user preferences

New Events

Francia / Belgio / Lussemburgo

no event posted in the last week
Recent articles by 10° Congresso di Alternative Libertaire
This author has not submitted any other articles.
Recent Articles about Francia / Belgio / Lussemburgo Lotte sindacali

Interdictions de manifs, casse sociale : résistons dans la rue ! Jun 23 16 by Relations Extérieures de la CGA

Loi travail : Le mouvement à l’heure de vérité Jun 04 16 by Commission internationale Alternative libertaire

France : et maintenant, tout bloquer ! May 23 16 by Commission internationale Alternative libertaire

Mozione finale adottata all'unanimità dal X Congresso di AL

category francia / belgio / lussemburgo | lotte sindacali | documento politico author Thursday November 04, 2010 22:10author by 10° Congresso di Alternative Libertaire - AL Report this post to the editors

Il decimo congresso di Alternative Libertaire si svolge nel bel mezzo di un ampio movimento sociale contro il progetto di legge sulle pensioni. E' ancora presto per pronunciarsi sull'esito di questa lotta, ma una cosa è sicura: lascerà delle tracce nei movimenti sociali francesi. [Français]

logo_alternative_libertaire_1.gif

Tutti i settori della società, ciascuno a modo suo, si sono coinvolti nella lotta, a testimonianza della collera accumulata in tanti anni contro questo governo razzista e autoritario al servizio della borghesia e contro i padroni e i finanzieri che si accaparrano parti sempre più grandi delle ricchezze prodotte dal nostro lavoro. Manifestazioni raramente così affollate come adesso sono testimonianza della ferma opposizione alla riforma delle pensioni ma anche della profonda crisi di legittimità del governo e del sistema tutto.

E' stata la determinazione di alcune federazioni sindacali e di molti gruppi locali che ha permesso il reale scatenarsi dell'intervento. Così facendo, hanno di fatto impedito alla maggioranza dei sindacati istituzionali di mettersi in una prospettiva limitata alla semplice contrattazione sui contenuti della legge.

Per adesso, se è stata vinta la battaglia di opinione e se la partecipazione alle manifestazioni è stata massiccia, si è avuta comunque una reale difficoltà a allargare e rinnovare le lotte. Le associazioni sindacali istituzionali sono alla fine riuscite a riprendere in mano il movimento. I loro ultimi annunci, non riportando alcun sostegno agli scioperi rinnovati, condannando le azioni che avessero danneggiato "beni e persone" e distanziando tra loro le giornate di mobilitazione hanno dimostrato una evidente intenzione di seppellire progressivamente la protesta e di evitare una rimessa in causa reale della legittimità governativa, lasciando mano libera ai partiti di opposizione istituzionale per presentarsi alle le prossime scadenze elettorali come il solo possibile sbocco alla collera espressa.

Il movimento di massa attuale è stato reso messo in moto dall'esplosione di scioperi e di azioni di blocco che dimostrano di una radicalizzazione di una parte dei salariati/e e delle loro organizzazioni sindacali. Attentando al funzionamento dell'economia capitalista con l'arresto della produzione nelle raffinerie ed il blocco dei depositi di carburanti, le lavoratrici ed i lavoratori hanno riaffermato la loro importanza nel processo di produzione delle ricchezze. Tutti hanno potuto constatare che non sono gli azionisti né i manager che portano la benzina nelle stazioni di servizio. Queste azioni hanno sempre beneficiato del sostegno di una maggioranza della popolazione. Dobbiamo fare in modo che questa presa di coscienza e questa radicalizzazione nelle modalità di azione si concretizzi per una reale opposizione alle direzioni confederali in seno alle organizzazioni sindacali e per l'unità di azione dei sindacalisti di lotta all'interno e tra i diversi sindacati.

Le militanti e i militanti di Alternative Libertaire hanno messo tutta la loro parte nello spingere e animare questa lotta e la sua auto-organizzazione, così come nell'emergere di un'espressione di rottura col capitalismo. Ciò prova l'utilità di un'organizzazione comunista libertaria che intervenga nelle fabbriche e nelle imprese e tra i giovani. Chiamiamo tutti i giovani, tutti i lavoratori e le lavoratrici, occupati o disoccupati che si riconosce nell'attualità della lotta anticapitaliste ed autogestionaria a unirsi a Alternative Libertaire.

