user preferences

New Events

Francia / Belgio / Lussemburgo

no event posted in the last week
Recent articles by 10° Congresso di Alternative Libertaire
This author has not submitted any other articles.
Recent Articles about Francia / Belgio / Lussemburgo Lotte sindacali

Contre la loi Travail: le bras de fer continue Sep 15 16 by Alternative Libertaire

Interdictions de manifs, casse sociale : résistons dans la rue ! Jun 23 16 by Relations Extérieures de la CGA

Loi travail : Le mouvement à l’heure de vérité Jun 04 16 by Commission internationale Alternative libertaire

Mozione finale adottata all'unanimità dal X Congresso di AL

category francia / belgio / lussemburgo | lotte sindacali | documento politico author Thursday November 04, 2010 22:10author by 10° Congresso di Alternative Libertaire - AL Report this post to the editors

Il decimo congresso di Alternative Libertaire si svolge nel bel mezzo di un ampio movimento sociale contro il progetto di legge sulle pensioni. E' ancora presto per pronunciarsi sull'esito di questa lotta, ma una cosa è sicura: lascerà delle tracce nei movimenti sociali francesi. [Français]

logo_alternative_libertaire_1.gif

Tutti i settori della società, ciascuno a modo suo, si sono coinvolti nella lotta, a testimonianza della collera accumulata in tanti anni contro questo governo razzista e autoritario al servizio della borghesia e contro i padroni e i finanzieri che si accaparrano parti sempre più grandi delle ricchezze prodotte dal nostro lavoro. Manifestazioni raramente così affollate come adesso sono testimonianza della ferma opposizione alla riforma delle pensioni ma anche della profonda crisi di legittimità del governo e del sistema tutto.

E' stata la determinazione di alcune federazioni sindacali e di molti gruppi locali che ha permesso il reale scatenarsi dell'intervento. Così facendo, hanno di fatto impedito alla maggioranza dei sindacati istituzionali di mettersi in una prospettiva limitata alla semplice contrattazione sui contenuti della legge.

Per adesso, se è stata vinta la battaglia di opinione e se la partecipazione alle manifestazioni è stata massiccia, si è avuta comunque una reale difficoltà a allargare e rinnovare le lotte. Le associazioni sindacali istituzionali sono alla fine riuscite a riprendere in mano il movimento. I loro ultimi annunci, non riportando alcun sostegno agli scioperi rinnovati, condannando le azioni che avessero danneggiato "beni e persone" e distanziando tra loro le giornate di mobilitazione hanno dimostrato una evidente intenzione di seppellire progressivamente la protesta e di evitare una rimessa in causa reale della legittimità governativa, lasciando mano libera ai partiti di opposizione istituzionale per presentarsi alle le prossime scadenze elettorali come il solo possibile sbocco alla collera espressa.

Il movimento di massa attuale è stato reso messo in moto dall'esplosione di scioperi e di azioni di blocco che dimostrano di una radicalizzazione di una parte dei salariati/e e delle loro organizzazioni sindacali. Attentando al funzionamento dell'economia capitalista con l'arresto della produzione nelle raffinerie ed il blocco dei depositi di carburanti, le lavoratrici ed i lavoratori hanno riaffermato la loro importanza nel processo di produzione delle ricchezze. Tutti hanno potuto constatare che non sono gli azionisti né i manager che portano la benzina nelle stazioni di servizio. Queste azioni hanno sempre beneficiato del sostegno di una maggioranza della popolazione. Dobbiamo fare in modo che questa presa di coscienza e questa radicalizzazione nelle modalità di azione si concretizzi per una reale opposizione alle direzioni confederali in seno alle organizzazioni sindacali e per l'unità di azione dei sindacalisti di lotta all'interno e tra i diversi sindacati.

Le militanti e i militanti di Alternative Libertaire hanno messo tutta la loro parte nello spingere e animare questa lotta e la sua auto-organizzazione, così come nell'emergere di un'espressione di rottura col capitalismo. Ciò prova l'utilità di un'organizzazione comunista libertaria che intervenga nelle fabbriche e nelle imprese e tra i giovani. Chiamiamo tutti i giovani, tutti i lavoratori e le lavoratrici, occupati o disoccupati che si riconosce nell'attualità della lotta anticapitaliste ed autogestionaria a unirsi a Alternative Libertaire.

Adottato all'unanimità dal X Congresso di Alternative Libertaire il 31 ottobre 2010

Traduzione a cura di FdCA-Ufficio Relazioni Internazionali

Related Link: http://www.alternativelibertaire.org/

This page has not been translated into Português yet.

This page can be viewed in
English Italiano Deutsch
Employees at the Zarfati Garage in Mishur Adumim vote to strike on July 22, 2014. (Photo courtesy of Ma’an workers union)

Front page

Análise da crise política do início da queda do governo Temer

Dès maintenant, passons de la défiance à la résistance sociale !

17 maggio, giornata internazionale contro l’omofobia.

Los Mártires de Chicago: historia de un crimen de clase en la tierra de la “democracia y la libertad”

Strike in Cachoeirinha

(Bielorrusia) ¡Libertad inmediata a nuestro compañero Mikola Dziadok!

DAF’ın Referandum Üzerine Birinci Bildirisi:

Cajamarca, Tolima: consulta popular y disputa por el territorio

Statement on the Schmidt Case and Proposed Commission of Inquiry

Aodhan Ó Ríordáin: Playing The Big Man in America

Nós anarquistas saudamos o 8 de março: dia internacional de luta e resistência das mulheres!

Özgürlüğümüz Mücadelemizdedir

IWD 2017: Celebrating a new revolution

Solidarité avec Théo et toutes les victimes des violences policières ! Non à la loi « Sécurité Publique » !

Solidaridad y Defensa de las Comunidades Frente al Avance del Paramilitarismo en el Cauca

A Conservative Threat Offers New Opportunities for Working Class Feminism

De las colectivizaciones al 15M: 80 años de lucha por la autogestión en España

False hope, broken promises: Obama’s belligerent legacy

Primer encuentro feminista Solidaridad – Federación Comunista Libertaria

Devrimci Anarşist Tutsak Umut Fırat Süvarioğulları Açlık Grevinin 39 Gününde

The Fall of Aleppo

Italia - Ricostruire opposizione sociale organizzata dal basso. Costruire un progetto collettivo per l’alternativa libertaria.

Recordando a César Roa, luchador de la caña

Prison Sentence to Managing Editor of Anarchist Meydan Newspaper in Turkey

© 2005-2017 Anarkismo.net. Unless otherwise stated by the author, all content is free for non-commercial reuse, reprint, and rebroadcast, on the net and elsewhere. Opinions are those of the contributors and are not necessarily endorsed by Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]