user preferences

Recent articles by Organizzazioni europee
This author has not submitted any other articles.
Recent Articles about Internazionale Migrazione / razzismo

The liberal roots of Islamophobia Mar 06 17 by Hamid Dabashi

«Ανθρωπιστικ ... Jul 07 16 by Αυτοδιαχειριζόμενο Κοινωνικό Στέκι Γαλατσίου σ

Créer les camps et les détruire, l'hospitalité à la française Feb 26 16 by Relations Extérieures de la CGA

Una soluzione: libertà di movimento per gli immigrati

category internazionale | migrazione / razzismo | comunicato stampa author Monday July 26, 2010 17:20author by Organizzazioni europee - Anarkismo Report this post to the editors

Una campagna internazionale di organizzazioni europee della rete Anarkismo

Come socialisti libertari contrari allo sfruttamento di classe, e contrari allo Stato, è importante sviluppare un'analisi approfondita di questi problemi, e trovare mezzi efficaci per combattere la crescita della xenofobia, le politiche repressive di Stato relativi ai migranti, ed il trattamento disumano dei rifugiati. Inoltre, dobbiamo cercare di mettere in relazione queste battaglie per la lotta di classe più ampia in Europa, in modo da rafforzare la corrente internazionalista nelle organizzazioni della classe operaia. [Français] [Norsk] [English] [Dansk] [Čeština] [Ελληνικά]

afficheit_sm.jpg


Una soluzione: libertà di movimento per gli immigrati

Una campagna internazionale di organizzazioni europee della rete Anarkismo


Negli ultimi anni, la xenofobia, il razzismo e le paure suscitate dalle conseguenze economiche delle migrazioni sono riusciti a dominare i dibattiti politici in molti paesi europei.

L'immigrazione è un effetto inevitabile della politica economica e militare condotta dagli Stati europei. Gli effetti convenuti per prevenirla risultano dal razzismo e della riluttanza ad affrontare le proprie conseguenze domestiche.
La risposta da parte dei propagatori e dirigenti della globalizzazione è stata di adottare una serie di misure che effettivamente prevengono la migrazione. L'Europa ha adottato strutture comuni sull'immigrazione, ha firmato trattati che regolano i diritti dei rifugiati, e ha rafforzato i controlli dell'immigrazione alle frontiere Europee. L'assunto di base è che queste persone devono essere tenute fuori. Nel processo di limitare l'immigrazione, i paesi europei hanno violato convenzioni internazionali sui diritti umani.

Il capitalismo necessita di lavoro precario, e la precarietà che circonda gli immigrati illegali ha portato questi lavoratori ad accettare lavori servili, aumentando così la manodopera clandestina, in condizioni di gran lunga inferiori a quelli della classe operaia più ampia. Questo serve anche ad abbattere gli stipendi e deteriorare le condizioni di lavoro a tutto campo. I capitalisti sono effettivamente riusciti a utilizzare le politiche sulle migrazioni per ottenere delle forze di lavoro a basso costo.

Inoltre tutto, gli Stati europei hanno adottato politiche che limitano fortemente i diritti dei migranti. L'utilizzo della detenzione è diffusa, e viene ad incidere su persone che non hanno uno stato legale definito, o alle quali vengono negate applicazioni, e vengono detenuti per periodi estesi. In sostanza, il quadro giuridico sulla migrazione criminalizza i migranti. Più drammaticamente, la detenzione e la persecuzione dei migranti in Europa sta causando immense sofferenze e favorendo la crescita di una sottoclasse di 'non cittadini'.

La stessa Unione europea è particolarmente impegnata nella chiusura delle frontiere, attraverso programmi come L'Aia, e Frontex, l'agenzia ad hoc dell l'Unione europea, il cui lavoro è interamente basato sul concetto che i migranti e l'immigrazione sono di per sé problematici. Questa agenzia dirige una forza europea di polizia di frontiera che effettua operazioni repressive (come arresti e deportazioni collettive) prive di controllo.

Come socialisti libertari contrari allo sfruttamento di classe, e contrari allo Stato, è importante sviluppare un'analisi approfondita di questi problemi, e trovare mezzi efficaci per combattere la crescita della xenofobia, le politiche repressive di Stato relativi ai migranti, ed il trattamento disumano dei rifugiati. Inoltre, dobbiamo cercare di mettere in relazione queste battaglie per la lotta di classe più ampia in Europa, in modo da rafforzare la corrente internazionalista nelle organizzazioni della classe operaia.