Adottato all'unanimità dal X Congresso di Alternative Libertaire il 31 ottobre 2010

Traduzione a cura di FdCA-Ufficio Relazioni Internazionali

Related Link: http://www.alternativelibertaire.org/

This page has not been translated into Kurdî / کوردی yet.

This page can be viewed in
English Italiano Deutsch
Employees at the Zarfati Garage in Mishur Adumim vote to strike on July 22, 2014. (Photo courtesy of Ma’an workers union)

Front page

Italia - terremoto

Inside the Zimbabwean Uprising

La experiencia de Mujeres Libres: 80 años del surgimiento del feminismo anarquista organizado

Con Lucha Y Organización Fortalecemos La Resistencia

Algunas reflexiones en torno al poder y la institucionalidad a 80 años de la Revolución Española

80 aniversari de la insurrecció obrera i popular i de la revolució social

80 anni fa la rivoluzione comunista libertaria in Spagna

De los comités de defensa al análisis de los órganos de poder

The Coup in Turkey: Tyranny against tyranny does not make freedom

Greve, Piquete, Marcha e Ocupação! Educadores e Estudantes unidos pela Educação!

Making sense of the Brexit tide of reaction and the reality of the racist vote

[Colombia] Ante el acuerdo de cese al fuego bilateral y definitivo entre el gobierno colombiano y las FARC-EP

Coyuntura Política en Venezuela: Crisis, Tendencias y el Desafío de la Independencia de Clase

Orlando means fightback

Palestinian workers in Israel: between scylla and charybdis

A Socialist On City Council: A Look At The Career Of Kshama Sawant

Élargir la lutte et généraliser la grève pour gagner

Carta de Fundação OAZ

[Colombia] Documento de Formación: Análisis de Coyuntura 2015-2016

La NATO contro i Curdi: la Battaglia per A'zaz

Feminists in Ireland Say No To Pegida

Posició de Embat sobre el nou govern de la Generalitat i el procés constituent

A 120 años de su natalicio: la pluma rebelde de Manuel Rojas

Anarkismo.net wishes you all a 2016 of solidarity and resistance

Francia / Belgio / Lussemburgo | Lotte sindacali | it

Tue 30 Aug, 21:12

browse text browse image

Laurent Berger, segretario generale della CFDT imageGli amici dell'ANI sono i nostri nemici 18:43 Fri 05 Apr by Alternative libertaire 0 comments

L'attacco contro i diritti dei lavoratori e delle lavoratrici si accelera sempre più con la firma a gennaio del contratto nazionale intercategoriale (ANI) tra i padroni e tre sindacati di minoranza (CFDT, CGC, CFTC). Questo testo preconizza lo sfasciare del codice del lavoro: l'accelerazione delle procedure di licenziamento, la limitazione delle possibilità di ricorso dei/delle dipendenti, la legalizzazione del "ricatto occupazionale", la generalizzazione di contratti offensivi (il "contratto di lavoro intermittente")... sembrerebbe leggere il programma del MEDEF. [Français]

textComunicato unitario dopo la conferenza sociale tra padronato, sindacati e governo 23:26 Mon 16 Jul by Alternative Libertaire et al. 0 comments

Alla fine della conferenza sociale tra padronato, sindacati e governo, appare molto chiaramente che non si prevede nessun intervento per prevenire i licenziamenti ed altrettanto chiaramente emerge una scelta in favore del mondo degli affari. Il ministero delle politiche produttive, anzichè preoccuparsi di salvaguardare i bacini di occupazione, è soprattutto un ministero delle parole e della comunicazione con il compito di far digerire la pillola e di occupare gli spazi mediatici senza avere nulla di alternativo da proporre ai licenziamenti ed alle classiche misure di accompagnamento.

textFrancia: Virgin, Amandine deve essere reintegrata! 21:10 Fri 22 Dec by Alternative Libertaire 0 comments

Alternative Libertaire rivendica la reintegrazione immediata di Amandine, così come la fine della politica antisindacale della Virgin, e si associa alle azioni di solidarietà in corso. Facciamo appello perché partecipiate all'assemblea che si terrà sabato 23 dicembre.

textFrancia: Il governo è sconfitto: la lotta continua! 23:42 Tue 11 Apr by Alternative libertaire 0 comments

