user preferences

New Events

Italia / Svizzera

no event posted in the last week

Repressione sui posti di lavoro

category italia / svizzera | lotte sindacali | comunicato stampa author Tuesday August 30, 2011 00:17author by Commissione Sindacale FdCA - Federazione dei Comunisti Anarchiciauthor email sindacale at fdca dot it Report this post to the editors

Ordine del giorno approvato il 28 agosto 2011

La Commissione Sindacale della Federazione dei Comunisti Anarchici, riunita a Reggio Emilia il 28 agosto 2011, denuncia il clima di intimidazione e di repressione che da tempo il padronato italiano, privato e pubblico, sta imponendo sui posti di lavoro.


Repressione sui posti di lavoro


La Commissione Sindacale della Federazione dei Comunisti Anarchici, riunita a Reggio Emilia il 28 agosto 2011, denuncia il clima di intimidazione e di repressione che da tempo il padronato italiano, privato e pubblico, sta imponendo sui posti di lavoro.

Dopo la FIAT-Sata, che ha licenziato i tre operai attivisti sindacali Marco Pignatelli, Antonio Lamorte e Giovanni Barozzino per presunti sabotaggi, negli ultimi mesi è tornato alla ribalta della repressione aziendale il Gruppo FS. La dirigenza non ha infatti digerito il doppio reintegro da parte della magistratura - conseguenza di ben due licenziamenti nel giro di pochi anni - del macchinista Dante De Angelis di Roma, reo di aver solo svolto con coscienza il suo ruolo di rls. I suoi strali sono quindi caduti alcuni mesi fa sul capotreno Sandro Giuliani di Roma, colpevole di aver preteso di lavorare in sicurezza applicando i regolamenti aziendali (!) e per questo motivo licenziato e poi, recentemente, sul tecnico Riccardo Antonini della Versilia perché, nella sua veste di esperto, collaborava - e continua a farlo, dimostrando uno straordinario senso civico - con il comitato dei familiari delle vittime per far luce sulle responsabilità sulla strage nella stazione di Viareggio, colpito con 10 giorni di sospensione. Di pochi giorni fa la notizia che l'Ilva di Genova ha licenziato un operaio, Mario Bracci, in seguito ad un banale diverbio tra colleghi sul posto di lavoro.

E' evidente il tentativo, da parte del padronato, di ridurre i lavoratori a schiavi, automi senza diritti, nemmeno quelli garantiti dalla Costituzione. Sui posti di lavoro si può solo essere sfruttati e morire in silenzio, oppure essere puniti e licenziati.

La Commissione Sindacale della Federazione dei Comunisti Anarchici è solidale con tutti i lavoratori colpiti dalla repressione aziendale, con le loro famiglie ed i loro compagni impegnati nelle iniziative di lotta in loro sostegno.

Commissione Sindacale

Federazione dei Comunisti Anarchici

Reggio Emilia, 28 agosto 2011

Related Link: http://www.fdca.it
This page can be viewed in
English Italiano Deutsch
Neste 8 de Março, levantamos mais uma vez a nossa voz e os nossos punhos pela vida das mulheres!
© 2005-2020 Anarkismo.net. Unless otherwise stated by the author, all content is free for non-commercial reuse, reprint, and rebroadcast, on the net and elsewhere. Opinions are those of the contributors and are not necessarily endorsed by Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]