Come organizzazioni comuniste-anarchiche sosteniamo:
  • La libertà di movimento e diritti uguali per tutti, con particolare attenzione alle donne;
  • Il diritto per tutti di vivere e lavorare nel paese di propria scelta, con la propria famiglia;
  • La fine degli arresti arbitrari;
  • La chiusura di tutti i centri di detenzione;
  • La fine delle espulsioni;
  • La regolarizzazione di tutti gli immigrati illegali;
  • L'abrogazione di tutte le direttive europee ed i loro vari accordi.

Alternative Libertaire (Francia)
Workers Solidarity Movement (Irlanda)
Federazione dei Comunisti Anarchici (Italia)
Motmakt (Norvegia)
Organisation Socialiste Libertaire (Svizzera)



Related Link: http://www.anarkismo.net
This page can be viewed in
English Italiano Deutsch

Front page

Strike in Cachoeirinha

(Bielorrusia) ¡Libertad inmediata a nuestro compañero Mikola Dziadok!

DAF’ın Referandum Üzerine Birinci Bildirisi:

Cajamarca, Tolima: consulta popular y disputa por el territorio

Statement on the Schmidt Case and Proposed Commission of Inquiry

Aodhan Ó Ríordáin: Playing The Big Man in America

Nós anarquistas saudamos o 8 de março: dia internacional de luta e resistência das mulheres!

Özgürlüğümüz Mücadelemizdedir

IWD 2017: Celebrating a new revolution

Solidarité avec Théo et toutes les victimes des violences policières ! Non à la loi « Sécurité Publique » !

Solidaridad y Defensa de las Comunidades Frente al Avance del Paramilitarismo en el Cauca

A Conservative Threat Offers New Opportunities for Working Class Feminism

De las colectivizaciones al 15M: 80 años de lucha por la autogestión en España

False hope, broken promises: Obama’s belligerent legacy

Primer encuentro feminista Solidaridad – Federación Comunista Libertaria

Devrimci Anarşist Tutsak Umut Fırat Süvarioğulları Açlık Grevinin 39 Gününde

The Fall of Aleppo

Italia - Ricostruire opposizione sociale organizzata dal basso. Costruire un progetto collettivo per l’alternativa libertaria.

Recordando a César Roa, luchador de la caña

Prison Sentence to Managing Editor of Anarchist Meydan Newspaper in Turkey

Liberación de la Uma Kiwe, autonomía y territorio: una mirada libertaria para la comprensión de la lucha nasa

Misunderstanding syndicalism

American Anarchist and Wobbly killed by Turkey while fighting ISIS in Rojava

Devlet Tecavüzdür

Internazionale | Migrazione / razzismo | Comunicato stampa | it

Sun 30 Apr, 16:55

browse text browse image

textNo Border Day, 14 novembre a Pordenone 17:25 Fri 06 Nov by FdCA Sez. Nord-Est 0 comments

La sezione Nord-Est della Federazione dei Comunisti Anarchici, aderisce alla giornata di mobilitazione indetta a livello internazionale dall'IFA e fa sue le parole d'ordine lanciate nell'appello per la convocazione della NO BORDER DAY il 14 novembre a Pordenone, giornata/presidio organizzata dai compagni e le compagne del movimento anarchico friulano e del circolo "Zapata" in particolare

Sorry, no stories matched your search, maybe try again with different settings.

textNo Border Day, 14 novembre a Pordenone Nov 06 Federazione dei Comunisti Anarchici 0 comments

La sezione Nord-Est della Federazione dei Comunisti Anarchici, aderisce alla giornata di mobilitazione indetta a livello internazionale dall'IFA e fa sue le parole d'ordine lanciate nell'appello per la convocazione della NO BORDER DAY il 14 novembre a Pordenone, giornata/presidio organizzata dai compagni e le compagne del movimento anarchico friulano e del circolo "Zapata" in particolare

© 2005-2017 Anarkismo.net. Unless otherwise stated by the author, all content is free for non-commercial reuse, reprint, and rebroadcast, on the net and elsewhere. Opinions are those of the contributors and are not necessarily endorsed by Anarkismo.net. [ Disclaimer | Privacy ]