user preferences

New Events

Iberia

no event posted in the last week

[Spagna] CGT condanna la violenza della polizia contro i manifestanti laici

category iberia | repressione / prigionieri | comunicato stampa author Saturday August 20, 2011 12:40author by Confederación General del Trabajo - CGT Report this post to the editors

La Confederación General del Trabajo condanna la violenza della polizia contro le laiche ed i laici. [Castellano]
cgtanimada_1.gif


CONFEDERACIÓN GENERAL DEL TRABAJO
UFFICIO STAMPA CONFEDERALE

LA CGT CONDANNA LA VIOLENZA DELLA POLIZIA CONTRO I MANIFESTANTI LAICI


La Confederazione Generale del Lavoro (CGT) condanna le cariche che la polizia ha effettuato il 17 scorso contro la manifestazione laica indetta per protestare contro l'uso di denaro pubblico per la visita del Papa, e la notte del 18 agosto di nuovo alla Puerta del Sol. Allo stesso tempo la CGT denuncia il disastroso comportamento del Ministero dell'Interno incapace di garantire il diritto di manifestare ai cittadini.

L'intervento della polizia ha provocato un numero imprecisato di feriti e di arrestati tra i manifestanti. L'identificazione, la raccolta di dati, rapporti di polizia, percosse, umiliazioni, insulti, ... sono stati effettuati da poliziotti anti-sommossa che giravano in borghese a Puerta del Sol e dintorni.

Per la CGT è intollerabile che la polizia consenta a giovani papa-boys e sacerdoti laici di poter disturbare una manifestazione laica, perché non gradita, e che la stessa polizia intervenga successivamente ad impedire il transito attraverso la Puerta del Sol a quei passanti che non sono cattolici. La CGT ha denunciato l'atteggiamento deliberatamente provocatorio portato avanti da gruppi di pellegrini e di sacerdoti papisti a Puerta del Sol

La Confederazione Generale del Lavoro si rammarica del fatto che i media, soprattutto quelli pubblici, si siano dimostrate incapaci di fornire immagini e voci delle aggressioni e delle atrocità commesse dai cattolici e dalla polizia. La CGT si congratula invece con i giornali dei cittadini, che sono di recente diventati bersaglio di aggressioni della polizia, perché grazie ad essi questi stessi fatti sono stati visti e sentiti.

La CGT è convinta che la chiusura degli spazi pubblici e la repressione contro la popolazione esercitata dal Ministero dell'Interno è motivata dalla visita del Papa a Madrid. Una visita i cui costi, sono in gran parte a carico del denaro pubblico e dei servizi di tutte le persone, indipendentemente dal fatto che siano cattolici o no.

Ancora una volta, il sindacato CGT rifiuta la visita-spettacolo del papa sia nel merito (consentire alla Conferenza Episcopale di continuare a diffondere a livello mediatico un'ideologia conservatrice, castrante, alienante per influenzare la politica nella società e nell'opinione pubblica) che nella forma (far passare furbescamente una visita privata per pubblica per ottenerne il finanziamento con denaro pubblico e per subordinare il potere politico e civile a quello religioso). Per la CGT le cifre ed i dati economici di questa visita papale ne fanno un evento impresentabile ed insostenibile per una società adulta, laica e moderna del XXI secolo.

Infine, il sindacato CGT condanna la violenza della polizia e la chiusura degli spazi pubblici e incoraggia e sostiene tutte le persone che si indignano per la situazione sociale e la repressione esercitata dal governo e che continuano a partecipare attivamente alle proteste che sono in programma . La CGT chiede anche che tutti gli arrestati vengano rilasciati senza nessuna imputazione.

SECRETARIADO PERMANENTE DEL COMITÉ CONFEDERAL DE CGT

Traduzione a cura di FdCA-Ufficio Relazioni Internazionali.

Related Link: http://www.cgt.es

This page has not been translated into Português yet.

This page can be viewed in
English Italiano Deutsch
¿Què està passant a Catalunya?
© 2005-2017 Anarkismo.net. Unless otherwise stated by the author, all content is free for non-commercial reuse, reprint, and rebroadcast, on the net and elsewhere. Opinions are those of the contributors and are not necessarily endorsed by Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]