Lunedì mattina, il governo ha deciso di "sostituire" il CPE. E' stato sconfitto, ma noi dobbiamo continuare la mobilitazione, soprattutto per ottenere il ritiro della cosiddetta "legge sulla parità di opportunità" e del CNE.

textFrancia: CPE - Nessuna manovra ci farà rinunciare! 17:08 Wed 05 Apr by Alternative libertaire 1 comments

Nella sua breve dichiarazione di venerdì 31 marzo, Jacques Chirac ha dato delle informazioni contraddittorie: egli promulga la legge sulla "parità di opportunità", ma afferma che va immediatamente modificata. Questa contraddizione apparente nasconde una manovra: dividere e far smobilitare il movimento contro il CPE.

textCronache francesi di periferia 20:19 Tue 21 Mar by FdCA-Alpi Marittime 0 comments

Oltre 1 milione in piazza, in tutta la Francia, per sostenere la battaglia contro il Contrat Première Embauche - CPE (già approvato). A Nizza, eravamo almeno 10 mila (senza prestare fede alle cifre esagerate degli organizzatori).

textLe lotte contro la precarietà e il CPE in Francia Jul 03 by Hervé Puzenat 1 comments

In 20 anni le forme di lavoro precarie sono aumentate moltissimo. Nel 1992, nel pubblico impiego non c'era che il 2% di lavoratori precari, percentuale che è diventata il 14% nel 2003, mentre nel privato si è passati dal 5% al 13%. Lo Stato è nel frattempo diventato il primo creatore di lavoratori precari. Cosa che viene utilizzata per ridefinire lo status dei funzionari pubblici.

imageGli amici dell'ANI sono i nostri nemici Apr 05 AL 0 comments

L'attacco contro i diritti dei lavoratori e delle lavoratrici si accelera sempre più con la firma a gennaio del contratto nazionale intercategoriale (ANI) tra i padroni e tre sindacati di minoranza (CFDT, CGC, CFTC). Questo testo preconizza lo sfasciare del codice del lavoro: l'accelerazione delle procedure di licenziamento, la limitazione delle possibilità di ricorso dei/delle dipendenti, la legalizzazione del "ricatto occupazionale", la generalizzazione di contratti offensivi (il "contratto di lavoro intermittente")... sembrerebbe leggere il programma del MEDEF. [Français]

textComunicato unitario dopo la conferenza sociale tra padronato, sindacati e governo Jul 16 0 comments

Alla fine della conferenza sociale tra padronato, sindacati e governo, appare molto chiaramente che non si prevede nessun intervento per prevenire i licenziamenti ed altrettanto chiaramente emerge una scelta in favore del mondo degli affari. Il ministero delle politiche produttive, anzichè preoccuparsi di salvaguardare i bacini di occupazione, è soprattutto un ministero delle parole e della comunicazione con il compito di far digerire la pillola e di occupare gli spazi mediatici senza avere nulla di alternativo da proporre ai licenziamenti ed alle classiche misure di accompagnamento.

textFrancia: Virgin, Amandine deve essere reintegrata! Dec 22 AL 0 comments

Alternative Libertaire rivendica la reintegrazione immediata di Amandine, così come la fine della politica antisindacale della Virgin, e si associa alle azioni di solidarietà in corso. Facciamo appello perché partecipiate all'assemblea che si terrà sabato 23 dicembre.

textFrancia: Il governo è sconfitto: la lotta continua! Apr 11 AL 0 comments

Lunedì mattina, il governo ha deciso di "sostituire" il CPE. E' stato sconfitto, ma noi dobbiamo continuare la mobilitazione, soprattutto per ottenere il ritiro della cosiddetta "legge sulla parità di opportunità" e del CNE.

textFrancia: CPE - Nessuna manovra ci farà rinunciare! Apr 05 AL 1 comments

Nella sua breve dichiarazione di venerdì 31 marzo, Jacques Chirac ha dato delle informazioni contraddittorie: egli promulga la legge sulla "parità di opportunità", ma afferma che va immediatamente modificata. Questa contraddizione apparente nasconde una manovra: dividere e far smobilitare il movimento contro il CPE.

more >>
© 2005-2016 Anarkismo.net. Unless otherwise stated by the author, all content is free for non-commercial reuse, reprint, and rebroadcast, on the net and elsewhere. Opinions are those of the contributors and are not necessarily endorsed by Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]